Villa Mozart a Milano: un gioiello svelato e 15 fotografie solo per due giorni

Villa Mozart, ecco come si chiama questo gioiello dall’architettura appena percepita, visto il grande abito verde che la copre per intero. Un abbraccio di bosco appeso alle pareti dell’elegante costruzione a due passi dalla casa con il citofono a forma di orecchio e dalla più nota Villa Necchi Campiglio.

In questo contesto di lusso, Belle Epoque, dandismo, arte e creatività, il fotografo Guido Taroni espone la sua personale nella bella dimora creata a cavallo tra gli anni Venti e Trenta al civico 9 dell’omonima via.

Protagonisti dei suoi scatti sono i gioielli di Giampiero Bodino indossati dalle sue muse donne “che hanno origini e età differenti ma che, come i preziosi che indossano, condividono una bellezza che trascende i canoni classici e ogni stereotipo”.

Gioielli dentro gioielli. Confezioni di storia ed eleganza senza tempo che per una volta vengono svelati al grande pubblico con ingresso libero dalle 11 alle 18 pm. Ma solo per questo weekend. 

Per i pochi che non lo conoscessero, Guido Taroni è una delle firme della fotografia più promettenti sul panorama internazionale. Nipote del regista Luchino Visconti prima, e del fotografo Giovanni Gastel poi, nelle vene di Guido scorrono nobiltà di pensiero, acume, piacere nel voler stupire ma solo con il Bello.

E per farlo ha scelto donne altere, virginee figure che sembrano uscite da un libro di Giorgio Bassani e che senza vezzo ma grande orgoglio sfoggiano le creazioni del gioielliere Giampiero Bodino, che proprio nel sofisticato scrigno di via Mozart 9 ha scelto di incastonare il suo showroom.


Titolo della mostra: Beauty is My Favourite Colour, una collezione di quindici ritratti. Da non perdere per la loro bellezza e per l’esclusiva visita che regaleranno di quest’angolo nascosto e prezioso di Milano.

Foto Facebook

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Circa Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.