San Patrizio Milano Festival: weekend irlandese a Milano

Milano in verde per la Festa di San Patrizio che da oggi e fino a domenica coinvolgerà la città al MiCo – Milano Congressi, FieraMilanoCity ala sud – pad.0 – con concerti, gruppi, musicali, conferenze, mostre, stage, feste a ballo, spettacoli di danza, rugby, animazioni e momenti di intrattenimento per i più piccoli.

Fate, folletti, il mitico trifoglio portafortuna e poi cucina tipica, sagre, birra... Il tempo promette bene, il weekend pure.

Ecco un’idea contemporanea alle porte della città (Ingresso Porta Eginardo) riservata a chi vorrà farsi conquistare dalla festa irlandese per eccellenza.

Cosa c’entra San Patrizio con Milano? I più fedeli lettori di Milanoincontemporanea ricorderanno che, almeno fino all’anno scorso, la nostra città, in tempo di Halloween, celebrava anche il capodanno celtico evocando le antichissime origini di una “Mediolanum” che ancora non esisteva. Per fortuna questo Festival non è stato messo a tacere. Ecco, per esempio, cosa vi siete persi nella passata edizione:

L’obiettivo del San Patrizio Milano Festival, invece, “quello di riscoprire e far rivivere, nella città meneghina, le tradizioni irlandesi originali, con connotazioni nazionali che possano identificarlo in maniera unica nel panorama degli eventi a carattere europeo e mondiale.”, apprendiamo dal website.

San Patrizio Festival Milano è un’idea di Celtic Project S.r.L e ECQUE – European Celtic Quality Events. Musica, Cultura, Intrattenimenti, Artigianato, Culinaria e fiumi di birra…. dalla Verde Irlanda… sembra una bella idea per un weekend fuori porta senza allontanarsi troppo dalla città.

San Patrizio Milano Festival: www.sanpatriziomilano.it

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.