5 aperitivi più strani di Milano: dove come e quando consumarli!

A Milano l’happy hour non fa solo moda. I nostri indirizzi preferiti dei locali in cui la tendenza diventa esperienza, tra tradizione e sperimentazioni!

#1. Aperitivi e sopracciglia

Beauty aperitivo offerto da The Brow Bar Milano. Ogni giovedì, venerdì e sabato dalle ore 18 alle 20, L’Atelier delle sopracciglia via Bigli, 24 propone per ogni trattamento al viso serale, un happy hour offerto.

Per informazioni: 02/83545254 – orari dalle 11 alle 19 – www.thebrowbar.it

#2. Aperitivo romano in cripta

L’Aperitivo degli antichi romani in pieno centro a Milano. Sotto la Cripta del Santo Sepolcro, tanto per precisare, proprio al di sotto dell’Ambrosiana.

L’Aperitivo Apiciano è frutto della collaborazione tra due chef di due epoche diverse: Marco Gavio Apicio, il più illustre gastronomo dell’antica Roma vissuto nel 25 a.c., e Valerio Braschi vincitore di MasterChef 6 già allievo di Igles Corelli – tre stelle Michelin – che ha rivisitato le ricette apiciane. Ne nasce una suggestiva degustazione di consistenze di legumi con cremoso di ricotta e pecorino romano servito su schiacciata al pan di segale; farro croccante, tartare di manzo, tabasco, pesto di basilico; terra di lenticchie e cacao, crema di piselli, polpettina di lenticchie, patate.

Solo su prenotazione: Criptasansepolcromilano.it

Come se non bastasse, dal 17 ottobre al 28 gennaio la Cripta ospiterà anche la mostra di Bill Viola: tre video-installazioni del grande artista americano tratteranno i grandi temi della vita, come la nascita, la morte, la coscienza umana.

#3. Aperitivo futurista

Nel locale storico di Milano, uno di quelli da cui – se non proprio tutto – ma molto è partito della storica rivoluzione culturale e delle arti capeggiata da Marinetti e i suoi.

Siamo in via Orti 4, quattro passi tra le metro di Crocetta e Porta Romana.
Ottimi i taglieri dove i drink sono quelli della Milano da bere, storici ma sempre cool.

Il posto da solo vale l’esperienza.

#4. Aperitivo a… La cieca

E non è solo un modo di dire. Dopo quello al bacio proposto qualche tempo fa dalla Wineria (chissà se lo faranno ancora…), qui in zona Bocconi – via Carlo Vittadini, 6 -, chi indovina l’assaggio di vino alla cieca non lo paga. Per fare tappo: salunmi, olive, qualche leccornia.

#5. Aperitivo al buio

Quello fitto, dove non vedi proprio nulla, ma esattamente perché non vedi non puoi che attizzare le orecchie e acuire i sensi.

Accade da Dialogo nel Buio in via Vivaio, all’Istituto dei Ciechi, solo alcuni giovedì del mese, dalle 19 alle 21, con consumazione obbligatoria . E’ consigliato, quindi, consultare prima il calendario . Cosa c’è dentro il piatto? E chi l’ha mai visto!
Per informazioni:  02 77 22 62 10, email dialogonelbuio@istciechimilano.it.  

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Circa Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.