Una serata in contemporanea ABSOLUT UNIQUE

 

ABSOLUT-amente contemporanea la serata regalata martedì sera da Absolut, la vodka più glamour e meneghina che abbiamo avuto modo di incontrare in questi (quasi) 3 anni di Milanoincontemporanea. Dopo i tanti eventi e le tanti collezioni di bottiglie artistiche, per questa stagione 2012-2013 la maison del buon bere ha deciso di superare il tradizionale concetto di LIMITED EDITION per lanciarsi su un nuovo prodotto contemporaneo e ancora una volta da collezione.
“ABSOLUT UNIQUE”.

Ecco dunque 4 milioni di pezzi unici per “premiare un mondo di individui in modo personalizzato“, ci dicono entusiasti nella serata di presentazione allo Spazio Verger, via Varese 1, Milano (alle spalle di Corso Garibaldi, Largo La Foppa e via Moscova, per intenderci).

ABSOLUT UNIQUE è stata pensata come un’edizione limitata di 4 milioni di bottiglie, ciascuna dal design unico e tutte numerate, identificate da un numero specifico e da colori ogni volta differenti, mixati con un algoritmo specialissimo e divertente. Ci spiegano meglio: “L’intera linea produttiva ha dovuto essere riprogettata per l’occasione trasformando lo stabilimento in un’officina artistica dove, grazie alla modifica dei macchinari, le bottiglie sono state personalizzate una ad una secondo principi di casualità definiti in modo scientifico da uno speciale algoritmo.”

Tutte diverse, ma tutte accomunate da un unico gusto, dunque, “l’unflavour” dell’Absolut, da condire a proprio piacere a seconda degli ingredienti e delle serate del cuore.

Basta seguire il ricettario di Absolut, sempre molto aggiornato, per farsi un’idea.

Noi, ad esempio, abbiamo provato questa:

ABSOLUT BLACKBERRY ATTRACTION

  • 1 parte di ABSOLUT VODKA
  • 2 parti di succo di mirtillo rosso
  • Mirtilli

Riempire un bicchiere tumbler con ghiaccio ed aggiungere qualche mirtillo. Versare nel bicchiere ABSOLUT VODKA e succo di mirtillo rosso. Guarnire il tutto con una spirale di buccia di limone.

Ma torniamo alla novità: le bottiglie. Ancora una volta dimostrano quanta creatività, quanto estro e quanta genialità mettano gli esperti di Absolut nella realizzazione del loro “spirito”. “L’effetto a prima vista è davvero strabiliante!” – afferma Laurent Schun, Direttore Marketing per l’Italia di ABSOLUT – “Uno scintillio di colori che trasmette la sensazione di essere catapultati all’interno dello studio di un artista. La cosa sorprendente, continua, è che le bottiglie sono realmente una diversa dall’altra e ognuno può scegliere la combinazione di colori che preferisce, che meglio rappresentano la sua personalità” mentre Mattias Elg, professore di gestione della qualità presso l’Università di Linköping in Svezia, ha affermato “ABSOLUT potrebbe creare 94 quintilioni di bottiglie, il che equivale a più di 13 miliardi di bottiglie per ogni persona sulla terra“.

Il risultato a colpo d’occhio è stato davvero straordinario: un’infinità di bottiglie dai colori vibranti dove ognuno potrà scegliere la sua. Ecco la nostra gallery dalla serata

Noi, per scegliere la nostra, ci siamo fatti aiutare da una consulente di immagine, esperta in colori, la Signora Stefania Fornoni, chiamata per l’occasione da Absolut proprio per aiutare tutti gli ospiti presenti.

Qualche regola? Ecco le 3 di base per non sbagliare:

  1. colori caldi come giallo o arancio per gli entusiasti e solari / blu e viola se vi sentite caratteri riflessivi o posati
  2. puntate sulla nuance a tinta unita se siete modesti / effetti e movimenti racconteranno tutto il brio che avete dentro
  3. per i vitali trasparenze / texture sgranata se amate dare poco nell’occhio

La tecnica utilizzata per il rivestimento delle bottiglie è l’aerografia applicata con questi numeri: 22 colori per l’involucro, 5 per gli aerografi e 16 per i 51 motivi artistici, 4 milioni di bottiglie disponibili da novembre 2012 nel formato 70 cl presso i migliori punti vendita e in alcuni selezionati locali top del mondo della notte in edizione limitata.

“Il nuovo progetto riflette l’immagine artistica e d’avanguardia dell’eclettico marchio svedese che sceglie di mettere la propria creatività al servizio dei suoi estimatori più appassionati, offrendo loro con UNIQUE un pezzo veramente unico e irripetibile” – concludono lieti di averci ospitati.

Anche a noi è piaciuto un sacco questo tuffo nella Milano da bere e da vedere. Ve la raccontiamo in sintesi con questo video.

Cheers! 😉

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.