Vertigini futuriste: la città non è così Nascosta. Conoscete la Torre Branca?

Svetta su su su nel cielo di Milano, ma dietro il Torrione principale di Castello Sforzesco e sopra le luci del Just Cavalli ben pochi si rendono conto che quella è la Torre Branca.

Noi di Milanoin abbiamo avuto l’ORRORE di passarci vicino di recente mentre un party VIP dava l’opportunità, ai suoi ospiti, di salire gratuitamente e di fruire dello spettacolo delle prime notti estive di Milano. Tutto bellissimo, ringraziamo dell’occasione: se solola hostess del momento non ci avesse invitate a vedere la Torre… Bianca. E dire che sotto spiccava un bel pulmino del Fernet Branca dei tempi andati. Insomma, basta leggere. Ma se anche la lettura vi fa caldo e preferite ascoltare, una bella storia, oggi l’abbiamo noi.

UN APERITIVO CON… Vertigini Futuriste sulla torre Branca è andato in programma ieri sera e offriva la possibilità, all’ora dell’aperitivo, di vedere nel cuore di Parco Sempione, a pochi passi dalla Triennale, l’alta torre di tubi di ferro progettata da Gio Ponti e inaugurata nel 1933.

L’occasione era quella V EsposizioneTriennale.

Segnalata nel libro delle 100 cose da non perdere as-so-lu-ta-men-te a Milano, la Torre BRANCA (e non bianca!) è una piccola Torre Eiffel meneghina con un ascensore interno che consente di salire in meno di un minuto sino al belvedere, punto panoramico della città da dove è possibile scorgere oltre all’intero profilo di Milano, buona parte della pianura lombarda.

Qualche nota informativa?

La Torre è alta 108,60 metri.
E’ stata inaugurata il 10 agosto 1933… quindi il prossimo sarà un compleanno prezioso.
E’ stata riaperta al pubblico per la prima volta nell’estate del 1997, in seguito al restauro effettuato dalla società “Fratelli Branca”.
Si può salire solo a gruppi di 5/6 persone.

Quando? Come? Dove? Beh, le iniziative dei privati e le “ospitate” in feste “Just” o da Città Nascosta sono una bella occasione, altrimenti ecco gli orari: da metà aprile a metà ottobre, martedì 21.30-00, mercoledì 10.30-12.30, 16-18.30, 21.30-00, giovedì 21.30-00, venerdì 14.30-18, 21.30-00, sabato e domenica 10.30-14, 14.30-19.30, 21.30-00 (orari serali da metà maggio); da metà ottobre a metà aprile: mercoledì 10.30-12.30, 16-18.30, sabato 10.30-13, 15-18.30, 20.30-00, domenica 10.30-14, 14.30-19 In caso di maltempo la Torre rimane chiusa.

Costi: 4 euro, gratuito per i bambini sotto i 3 anni, mercoledì salita gratuita per scolaresche e pensionati.

L’emozione? Senza prezzo. Buona torre a tutti, e postate i vostri scatti su @Milanoin! Noi lo abbiamo già fatto! D’altra parte, se non è questa un’icona contemporanea!?!?

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.