SportLifeCity, la cittadella dello sport arriva a Milano, ecco dove!

SportLifeCity, la cittadella dello sport arriva a Milano, ecco dove inaugurerà il nuovo quartiere urbano dedicato agli amanti della vita sana.

A Milano è tutto un sorgere di nuovi quartieri: quelli del nuovo design (5 Vie), quelli dell’arcobaleno (il Rainbow in Porta Venezia), quelli “smart” nell’ex Area Expo, finanche quelli sportivi.

Notizia di questa mattina: in zona sud Milano, al confine tra la città – quartiere Rogoredo – e la “suburbia”, San Donato Milanese, tutto è pronto per accogliere il nuovo SportLifeCity, la cittadella dello sport di Milano.

SportLifeCity: dove si trova

La cittadella dello sport di Milano sorgerà nel quartiere San Francesco, a metà tra Rogoredo e San Donato Milanese, in una posizione strategica connessa alla rete del trasporto locale, regionale e nazionale, facilmente raggiungibile grazie alla vicinanza con l’aeroporto di Linate, le autostrade A1 e A51 e le stazioni del passante ferroviario (linea suburbana S1), con la stazione di Milano Rogoredo, più la linea metropolitana (fermata della ‘gialla’ M3 San Donato).

Sarà accessibile anche tramite le piste ciclabili già esistenti, dunque raggiungibile facendo sport.

SportLifeCity: ieri Cascina San Francesco…

L’area San Francesco deve il suo nome a un antico complesso cascinale, denominato Cascina San Francesco dell’Accessio, attualmente in stato totale abbandono e rovina, collocata nel borgo di Chiaravalle.

SportLifeCity: come sarà

La cittadella dello sport sarà un distretto di 300.000 mq nel quartiere San Francesco a San Donato Milanese (MI), un polo in grado di ospitare grandi eventi destinato a diventare un punto di riferimento sportivo e culturale a livello locale e nazionale.
Il progetto, commissionato dalla società SportLifeCity Srl e curato da WiP Architecture Technical Engineering insieme allo studio FORM_A e un pool di professionisti, si pone l’obiettivo di integrare attività e manifestazioni sportive e d’intrattenimento con la vita sociale, il lavoro e il tempo libero.

SportLifeCity: in numeri

La cittadella dello sport di Milano includerà:

un’Arena da 20/25.000 posti – per eventi poli-sportivi e d’intrattenimento in generale;
un distretto commerciale di 5.000 mq
un distretto direzionale di 3.400 mq,
una Sport Hall da 1.500 posti,
8 campi sportivi multifunzionali – per attività indoor e all’aperto,
9.200 mq di residenze temporanee,
3.300 mq di aree fitness, palestre e piscine,
7.000 mq di centro medico sportivo,
un liceo scientifico sportivo su modello dei campus anglosassoni da 400 studenti,
3.800 mq di Athletic Center,
5.000 parcheggi tra auto, moto, biciclette e bus,
105.000 mq di aree verdi.

SportLifeCity: obiettivi

Il progetto ha l’obiettivo di riqualificare un ambito urbano attualmente intercluso e inaccessibile, integrandosi attentamente nella maglia territoriale con funzioni di pubblico interesse, che offrono una risposta puntuale alle esigenze locali e sovralocali: attrezzature sportive per grandi eventi ma anche spazi di aggregazione e crescita, fruibili e accessibili da tutti, garantendo la massima accessibilità da parte di tutti gli utenti potenziali, compresi quelli diversamente abili e con un’eccezionale opportunità urbanistica, sociale e occupazionale per l’intero territorio metropolitano.

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Circa Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.