Cosa mangiano i milanesi? Ce lo rivela Just Eat

Just Eat domicilio

Come ormai sappiamo tutti, l’Expo 2015, dal titolo “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”, avrà come tema l’alimentazione. Già, ma come mangiano i milanesi?

Sempre di corsa, tra un appuntamento e l’altro di lavoro, una barretta giusto per non stare a stomaco vuoto e poi via in palestra, la sera non…abbiamo proprio tempo per metterci ai fornelli. O forse chi ha tempo, non ha comunque la voglia di “spignattare” tra i fuochi. Pizza, cinese, giapponese, tailandese o…? Voi cosa ordinereste?

Le abitudini alimentari cosmopolite del popolo meneghino vengono svelate da Just Eat, il colosso mondiale della consegna a domicilio che ha stilato una mappa delle preferenze culinarie della città, quartiere per quartiere.

Just Eat domicilioDall’indagine emerge chiaramente come tali abitudini siano mutate nel tempo e, contemporaneamente, come il consumo di pizza con il suo 47,84% sia piano piano calato in favore di altre cucine alternative (personalmente sono del team “Pizza Forever”: non potrei mai tradire il mio pizzaiolo di fiducia Nino con un “Giardino d’Oriente” qualunque).

Ma cosa si mangia a Milano?

La top three sushi-cinese-americano conquista moltissime zone, soprattutto i quartieri centrali: Centro, Sempione, Porta Roma, Bocconi, San Gottardo, Navigli, Città Studi, Lambrate, Forlanini, Porta Venezia, Porta Vittoria, Porta Volta, Certosa, Vigentino e Solari.

In zona Isola, Bovisa, Porta Garibaldi piace soprattutto la cucina cinese.

Il popolo meneghino è curioso di sperimentare cucine nuove, provenienti da mondi lontani, sia durante la settimana (49% da lunedì a giovedì) sia – e soprattutto – nel weekend, dove le ordinazioni a domicilio subiscono un’importante impennata (51%). Il picco massimo? La domenica, nelle fasce orarie comprese tra le 18.30 e le 20.

Dopo la triade Giappone-Cina-Stati Uniti, è emerso che Città Studi, Porta Venezia e Lambrate vanno ghiotti di cucina indiana, mentre Bovisa, Isola e Porta Garibaldi preferiscono il messicano (la cucina italiana è solo in settima posizione) e il pollo. In zona De Angeli, Fiera, San Siro, San Gottardo, Bocconi e Vigentino vanno sempre di fretta con i loro panini, mentre il centro pullula di cucina healthy.

E l’Italia? 5 zone su 9 la pongono solo al quarto posto della classifica (Centro, Centrale / Bicocca / Palmanova, Porta Romana / Vittoria / Forlanini, Navigli / Solari e Sempione / Porta Volta / Certosa).

Mmmm, a parlare di cibo mi è venuta l’acquolina. Cucina italiana o…? Voi cosa suggerite?

*Comunque la pensiate, prenotando con il codice NEA20 direttamente dal nostro portale, lo sconto sull’ordine finale è del 20%!

 

NEA20

*informazione promozionale aggiornata il 08/01/2o16

Classe 1988, sono nata in un caldo giovedì di agosto in Brera, uno dei quartieri più belli della mia città. Dalla passione (divenuta laurea) per le lingue straniere all'attività di blogger e giornalista freelance, il passo per me è stato molto breve. Oggi mi occupo di comunicazione, ma scrivere di Milano è scrivere delle proprie origini.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea