Le Biciclette Milano compie 19 anni: intervista al ‘papà’ e 5 chicche

Il 7 giugno 2017, Le Biciclette, storico Art Bar & Bistrot milanese, compie 19 anni. L’attesa per il brindisi e l’aperitivo con il nuovo cocktail #NINETEEN sono il pretesto per scoprire insieme a Ugo Fava, proprietario e fondatore, le 5 cose che forse non tutti sanno di uno dei locali da sempre sulla crosta dell’onda, nella nostra città.

Partiamo da “cosa sono” Le Biciclette

(E’ Ugo Fava in persona a descrivercele)
È un locale con una forte identità, dove sono nati personaggi dell’arte, del design (ad esempio, San Martano, Bros) che ancora oggi ritornano. Jack Jaselli era il mio direttore artistico e ora sappiamo dove è arrivato. Le Biciclette è stato quindi il vero locale di passaggio e dichiarato alla mia attività di business “allo scoperto” dove applicare il mio pensiero strategico legato a questo mondo, perché nello specifico io non so preparare un cocktail, non so fare una pasta e servire un piatto (ride, NDR).

1. Perché si chiama Le Biciclette

Si chiama Le Biciclette perché prima qui c’era un’officina di biciclette.
Mi piaceva l’idea del riuso, di proseguire con la storia di questo spazio. Il mio amico architetto Luca Bernasconi ha progettato il locale pensandolo come un teatro, interscambiabile lungo il passare del giorno, un luogo dove ospitare mostre e accogliere artisti.
A dirla tutta, a 33 anni ho sentito che dovevo cambiare qualcosa nella mi vita, lasciare il mondo notturno del clubbing e costruire qualcosa di mio, con un’identità forte, un posto dove andare a fare l’aperitivo e lasciarsi portare fino a tarda sera. L’idea di creare un contenuto era centrale ed è così che è nato il concetto di Art Bar e quindi Le Biciclette.

2. Un ricordo di questi 19 anni: la serata più bella

Ci ricordiamo una serata dedicata alla cantante Imany nell’ottobre del 2013 venuta a fare uno show case da noi. Siamo letteralmente stati presi d’assalto, la fila fuori del locale non finiva più e proseguiva lungo Corso Genova! Questo è il perfetto spirito Le Biciclette, incontri ravvicinati con artisti il tutto in modo spontaneo.

3. I personaggi che sono passati di qui

Abbiamo sempre accolto artisti e sono nati personaggi dell’arte e del design che tornano da noi perché siamo in grado di creare un ambiante propizio allo scambio, la scoperta, la curiosità. Non ho paura di dire che siamo stati visionari nel promuovere un entertainment legato al mix di arte, food e beverage,. Le Biciclette hanno dato spazio ad artisti emergenti oggi quotati nei mercati internazionali, con attenzione a pittura, fotografia, arte digitale, street-art, design e moda. Da Sammartano a Bros, da Blue and Joy a Yux, in molti hanno “calcato” le pareti del locale, nella stessa maniera musicisti raffinati come Jack Jaselli e Joan Thiele e Imany hanno suonato sul suo palcoscenico, mentre alla consolle sono passati da Bruno Bolla a Danilo Paz, da Franco Moiraghi a Matteo Ceccarini. Senza dimenticare i nomi del design, tra i tanti: Catellani e Smith, Edra, Cinelli, Valenti Luce con i modelli cult Pistillo e Medusa, oltre a tanti designer emergenti.

4. Ora che è ampiamente maggiorenne: che cosa farà da grande?

Credo che Le Biciclette saranno un eterno Peter Pan. Non è che vogliamo farle cresce, ci piacciono così. Lavoriamo sempre alla creazione di contenuti di qualità per mantenere la curiosità dei nostri fedeli e attirarne di nuovi. Il mix vincente arte, food and drink funziona tutt’ora perché cerchiamo di essere sempre noi stessi. Le Biciclette sono in contenitore, a noi essere sempre in grado di sfoggiare idee forti.

5. Una buona ragione per non mancare, il 7 giugno?

Di sicuro sarà una serata all’insegna del divertimento, una sera tra amici di Le Biciclette, felici di ritrovarsi e divertirsi insieme. Lo spirito che animo il nostro locale è sempre vivace, all’ascolto delle tendenze che sa accogliere e riproporre in chiave creativa e contemporanea. Abbiamo creato per l’occasione un cocktail, il #Nineteen, un drink estivo e rinfrescante, un frozen a base di Mauritius Club Rum, purea di pesca, limone, amarena fresca e basilico che durante la serata sarà proposto a 6 euro (abitulmente 8 euro).
Le Biciclette sono un stile di vita rilassato, semplice e autentico, la serata proseguirà su questo tema. Un DJ Set ovviamente, le proposte del nostro menù. Piccola chicca, un cadeau originale: una borraccia da bici con il nostro logo.

www.lebiciclette.com

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Circa Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.