Milano estemporanea – jazz, Warhol, la Rinascente e un Gomitolo rosa così

A Milano la colonnina del mercurio segnerà pure +22°, ma ormai la città della Madonnina si è dovuta arrendere al fatto di indossare “il cappello dell’autunno”, anzi, ad essere più precisi si tratta di un “Autunno Americano“, la grande stagione di mostre, presentazioni, conferenze, tavole rotonde, aperitivi…

Sarà un “Autunno americano” con Andy Warhol, Jackson Pollock, una stagione che profuma di pop art, di maxi installazioni, di 4 vetrine coloratissime che in la Rinascente – quella parte affacciata su via Santa Radegonda – ieri sera hanno risuonato della jam session di Felice Clemente, sassofonista strepitoso. Per un’ora mezzo, anziché “Oh mia bela Madunina“, fuori dal Duomo e dentro la “cattedrale dei grandi magazzini” si è ballato swing. Ma non è tutto.

Attesa per oggi a grande performance di Gomitolo Rosa, in arrivo direttamente dal Fidenza Village. Arrivando fino alla fine di Corso Vittorio Emanuele, nella suggestiva Piazzetta San Carlo, dalle 10 di questa mattina ci troveremo avvolti da un maxi Gomitolo nel colore “delle femmine” del diametro di 2 metri (impossibile non vederlo!) la cui realizzazione è stata affidata a scenografi ed artisti di grande fama per supportare la promozione e la prevenzione contro il cancro al seno.

Gomitolo Rosa

Cosa accadrà? La fettuccia finale del gomitolo verrà tesa fino al colonnato della chiesa e su di essa si esibiranno tre atlete di “slackline“, una versione rinnovata e acrobatica dell’equilibrismo su filo con T-shirt rosa.

Anche questa manifestazione fa parte di un più ampio progetto autunnale: “a Touch of Chic for Gomitolo Rosa” è la pop up boutique che nel village piacentino racconta la campagna ““A Touch of Chic” per imparare a conoscere il valore della lana, i segreti delle materie prime più antiche al mondo e le sue qualità, anche benefiche, grazie al sostegno concreto a favore di Gomitolo Rosa.

Insomma, più o meno da lontano tutto il mondo pare convergere su Milano. Sarà tanto un autunno estemporaneo e contemporaneo questo, sembra proprio…

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.