Hitler contro Picasso: anteprima mondiale il 13 e 14 marzo

Hotler contro Picasso e gli altri

Il 13 e 14 marzo 2018 arriva nelle sale italiane, in anteprima mondiale, il documentario “Hitler contro Picasso e gli altri”, che affronta l’ossessione nazista per l’arte.

Il periodo nazista è un buco nero che ha inghiottito e, in alcuni casi purtroppo perso, il patrimonio culturale europeo di secoli: arte, letteratura, musica sono state sottoposte a censura o distruzione perchè non gradite al Führer, rubate per adornare abitazioni e uffici di alti ufficiali nazisti o per entrare nel Fühermuseum, il più grande museo del mondo che sarebbe dovuto sorgere a Linz, città natale di Hitler.

L’arte che presenta opere uniche, capolavori che hanno attraversato i secoli, è probabilmente quella che ha più sofferto delle ossessioni del nazismo: di molte opere non si hanno più notizie, altre ricompaiono in modo inaspettato e rocambolesco.

Dossier Gurlitt

Il caso emblematico è quello del cosiddetto Dossier Gurlitt: circa 1.500 opere d’arte, in buona parte rubate o comprate al ribasso dai nazisti, ritrovate in due appartamenti di proprietà di Cornelius Gurlitt. La vicenda prende avvio nel 2012 da un controllo fiscale che porta al rivenimento delle opere nell’appartamento di Monaco e poi in un altro a Salisburgo. Cornelius Gurlitt era figlio ed erede di Hildebrand Gurlitt, uno dei mercanti d’arte incaricati da regime di ammassare opere per far cassa con la loro vendita.

La “collezione” Gurlitt si concentra sull’arte tedesca e francese tra Ottocento e primo Novecento con circa 500 lavori ascrivibili all’arte bollata come “degenerata” dai nazisti. Le opere maggiori sono riconducibili ad artisti della Nuova Oggettività, del Gruppo “Die Brücke” e del “Cavaliere Azzurro”, ma vi sono anche opere di Paul Cézanne, Paul Gauguin, Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir.

Il documentario

ll racconto si sviluppa a partire dalle riprese in parte storiche e in parte attuali delle opere esposte in quattro mostre di oggi che espongono parte delle opere del Dossier Gurlitt e altri capolavori ritrovati al termine della seconda guerra mondiale e faticosamente restituiti ai leggittimi proprietari e nelle due mostre di Monaco sull’Arte Degenerata.

A corredo delle immagini molte le testimonianze di esperti di arte degenerata, storici dell’arte, giornalisti, autori di libri ed eredi dei collezionisti costretti a vendere che, insieme a Toni Servillo, accompagneranno gli spettatori attraverso le vicende umane che hanno segnato l’umanità intera.

“Hitler contro Picasso e gli altri. L’ossessione nazista per l’arte” è diretto da Claudio Poli su soggetto di Didi Gnocchi e sceneggiatura di Sabina Fedeli e Arianna Marelli, con musiche di Remo Anzovino. Prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital con la partecipazione di Sky Arte HD, è distribuito al cinema nell’ambito del progetto della Grande Arte al Cinema con i media partner Radio DEEJAY, MYmovies.it e ARTE.IT. L’evento al cinema è patrocinato dalla Comunità Ebraica di Milano.

Info utili:

Hitler contro Picasso e gli altri

13 e 14 Marzo 2018

Sale e biglietti: http://www.nexodigital.it

Hitler contro Picasso e gli altri: le sale di Milano e dintorni dove vederlo

http://www.nexodigital.it/hitler-contro-picasso-e-gli-altri/

Sono nata nel secolo scorso in un caldo martedì d'agosto. Amo Milano, i colori del suo cielo e il suo nascondere luoghi e scorci sorprendenti, fin dall'età della ragione senza mai stancarmi. Una bella citazione, meglio di una serie tv, fa sempre colpo.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea