Dai Visconti agli Sforza, a Palazzo Reale la storia di Milano tra gli eventi di Expo in città 2015

Michelino da Besozzo (doc. 1388-1450), attr.: Madonna del roseto (Madonna of the Rose Garden). Verona, Museo di Castelvecchio*** Permission for usage must be provided in writing from Scala.

Ha aperto lo scorso 12 marzo 2015 a Palazzo Reale una delle mostra di punta del programma Expo in Città che si pone l’obiettivo di indagare e svelare parte della storia di due famiglie che hanno reso grande la nostra Milano.

Arte lombarda dai Visconti agli Sforza. Milano al centro dell’Europa, in scena fino al 28 giugno 2015, si ispira alla precedente grande esposizione Arte lombarda dai Visconti agli Sforza del 1958, anch’essa allestita nelle stesse sale di Palazzo Reale risanate dopo i bombardamenti del 1943. A emergere ancora una volta da questa esposizione è la centralità della Lombardia e di Milano dal primo Trecento al primo Cinquecento: tutta la signoria dei Visconti, poi degli Sforza, fino alla frattura costituita dall’arrivo dei Francesi: la vita di corte diventa la grande protagonista a Palazzo Reale, alla scoperta delle radici delle due famiglie che resero grande la nostra città. Una nuova incredibile rilettura della storia artistica lombarda, riconoscendo nelle aperture e nelle relazioni con gli altri territori una parte sostanziale della sua identità.

Circa 250 opere in mostra selezionate dopo 3 anni di lavori arrivate da 124 differenti enti prestatori, tra dipinti, manoscritti, miniature, oreficerie, sculture e vetrate, provenienti da un periodo compreso tra il primo Trecento e il primo Cinquecento, vale a dire durante tutto il periodo della signoria Visconti, quella degli Sforza fino all’arrivo dei francesi in città.

Per favorirne una corretta e coerente fruizione, la mostra è stata divisa in tappe cronologiche suddivise a loro volta in sezioni e sottosezioni: le prime tre dedicate ai Visconti (la loro svolta alla cultura lombarda e lo sviluppo della cultura gotica), la quarta relativa alla signoria degli Sforza e la quinta e ultima dedicata agli anni di Ludovico il Moro e all’arrivo dei francesi.

Per dirla con le parole dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, si tratta di «Una mostra importante e affascinante al tempo stesso, che racconta il ruolo fondamentale che la cultura artistica lombarda ha avuto tra il Trecento e il Cinquecento, quando in tutta Europa era sinonimo di qualità eccelsa e di straordinari talenti. Un progetto che racconta il contesto di quegli anni splendidi in cui a Milano lavorarono i più grandi protagonisti della storia dell’arte mondiale – da Giotto a Bramante, fino al genio di Leonardo da Vinci – lasciando nella nostra città segni ancora vivi del loro talento innovatore».

Arte lombarda dai Visconti agli Sforza. Milano al centro dell’Europa è co-prodotta da Palazzo Reale e Skira Editore.

Arte lombarda dai Visconti agli Sforza. Milano al centro dell’Europa
Palazzo Reale, Piazza del Duomo 12
Dal 12 marzo al 28 giugno 2015
Orario: lun 14.30-19.30; da martedì a domenica: 9.30-19.30; giovedì 9.30-22.30
Costo del biglietto: intero 12,00 euro; ridotto 10,00 euro
Infoline: 02. 54914

Classe 1988, sono nata in un caldo giovedì di agosto in Brera, uno dei quartieri più belli della mia città. Dalla passione (divenuta laurea) per le lingue straniere all'attività di blogger e giornalista freelance, il passo per me è stato molto breve. Oggi mi occupo di comunicazione, ma scrivere di Milano è scrivere delle proprie origini.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea