Innamorarsi a Milano a suon di Baci

Innamorarsi a Milano, San Valentino e Baci Perugina a Milano

“Mamma, che ne dici di un romantico a Milano?” si domandavano i Baustelle nel 2006. A sette anni di distanza possiamo dare la nostra risposta: Milano non solo è bella e magica  (con la neve ancora di più), è molto romantica.

Ne sa qualcosa via Montenapoleone che fino al 14 febbraio ha installato un percorso di cuori rossi che conducono gli abitanti della città al temporary store di Baci Perugina, simbolo dell’amore par excellence. Chi non ha mai ricevuto o donato un Bacio il giorno di San Valentino? Nessuno, come immaginavamo.

Innamorarsi a Milano”, questo il nome dell’iniziativa, ha come unica protagonista la pralina di cioccolato e nocciola creata nel lontano 1907 dall’imprenditrice Luisa Spagnoli, la stessa che dà il nome alla nota catena di negozi d’abbigliamento. La Spagnoli, insieme a Francesco Buitoni (il nome vi dice qualcosa?) gettò le basi della “Società perugina per la fabbricazione dei confetti” e poi, più di un secolo fa l’intuizione: impastare con altro cioccolato i frammenti di nocciola che venivano gettati durante la lavorazione dei cioccolatini. Il risultato è quel goloso bocconcino che nel 2012 ha festeggiato i primi 90 anni di successo, gusto e storia del dolce Made in Italy.

Qui in Montenapoleone il simbolo di San Valentino, rivive in un allestimento da favola sui toni del blu e dell’argento, il colore del packaging del Bacio, il tutto con celebri frasi romantiche scritte sui muri. Poteva forse mancare una riproduzione de “Il bacio” di Francesco Hayez? Assolutamente no. Inoltre, accanto ai cadeaux storici, gli innamorati potranno acquistare raffinate scatole Baci Perugina “limited edition” che verranno confezionate al momento e potranno essere personalizzate con una dedica scritta a mano su un cartiglio Baci Perugina.

L’appuntamento è dunque fissato fino al 14 febbraio in via Montenapoleone 6/A.

Un’idea originale e golosa per passare il giorno degli innamorati e fare un regalo semplice, gustoso e innovativo. Da leccarsi i baffi anche se non si è in coppia!

Giulia Perfetti

Classe 1988, sono nata in un caldo giovedì di agosto in Brera, uno dei quartieri più belli della mia città. Dalla passione (divenuta laurea) per le lingue straniere all'attività di blogger e giornalista freelance, il passo per me è stato molto breve. Oggi mi occupo di comunicazione, ma scrivere di Milano è scrivere delle proprie origini.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea