Vendemmia in Montenapoleone 2012

Per appassionati di lusso e di Bacco. Perbacco che serata! In una Milanoincontemporanea sempre desiderosa di trovare escamotage da queste cupe giornate autunnali, ecco un’occasione che di giovedì fa il meneghino… goloso. A Milano si Vendemmia, e lo si fa per il terzo anno consecutivo passeggiando per le vie più lussuose della città della Madonnina. Dove?

Non tutti gli eventi saranno aperti al pubblico, anzi, a dire il vero, per molti versi le vetrine del cuore del Quadrilatero della Moda resteranno tali da vedere da fuori. Dentro invece ci sarà la crème della Milano che conta amabile nel sorseggiare Chianti, Franciacorta, Barbera D’Asti Superiore e bollicine, tutte tratte dalle migliori vigne italiane, dal Piemonte alla Toscana.

L’obiettivo? Creare un nuovo momento di intrattenimento e business tra alcune delle più prestigiose Aziende vinicole italiane o internazionali e circa una trentina delle boutique di via Montenapoleone, Sant’Andrea e Verri, aperte oltre il consueto orario di apertura.

Noi faremo un salto a salutare sicuramente gli amici della Boutique di Pisa Orologeria, via Montenapoleone 24, e Banner, che fino alle 22 offrirà degustazioni di vino e moda femminile in collaborazione con Tenuta Argentiera, azienda vinicola toscana produttrice di vini D.o.c. e I.g.t. tra le più significative espressioni della Doc Bolgheri: qui, gli ospiti verranno guidati in un percorso multi-sensoriale mixando l’esperienza olfattiva e gustativa unica dei grandi vini rossi al piacere estetico della visione delle creazioni stilistiche più nuove e di tendenza.

In tutti i casi, vini, moda e delizie per il palato – cioccolato e oli nostrani – ingolosiranno ospiti ed amici in una serata contemporanea, di classe, assolutamente ghiotta. Sotto tanti aspetti.

Appuntamento dalle 19.30 in centro, dunque,  con questo calendario www.lavendemmia.org organizzato dall’Associazione della via Montenapoleone con il patrocinio di Regione Lombardia, della Provincia di Milano, Comune di Milano e Unione ConfCommercio.

Noi ci saremo, ma forse con un rimpianto: senza farne un baraccone per fashionisti e shopaholic stile Notti Bianche della Moda, perché non pensare ad un progetto aperto alla cittadinanza? La Vendemmia in Montenapoleone potrebbe essere una serata educativa alla riscoperta delle vere eccellenze del made in Italy, del buon gusto e del buon bere.

Boh, noi l’abbiamo buttata lì.

Paola PERFETTI

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea