Collettivo Collottola e illbar: la Milano segreta illustrata in una mostra itinerante fino a fine aprile 2015, ecco dove!

Collettivo Collottola e illbar

C’è chi definisce Milano brutta, grigia, inquinata, e poi c’è chi anche nei lati negativi riesce a vedere la bellezza e il fascino che questa città emana, 365 giorni l’anno. Noi siamo tra questi, ma non siamo i soli.

Siete sicuri di conoscere tutto di Milano, ogni suo angolo segreto? No vero…

A questo proposito nasce illbar, progetto itinerante che prevede l’esposizione delle opere di 12 illustratori provenienti da tutta Italia, chiamati a rappresentare il loro punto di vista rispetto ad un quartiere milanese, partendo dallo spunto soggettivo che più ritengono appropriato. Il tour nasce da un’idea del Collettivo Collottola di cui Enrica Casartelli è a capo.

Così, dopo aver “soggiornato” al Panika di Brera, alla Buca di San Vincenzo di Porta Genova e all’Ego dei Navigli, da sabato 28 marzo 2015 la mostra è al Mint Cafe, la nuova caffetteria di Zona Bocconi/Porta Romana (viale Bligny 15).

Così, in un’atmosfera dal design naturale ed eco-sostenibile, mentre si sorseggia un caffè, un succo o spizzicando tra croissant e pasticceria (grande è l’offerta di donut, muffin, cookie, torte, brownie, macarons…), sushi, sandwich, insalate o altri piatti realizzati utilizzando prodotti freschi e di stagione potremo ammirare la Milano di Erika Barabino, Yorma Bonandrini, Maddalena Crespi, Sara Fabbri, Simone Fumagalli, Beatrice Gaspari, Chiara Ghigliazza, Lara Orrico, Emilia Patrignani, Alessandro Romita, Stefano Santamato e Claudia Silvestri (questi i nomi dei 12 illustratori).

Le illustrazioni rimarranno esposte durante tutto il mese successivo.

Mint Cafe
Viale Bligny 15
Orario: aperto dal lunedì al sabato, dalle 7.00 alle 21.00
Telefono 02.89059930

Classe 1988, sono nata in un caldo giovedì di agosto in Brera, uno dei quartieri più belli della mia città. Dalla passione (divenuta laurea) per le lingue straniere all'attività di blogger e giornalista freelance, il passo per me è stato molto breve. Oggi mi occupo di comunicazione, ma scrivere di Milano è scrivere delle proprie origini.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea