Milano come New York? Alla scoperta di Ma’ Hidden Kitchen Supper Club e del piacere di stare insieme!

ma hidden kitchen supper club milano

A Milano c’è un posto dove l’invito a cena, a teatro, a un concerto unplugged avviene al buio, una o più volte alla settimana. Dipende dall’invito che riceverete iscrivendovi alla newsletter del sito e a quanto rapidi sarete nell’aderire ai primi 10 posti (per la cena), 30 (per i momenti d’arte). Poi ci sono anche corsi di cucina e le svendite di tutto quello che il loft conterrà. Sono hard sales. In pratica: vi piace una cosa? Ha un bollino? Potete fare una proposta a Melissa e a Lele, i proprietari, e portarvela subito a casa.

Il progetto si chiama Ma’ Hidden Kitchen Supper Club, cioè un supper club, un ambiente in cui socializzare, conoscere ogni volta persone nuove – c’è chi, qui, ci ha trovato pure l’anima gemella. L’idea dei proprietari – che personalmente ho definito generosissimi e ordinatissimi – è venuta viaggiando. All’estero , lontano, in calde sere in cui non c’era nulla da fare; a San Francisco, una decina di anni fa. Ma i supper club sono recenti – hanno tre anni e sono nati dopo un mancato trasferimento. New York addio!? Bene, allora New York arriva a Milano. E il progetto è già un successo. Per Lele e Melissa, i proprietari e ideatori di MAHKSC non è il cibo che conta, ma l’evento sociale, il ritrovarsi seduto al tavolo con persone mai viste, che, dopo il primo momento di timore, si sciolgono e a fine serata sembra di essere a una tavolata di amici.

ma hidden kitchen supper club milano

Ma Hidden Kitchen Supper Club Milano

Siamo stati i primi a Milano a realizzarlo in questa maniera” – ci spiega il padrone di casa – “ma in realtà questo modello esiste già sin dall’età vittoriana, quando le signore bene del quartiere si riunivano. Alla fine degli anni Venti, dai tempi della Grande Depressione e poi dal Dopoguerra, i supper club sono tornati in auge. Tutti ricordano quelli della Crisi del ’29, i più noti “speakeasy”, anche se lì era basato quasi esclusivamente sull’alcol (piena età del Proibizionismo, N.d.r.). E poi anche le famiglie, in Italia, lo facevano. Poi siamo arrivati noi”. Un bell’impegno, da conciliare con la vita professionale – freelance lui; nella moda lei.

Ma Hidden Kitchen Supper Club Milano

Taste of Clicquot al Ma Hidden Kitchen Supper Club Milano

Ma si inserisce bene” – ci confida Melissa – “ci piace talmente tanto che, anche quando torniamo a casa stanchi dopo una giornata di lavoro, quando le persone entrano nella nostra casa di nuovo l’umore ci volge al positivo. Le persone ci danno tantissimi stimoli: anziché uscire a bere una birra, o rimanere a casa da soli a crogiolarsi nei problemi, questo è un bell’esercizio”.

La casa viene usata anche per spot pubblicitari, feste, cene con amici.
Le persone che partecipano alle cene sono del tutto sconosciute.
Il bello di questo mix? “È che non sono mai le stesse persone e questo ci permette di fare nuove conoscenze e scoprire affinità che, diversamente non ci capiterebbe mai di incontrare”.

Ma Hidden Kitchen Supper Club Milano

Ma Hidden Kitchen Supper Club Milano

Durante la settimana cucina Melissa. Poi è arrivato Andrea Sposini, lo chef. All’inizio erano due eventi alla settimana, oggi sono tre alla settimana, e poi si sommano cooking class, cene, spettacoli teatrali e concerti acustici. Noi abbiamo partecipato ad una speciale serata loft e champagne, quello di Veuve Clicquot, alla presenza di Francesca Terragni, Brand Director Italia Veuve Clicquot, che dal desiderio di riscoprire l’arte del ricevere, del far sentire gli ospiti a casa propria, ha messo a punto un calendario di cene al buio firmate dalla famosa etichetta gialla. A fare gli onori di casa, nel ruolo di Esperta di Clicquot Style, ci sarà Anna Marconi, food blogger fondatrice di Taste of Runway, che darà qualche consiglio legato all’arte del ricevere per organizzare una perfetta cena, approfondendo le regole del Clicquot Style.

Taste of Clicquot, un’esperienza da provare per scoprire l’art de vivre à la française”, ci spiegano. Ecco il Calendario cene Taste of Clicquot:
– 7 Marzo
– 8 Aprile
– 7 Maggio
– 4 Giugno
– 2 Luglio
– 17 Settembre

Ma Hidden Kitchen Supper Club Milano

Taste of Clicquot al Ma Hidden Kitchen Supper Club Milano

Per partecipare a una delle cene Taste of Clicquot si deve compilare la richiesta di associazione disponibile a questo link almeno 24 ore prima di partecipare all’evento e poi verranno poi date tutte le informazioni (disponibilità, costi, menu, indirizzo location).

Oltre a questo, però, Ma’ Hidden Kitchen Supper Club è già aperto alla prossima cena. Indovina chi viene!??

 

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.