Campus Party & Open Innovation: a Milano arriva il campeggio dei record

La più grande esperienza di innovazione digitale, per la prima volta in Italia, al MiCo: dal 20 al 23 luglio H24 riscriviamo il codice sorgente d’Italia.

Campus Party, ovvero, in tenda a Milano per quattro giorni, ragazzi, istituzioni, aziende, community online e università si mescolano e creano un circolo virtuoso che fa bene al Paese.

E’ Campus Party, la più grande esperienza di Open Innovation inventata nel 1997 in Spagna e che il 20 luglio, 62 edizioni in 11 Paesi nel mondo dopo, atterra a Milano Congressi (MiCo).

L’evento internazionale più grande al mondo sul talento e sull’innovazione è dedicato ai giovani talenti dai 18 ai 28 anni.

Sono i campuseros. Sono loro che si accamperanno al Centro Congressi dell’ex polo fieristico per confrontarsi, programmare, inventare, ‘riscrivere il codice sorgente dell’Italia’ ha spiegato in conferenza stampa Carlo Cozza, CEO di Campus Party Global.

Per capire la portata dell’evento, e la sua eccezionalità, ecco qualche numero:

+ 2000 – i campuseros attesi, secondo le precedenti edizioni
4 – i giorni di lavoro
24 – le ore no stop di Campus Party
3 – le arene entro le quali si svolgerà l’evento. Ci sarà una Arena, con sette palchi, per talks, interviste, workshop; un Camping, il luogo di riposo dove, di fila, si susseggueranno le tende così da alloggiare in fiera senza abbandonare la manifestazione; Experience, dove poter toccare con mano il futuro e le tecnologie innovative tra droni, robot, Virtual Reality, simulatori, ma anche Makers. Aziende, Istituzioni e Università, inoltre, esporranno soluzioni e progetti all’avanguardia.
400 – le ore di contenuti proposti da demo, BarCamp, incontri, workshop.
+ 15000- i visitatori giornalieri
6 – alcuni dei BIG che interveranno, fra i quali Federico Faggin (fisico, inventore del Microchip, del Touchpad e del Touchscreen), Roberto Saviano (scrittore), Neil Harbisson e Moon Ribas (primi cyborg al mondo), Chance Glasco (co-fondatore di Doghead Simulations, ex co-fondatore di Infinity Ward – Call of Duty), Anna Frosi (ingegnere spaziale) e CPHack, esclusivo format per le hackathon e le call for ideas di Campus Party.
1 – il Guinness World Record, per il più grande hackathon sociale
+ 1 Mln di followers sui social network
+500.000 – profili in Campuse.ro – piattaforma ufficiale di Campus Party – centinaia di Aziende, Istituzioni, Media, Università e Community Partner dell’evento.

Campus Party per Milano

Chi creerà APP IN THE CITY? Su richiesta del Comune di Milano, i campuseros e i partecipanti a Campus Party saranno chiamati a creare la prima grande app di Milano, l’unica in grado di raccogliere, in un unico modello, tutte le app di Milano secondo le richieste dell’utente. A chi sarà in grado di generare APP IN THE CITY verrà conferito un budget e l’affidamento diretto per la realizzazione di questo nuovo tool per vivere la città.

Foto Facebook #CPIT1

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Circa Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.