Milano: grazie ad Expo, si scoprono i segreti di Palazzo Marino (gratis)

E’ il salotto dei milanesi, ma i suoi cittadini non lo conoscono.
E’ il luogo probabilmente più preso d’assalto durante le feste di Natale, insieme a Palazzo Reale, grazie soprattutto ai nomi di grande richiamato che ospita in formato “temporary” ed alle visite ad ingresso gratuito, eppure i milanesi non lo conoscono.
E’ Palazzo Marino, il nostro Comune, che come molti dei meneghini sanno condivide con la sua città un carattere magniloquente ma sobrio, laborioso ma parco di exploit, discreto ma ricco, silenzioso eppure ricco di storie.

Come fare a saperlo? Quando approfondire la sua conoscenza? Le giornate del FAI o del Touring, talvolta, ci hanno permesso di farlo, ma la vera occasione arriverà durante Expo (strano, eh!?). Allora, ai milanesi e non solo saranno eccezionalmente svelate alcune sale forse mai viste; di certo assai sconosciute.

Parliamo della Sala Tempere (da non perdere: le tele del XVII secolo); la Sala degli Arazzi (le opere illustrano la vita dell’imperatore romano Marco Aurelio); la Sala della Trinità (gli angeli sono del Fiammenghino); la Sala Resurrezione – qui, gli affreschi sono di un grande della pittura lombarda, Giovanni da Lomazzo -; oltre che i più noti e spesso visitabili Cortile d’onore, la famosa Sala Alessila Sala dell’Urbanistica, la Sala Marra, la Sala del Consiglio Comunale, la Sala dell’Orologio e la Sala Giunta.

 

Palazzo Marino . Sala della Resurrezione

Sala-Arazzi

Palazzo Marino. Sala degli Arazzi

Sala-Arazzi

Palazzo Marino. Sala degli Arazzi

Sala della Resurrezione

Palazzo Marino. Sala della Resurrezione

Palazzo Marino. Sala della Trinità

 

La visita a Palazzo Marino resterà gratuita e i percorsi saranno adattati alle esigenze delle diverse utenze.

Palazzo Marino: Sala Trinità

Palazzo Marino: Sala Trinità

C’è da credere che, anche in questo caso, sarà pienone: “Contiamo di raggiungere la quota di 10mila visite nei sei mesi dell’Esposizione”, è stata la dichiarazione a mezzo stampa dell’assessore al Tempo libero e Qualità della vita Chiara Bisconti.

Per questo l’ingresso principale sarà su Piazza della Scala e organizzato con un punto di accoglienza in cui trovare materiale informativo e audioguide.

 

Ph. Comune di Milano

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.