#PepsiChallenge al Fuorisalone 2015: PepsiCo presenta Mix It Up e le sue collaborazioni con i creativi più famosi al mondo, ecco l’intervista a Nicola Formichetti!

#PepsiChallenge Milano Design Week 2015

Ognuno di noi, ogni giorno, incontra delle sfide sul proprio cammino. Ma quali sono le sfide che rendono ancora più vivo il lavoro dei creativi più famosi al mondo? È questa la domanda posta durante la Milano Design Week 2015 da PepsiCo nel suo Mix It Up, lo spazio espositivo che ha raccolto in una tavola rotonda presieduta da Mauro Porcini (PepsiCo chief design officer), Nicola Formichetti, Marcelo Burlon, Franca Sozzani, Stefano Giovannoni, Karim Rashid e Fabio Novembre.

Nel medesimo spazio, ecco le creazioni realizzate da Mr. Formichetti, design ambassador della nota bevanda, Stefano Giovannoni, Italia Independent e Lapo Elkann, Kravitz Design, Fabio Novembre, Alex Ott, Design Group Italia, Karim Rashid e Vogue Talents. Il risultato: un’esposizione interattiva e coinvolgente in cui design, moda e musica si incontrano dando vita a un evento unico. Insomma, lunga vita alla creatività!

#pepsichallenge

Da sinistra a destra: Nicola Formichetti, Marcelo Burlon, Mauro Porcini, Franca Sozzani, Fabio Novembre, Stefano Giovannoni e Karim Rashid

Durante la tavola rotonda i protagonisti si sono confrontati e hanno discusso della loro esperienza, di come le sfide siano state e continuino ad essere il motore/veicolo del loro successo. A colpirci e a sintetizzare il pensiero di tutti sono state però le parole del designer Fabio Novembre che ha parlato di ispirazione e di come ad accomunare i cinque sia il fatto che “Noi siamo ciò che facciamo. Noi facciamo ciò che siamo” (We are what we do. We do what we are).

L’amore per il gusto e per la perfezione hanno poi portato Nicola Formichetti ad essere Fashion Designer, Creative Director e Fashion Editor (tra le collaborazioni del direttore artistico di Diesel ricordiamo Uniqlo e i lavori con Lady Gaga) nonché l’attuale Pepsi Challenge Global Design Ambassador.

Pepsi Challenge Global Design Ambassador

Le lattine di Pepsi disegnate da Nicola Formichetti, Pepsi Challenge Global Design Ambassador

Ma cosa significa #PepsiChallenge? La lodevole iniziativa del colosso a stelle e strisce coinvolge i creativi emergenti di tutto il mondo dando loro la possibilità di farsi conoscere e, al contempo, di partecipare a un progetto benefico. Ogni volta che qualcuno utilizza l’hashtag #PepsiChallenge, infatti, viene devoluto 1 euro all’associazione Liter of Light che aiuta a portare l’illuminazione in modo environmentally-friendly a coloro che ne hanno bisogno in tutto il mondo.

E così, in quest’ottica di creatività benefica, fino al 13 maggio 2015 tutti noi possiamo reinventare l’iconica lattina Pepsi (il vincitore potrà vivere un’esperienza di design nel centro di innovazione e design di Pepsi – per ulteriori informazioni cliccare qui). E la lattina disegnata da Nicola Formichetti? Per l’occasione il creativo italo-giapponese si è ispirato all’ambiente che lo circonda, fatto di moda, design, architettura. Una vera e propria sfida che il designer ha accettato volentieri, come ci ha raccontato lui stesso nello spazio Mix It Up di Milano in via Stendhal 35.

#pepsichallenge

Le lattine by Nicola Formichetti

Come nasce la collaborazione con PepsiCo?
Al di là di Pepsi, adoro ispirare le persone, trovare nuovi talenti. Perciò, quando mi hanno chiesto di far parte di questa incredibile “sfida” ho pensato: wow, è quello che già faccio io nel mio piccolo! Per me è stato naturale accettare immediatamente. Collaborare con grandi aziende è un ottimo modo per andare avanti, per crescere noi come persone e per aiutare gli altri.

Cosa ci puoi dire della tua creazione?
È la prima volta che mi cimento nella realizzazione di una lattina e qui ho voluto rappresentare tutto me stesso. Ho preso un album di quando ero bambino e hai presente quando sei magari al telefono e cominci a scarabocchiare? Ecco: ho presto tutti questi bozzetti e li ho fusi con il mio panda (animale iconico nelle creazioni dello stilista italo-giapponese, ndr) e ne è uscito qualcosa di speciale che oggi potete ammirare e che mi rispecchia molto.

Nella vita di Nicola Formichetti convivono l’anima giapponese e quella italiana, due luoghi strategici nel mondo del design il primo, e nella moda il secondo.
Ma Milano, è all’avanguardia dal punto di vista del design?
Milano è una città incredibile capace di combinare le bellezze del passato con le novità del futuro. In questo è molto simile al Giappone dove antichità e strutture futuristiche vengono spesso accostate. In Italia poi, sia giovani che meno giovani, hanno una particolare cultura del gusto. È qualcosa che avete nel sangue e che fa parte del vostro DNA.

#pepsichallenge

#pepsichallenge: Mix It Up

Meglio dunque Fashion Week o Design Week?
Ottima domanda! La settimana della moda è qualcosa di pazzesco ma anche noioso, che resta confinato alle foto scattate dalle blogger durante le sfilate. Ha un modus operandi che mi piacerebbe cambiare. Ecco perché per me che la vivo come outsider la Design Week è una vera e propria esperienza che viene condivisa con e da tutti, soprattutto qui a Milano. Si tratta di qualcosa di concettuale, pieno di sorprese, inclusive rispetto alla Fashion Week che invece è molto più exclusive, e che a me non piace.

E noi, che ne sappiamo di Fashion Week, non possiamo che essere d’accordo con Mr. Formichetti e ringraziarlo per aver condiviso con noi la sua esperienza e voglia di nuove sfide.
E voi? Qual è la vostra #pepsichallenge?

Classe 1988, sono nata in un caldo giovedì di agosto in Brera, uno dei quartieri più belli della mia città. Dalla passione (divenuta laurea) per le lingue straniere all'attività di blogger e giornalista freelance, il passo per me è stato molto breve. Oggi mi occupo di comunicazione, ma scrivere di Milano è scrivere delle proprie origini.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea