7 grandi fotografi a Brera…

… che suona un po’ come i sette piccoli indiani, solo che si tratta di super maestri della fotografia. Quella d’autore. Luca Carrà, Mario Cresci, Paola Di Bello, Mario Dondero, Carlo Orsi, Giovanni Ricci, Annalisa Sonzogni hanno percorso le sale della Pinacoteca meneghina nei mesi scorsi. Quello che ne è nato è il continuum di un dialogo tra l’istituzione della nobile arte in punta di pennello e le forme artistiche contemporanee, così come vuole il percorso intrapreso dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Milano.

Sette fotografi, sette modi diversi di pensare la fotografia ed il suo rapporto con la Pinacoteca.

Inaugurata a inizio mese e con l’obiettivo di rimanerci fino al 2 novembre, “la mostra“, spiegano i curatori, “nasce anche nella prospettiva di un nuovo cambiamento della Pinacoteca all’interno del progetto della “Grande Brera”: l’auspicata apertura di Palazzo Citterio dove saranno trasferite alcune sue raccolte e, di conseguenza, un diverso allestimento del percorso museale“.

Si parte da qui.

Dalle analisi delle architetture di Giovanni Ricci e Annalisa Sonzogni; le visioni delle grandi statue del cortile d’onore di Luca Carrà, peraltro mentore del progetto; lo studio dei ritratti di Mario Cresci; la sette giorni di Carlo Orsi durante i quali si è posto davanti ai capolavori per cogliere e comprendere le personali emozioni suscitate nei visitatori da queste tavole e da queste tele.

I luoghi del lavoro, il lavoro dei restauratori ha stimolato la curiosità di Mario Dondero.

E poi ci sono loro: i visitatori, i lavoratori della Pinacoteca, osservati da Paola Di Bello“, proseguono dalla regia.

A ogni autore è stata riservata una sala, nell’allestimento curato dall’architetto Alessandra Quarto, in un percorso che si snoda lungo tutta la Pinacoteca.

Da conoscere e rivedere anche nel catalogo edito da Skira a cura della soprintendente Sandrina
Bandera, Cecilia Ghibaudi storica dell’arte responsabile dell’archivio fotografico
ella Soprintendenza di Milano e Giorgio Zanchetti, docente di Storia dell’arte contemporanea presso l’ Università degli Studi di Milano, con i contributi di Carlo Bertelli e Tiziana Serena, docente di Storia della fotografia presso l’ Università degli Studi di Firenze.

www.brera.beniculturali.it

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.