Temporary exhibit in Galleria @Galleria Campari e Camparino

“Uno spritz con ghiaccio, arancia e Campari, grazie“. O almeno: se siete di Milano così dovreste ordinarlo. Al Camparino, magari. Sempre che non vogliate perdervi la temporary exhibition di scena in questi giorni per festeggiare i 50 anni di una delle icone della Madonnina.

Il manifesto Campari di Bruno Munari, “Declinazione grafica del nome Campari”, opera iconica e profondamente legata alla città di Milano oggi custodita anche al MoMA di New York.

Se il Camparino in Galleria andrà in vacanza, infatti, nella centralissima location turisti e milanesi potranno contare su un piccolo ricordo.

Era il 1964 quando, in occasione dell’inaugurazione della linea Metropolitana M1, l’artista volle realizzare un’opera grafica dalle dimensioni illimitate che potesse essere letta da un treno in corsa: un manifesto stampato in un unico formato su fondo rosso. Quello che ancora viene ricordato e resta un’immagine di grande forza evocativa.

“Un piccolo assaggio di quello che avverrà in autunno, quando Galleria Campari e Bric’s torneranno a celebrare con un progetto speciale questo compleanno che ha come protagonista un’opera sempre attuale e contemporanea”, ci dicono da Sesto San Giovanni, dove hanno ancora sede azienda e museo.

Per adesso, il Camparino in temporary exhibit è in esposizione presso il Camparino dal 28 luglio al 27 agosto a Sesto San Giovanni. Aspettando il 2 settembre quando arriveranno nuove buone e ennesimi momenti per brindare con uno Spritz. Con Campari, ovviamente.

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.