5 luoghi nascosti da scoprire lungo la Martesana a piedi o in bici

Perché il bello di Milano è perdersi con animo leggero e volgendo il naso all’insù. Vi concedo di prendere la metro, scendere alla fermata Gorla, e da qui vi si aprirà un mondo. Anzi, 5 cose che non avreste mai pensato trovare a Milano, linea rossa, a due passi dalla Martesana.

#1. La Cascina nel cuore della città

Si chiama Cascina Martesana e dal luglio 2014 è un ex spazio privato, “un meraviglioso rudere” lo definiscono i ragazzi del team oggi ritornato ai cittadini con un chiosco, uno spazio per mostre fotografiche, le attività dell’associazione ETC Ecologia Turismo Cultura ma anche l’ambiente per fare salotto con le amache, le griglie, le tavolate, ping pong e calcio balilla, incontri, musica, corsi e laboratori. Dalla roggia incantata ai laboratori estivi passando per gli show d’arte, ce n’è per tutti i gusti e tutte le età, anche durante la pausa estiva.
E’affacciato sul Naviglio Piccolo, dove si trova la più antica piscina all’aperto di Milano.

Cascina Martesana
Via Luigi Bertelli 44 – Milano MM Turro / Gorla
www.cascinamartesana.com

#2. La piscina più antica di Milano si trova qui

Non è la Caimi, il nuovo luogo fico di Milano. Si chiama come si chiamava una volta: El Bagnin de Gorla. Si trova proprio in zona nord, sulla Martesana, e grazie al lavoro di riqualificazione dei ragazzi della Cascina è tornata ad essere un luogo di aggregazione per il quartiere e la città intera.

#3. Di qui passa la storia di Milano

Torniamo alla Milano della seconda metà del XV secolo: il governo di Filippo Maria Visconti  è stato superato da quello di Francesco Sforza e il Ducato è interessato da un intenso programma di rinnovamento e grandi opere.
Risalgono a questo periodo il canale Martesana ma anche una serie di ville di campagna, alcune delle quali ancora esistenti. Attraversando (a piedi) la zona della Cassina di Pòmm, (ri)scopriamo la Villa Mirabello dove abitò Pigello Portinari, il punto in cui, oggi, il “Naviglio Piccolo” termina il suo corso in superficie e le architetture curiose e sperimentali che caratterizzano ancora questa parte della città.

#4. Visite guidate  e incontri speciali a pelo d’acqua

Le propone www.visiteguidatepertutti.it e solo in particolari momenti dell’anno, l’ultima delle quali solo un paio di mesi fa, con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA eventi@visiteguidateperutti.it. 

 

#5. Prendete una bici, un libro come guida e perdetevi

Consigliamo : La Martesana è bella anche in bici” di Giancarlo Mele (160 pp. a colori – Meravigli edizioni)

(Foto: Martesana Summer Camp)

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Circa Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.