I Bronzi di Riace arrivano a Milano

I Bronzi di Riace potrebbero cambiare casa, fare armi e bagagli e salire a Milano. Almeno per il tempo dell’Expo 2015. È questa la proposta fatta da Benito Benedini, Presidente del Sole24ore e della Fondazione Fiera di Milano.

Una proposta choc che è stata ben accolta da taluni, mentre ha fatto infuriare molti altri, e lanciata in occasione dell’apertura alla seconda edizione degli Stati generali della cultura.

Un’idea che oltre ai Bronzi di Riace coinvolgerebbe una ventina di opere che rendono grande la cultura del Belpaese e che potrebbero essere un’interessante vetrina in occasione dell’Expo 2015.

Secondo Benedini al momento i Bronzi di Riace «sono adagiati in un locale della Regione Calabria, in attesa che sia pronta la loro collocazione definitiva, dove si prevede di avere, nel migliore dei casi, 120 mila visitatori all’anno e nemmeno tutti paganti. Ma perché nel frattempo non li portiamo a Milano e non li trasformiamo in testimonial di un Expo da alcune decine di milioni di visitatori, con un effetto formidabile di richiamo sull’attrazione turistica della Calabria?».

Che la proposta venga accolta e presa sul serio? In tal caso oltre a Mpari Peppi mpari Natu dovranno imparare anche Oh mia bela Madunina!

Classe 1988, sono nata in un caldo giovedì di agosto in Brera, uno dei quartieri più belli della mia città. Dalla passione (divenuta laurea) per le lingue straniere all'attività di blogger e giornalista freelance, il passo per me è stato molto breve. Oggi mi occupo di comunicazione, ma scrivere di Milano è scrivere delle proprie origini.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea