Corti Abbadesse, torna a Milano il mangiare bene di una volta: il chilometro zero fa tappa alla fermata Sondrio della M3

Milano da bere, è stata da sempre definita la nostra città. Con Expo Milano 2015 alle porte con il titolo “Nutrire il pianeta”, però, ormai non possiamo che parlare di Milano tutta da mangiare. In centro come un po’ più in là, dove sorgono i nuovissimi grattacieli futuribili, è tutto un fiorire di nuovi indirizzi della buona distribuzione e ristorazione, quei progetti capaci di coprire tutta la filiera del mondo “food” e va dal riscoperto legame con i produttori fino a conquistare il consumatore finale.

Corti Abbadesse: esterno e interno (M Barro)

Corti Abbadesse: esterno e interno (M Barro)

Dopo il “boom” di Eataly, dopo le delizie verticali di Brian&BarryBuilding (che dal piano terra con i prodotti freschi arriva al dodicesimo piano con il sempre più glamorous ristorante Asola dello chef Matteo Torretta), ecco un’altra ghiotta proposta.

Si chiama Corti Abbadesse, ed è un progetto che dal momento della colazione al pranzo, dalla spesa alla cena, permette di gustare, acquistare, prodotti del territorio freschi e genuini.

Cosa si compra alle Corti Abbadesse? Dal gelato artigianale alla carne allevata con la linea vacca-vitello, dai formaggi di bufale lodigiane alle paste filate di latte jersey, dagli chevre artigianali al parmigiano 24 mesi, dagli insaccati senza conservanti alla frutta e verdura idroponica a pochi chilometri da Milano, dal riso della Lomellina ai Pinot dell’Oltrepò Pavese, qui si parla di prodotti del territorio attinti direttamente da Cascine, cantine D.O.C., storie di famiglie lombarde o comunque del Nord Italia.

Corti Abbadesse: mercato agricolo (M Barro)

Corti Abbadesse: mercato agricolo (M Barro)

Sono quelle di Azienda Agricola Repetto (da qui arrivano i bovini delle colline tortonesi, alle porte di Alessandria), dell’Azienda Agricola San Maurizio (dal 1999 a Merlino, nelle campagne del lodigiano), dell’Azienda Scaldasole (riso e carni dalla Lomellina), del Casale d’Arcisà (una lunga tradizione di caseifici che collegano il Sud al Nord Italia), della Cascina Bellaria (dalle 500 scrofe di razza Gronde immersa nella campagna pavese arriva il prosciutto crudo d’eccellenza italiana), della Cascina Fornasotto Vitali (produzione di formaggi, yogurt, prodotto caseari sin dal 1969), di Cascina Verde (fiore all’occhiello delle comunità di recupero e a scopo terapeutico meneghine, ha una serra favolosa nella sconosciuta ma ben produttiva via Olgettina 80, a Milano), di Caseificio Caramasche (dal 1874 produce Parmigiano Reggiano), del Caseificio di Paglia (taleggi, formaggelle, ricotta dai pascoli di Azzio, Varese), della Fattoria delle Jersey (latte di alta qualità dal 1993), della Torre degli Alberi (Pinot nero da una torre del ‘300 incastonata nel pavese).

Perché passare dalle Corti Abbadesse, allora?Una volta a Milano c’era la campagna. C’erano il rispetto per la terra e il piacere per i sapori semplici e genuini. C’era la voglia di incontrarsi e stare insieme. Noi delle Corti Abbadesse abbiamo fortemente voluto ricreare un luogo in cui ritrovarsi, rilassarsi, gustare del buon cibo e trovare prodotti eccellenti, genuini e freschi”, ha detto Enrico Dubini, capofila dell’iniziativa e comproprietario della fattoria delle Jersey e del Caseificio di Paglia.

Un po’ bottega e un po’ ristoro; un po’ negozio, un po’ ristorante. “Qui“, ci spiegano gli organizzatori, “ogni giorno arrivano prodotti freschi creati e raccolti nelle undici aziende agricole che hanno dato vita a questa nuova avventura”.

Un po’ campagna e un po’ stile da città. Sempre seduti intorno a un tavolo.

Forse la strada per trovarlo sarà un po’ tortuosa: Corti Abbadesse si trova in via degli Assereto, 19 – fermata Sondrio della metropolitana gialla, tra viale Zara e via Melchiorre Gioia. Speriamo che il  buon progetto non venga cannibalizzato da altre iniziative un po’ più centrali che stanno sorgendo in città, e di cui noi di Milanoincontemporanea vi parleremo molto presto.

Corti Abbadesse
via degli Assereto, 19 – Milano
Tel. +39.0249517353
Orari, ristoro: 7,00-21,00 – bottega: 9,00-19,30
www.cortiabbadesse.it

Corti Abbadesse alcuni prodotti (M Barro)

Corti Abbadesse alcuni prodotti (M Barro)

Credits Photos M Barro

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.