Chi sono i migliori milanesi nel 2015, vincitori della prima edizione dei Vivaio Awards? Chi c’era e cos’è successo alla Triennale? Tutto nel nostro reportage!

26 ottobre 2015. Alla Triennale di Milano sono andati in scena i Vivaio Awards, la prima edizione dei premi di chi fa grande Milano insieme alle premiazioni dei vincitori di Expop, la versione pop di Expo. C’erano tutti i “vivaisti”. Sono intervenuti nomi autorevoli del business, della cultura, dell’intrattenimento, dell’arte, della Cultura di Milano. Ospiti, VIP, nominati di fama internazionale e premianti di spicco non hanno rinunciato all’occasione di partecipare al gran Galà dell’associazione non profit, Vivaio. Chi ha vinto?

Vivaio Awards, chi fa grande Milano – I vincitori…

VIvaio Awards: Panoramica

Vivaio Awards: Panoramica

Che hanno dimostrato quanto Milano sia una grande capitale internazionale di innovazione e benessere.
Tutti i progetti in nomination sono stati scelti per la loro capacità di contribuire a questa visione.
I premi sono così assegnati:

  • Non ti scordar di me”: premio per la partecipazione al bene comune
    VINCITORE: PANE QUOTIDIANO Per essere la prima associazione non confessionale che fornisce vitto quotidiano agli indigenti nel milanese.
  • “Magnolia stellata”: premio per la novità dell’anno
    VINCITORE: EXPO MILANO 2015 Perché comunque vada il 2015 resterà per Milano l’anno di Expo.

    Selene Biffi - Vivaio Awards 2015

    Selene Biffi – Vivaio Awards 2015

  • “Platano”: premio per la conservazione della tradizione a Milano
    VINCITORE: LA BALERA DELL’ORTICA. Per essere una rivincita all’abbandono. Dopo essere stato per anni un luogo vissuto solo da sterpaglie e un vecchio chiosco, e dopo una lunga inattività, ha riaperto i cancelli con un grande spazio dove ascoltare buona musica rivivendo le emozioni e i suoni che molti ricordano o che chi non ha mai conosciuto vorrebbe scoprire.
  • “Spiga di grano”: premio per il milanese che si fa onore all’estero
    VINCITORE: SELENE BIFFI (Afghanistan) Per essere un’imprenditrice sociale tra le più attive e internazionali che abbiamo in Italia.
  • “Ginko Biloba”: premio per la costruzione del futuro di Milano
    VINCITORE: AREA EXPO Per la valorizzazione dell’area expo al termine della Manifestazione
  • “Mimosa”: premio per la valorizzazione dell’immagine di Milano
    VINCITORE: MILANO 2015 e ANTEO  – Per i 6 corti dedicati a Milano, messi in scena al Festival di Venezia, e per le attività di cinema in città (in primis Anteo e i cinema all’aperto d’estate).
  • “Billbergia”: premio per il mondo a Milano
    VINCITORE: JOHNNY KAI “AGGIUSTATUTTO” Perché solo chi rompe il PC a Milano a Ferragosto può comprendere quanto sia utile avere quest’uomo nella nostra città.

La premiazione è avvenuta durante un Galà presso la Triennale di Milano cui hanno partecipato tra gli altri, in veste di premianti o in nominations Claudio De Albertis (Presidente Triennale), Andrea Pezzi (Artista), Alexander Pereira (Sovrintendente e Direttore Artistico La Scala), James Bradburne (Direttore Pinacoteca di Brera), Andrea Rasca (Fondatore Mercato Metropolitano), Ernst Knam (Chef),  Sergio Urbani (Segretario Generale Fondazione Cariplo), Roberto Arditti (Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne EXPO), Caroline Corbetta (curatrice di arte contemporanea e di Expo Gate), Pietro Martani (AD di Windows on Europe), Selene Biffi (imprenditrice sociale), Lionello Cerri (Fondatore di Lumière & Co), Johnny Kay (l’aggiustatutto di Paolo Sarpi), le deejay Kris & Kris e gli assessori Del Corno, Majorino, Maran e Rozza.

Expop

Expop

La selezione dei partecipanti alle categorie finali è avvenuta tramite un percorso di consultazione – on-line e off-line – tra coloro che a vario titolo sostengono l’associazione: manager, imprenditori, professionisti che hanno deciso di dedicare il loro tempo alle idee innovative per Milano.

L’evento è stata anche l’occasione di proclamare il vincitore dell’edizione 2015 di Expop, la versione pop di Expo.

I progetti premiati sono:

  • Bosco Immobile, premio per il progetto nato in Expop e che, dalla presentazione a giugno 2015 è cresciuto di più. Si tratta di un’iniziativa nata dall’unione dei progetti RetakeMI, per la pulizia dei quartieri e la mappatura degli spazi da riservare alla street art, e Airlite, la vernice che consente di fare di Milano la prima città al mondo in cui i palazzi purificano l’aria.
  • Wooding, wild food lab. Eat your habitat. Premio per il progetto più votato. Laboratorio di ricerca sull’utilizzo del cibo selvatico in cucina.
  • Art in the Dark, menzione speciale per il progetto che vuole fare di Milano la prima città al mondo con opere d’arte che si possono ammirare solo di notte.

Expop è un’iniziativa organizzata da Vivaio, promossa in collaborazione con il Comune di Milano e Regione Lombardia.

www.associazionevivaio.it
www.expop.org


Altre immagini dalla serata: Cerimonia finale di Expop 2015 con la proclamazione dei vincitori di Expop e la consegna dei Vivaio Awards, i premi per chi fa grande Milano. Iniziativa di Vivaio (www.associazionevivaio.com). Foto di Stefano Guindani (www.sgpitalia.com) . VIVAIO AWARDS FACEBOOK

Vivaio Awards 2015: il video della serata

Aggiornamento al post del 23.11.2015

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Circa Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.