Milano ancora nella Top 10 delle mete europee

 

Cari lettori di Milanoin: dove passerete la vostra Pasqua e Pasquetta? Se state pensando di espatriare, abbiamo una cattiva notizia per voi. Buona, invece, per chi preferirà rimanere in città.

In genere le classifiche ed i sondaggi sono la cartina tornasole di un aspetto della società. Questa volta, la curiosità si fa positiva per chi deciso di “restare aperto” nei giorni di festa a Milano.

Secondo la classifica annuale di European Consumers Choice (organizzazione no profit di Bruxelles che raccoglie ogni anno le preferenze turistiche dei cittadini europei), Milano è la prima città italiana nella top ten delle migliori destinazioni europee per il 2013.

A dirlo è la ricerca che, via Facebook, ha fatto arrivare Milano al 9° posto della chart dopo, nell’ordine:

  1. Istanbul, 12,4% delle preferenze;
  2. Lisbona, 12,2%;
  3. Vienna 9,5%;
  4. Barcellona 8,3%;
  5. Amsterdam 7,2%;
  6. Madrid 6,5%;
  7. La Valletta 6,4%;
  8. Nizza 6,2%;
  9. Milano 5,9%;
  10. Stoccolma 5,3%.

Portate un “bascione” a Firenze, Roma, Venezia… cartoline di beltà italiane e musei a cielo aperto, pare che la loro preferenza sia ormai cosa dei viaggiatori da Gran Tour.

Milano per una volta è vincitrice: sarà l’efficienza dei mezzi di una metropoli cosmopolita e internazionale come la nostra ad essere attraente ai più, con il su carrozzone di movida, fashion e design al seguito, oppure l’ “italianità” in senso stretto non è più una caratteristica ricercata dai turisti in visita nel nostro Paese?!

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.