Quali sono i segreti di Milano da scoprire ad agosto 2015? Una sorpresa ci aspetta nella Cappella della chiesa dei Re Magi, scopriamola!

Milano, Basilica di Sant'Eustorgio - Milano. Fine anni '20

La Milano di Expo e dei tesori nascosti da scoprire svela un’altra delle sue perle sconosciute ai più .

Chi coglierà le aperture di agosto e chi passerà da Corso di Porta Ticinese non potrà non fare tappa alla Chiesta di Sant’Eustorgio – quella dove sono conservate le reliquie dei Re Magi. Sì perché un intervento di restauro e consolidamento ha riportato (quasi) all’antico splendore la Pala Portinari. Proprio quella della celeberrima Cappella.

Opera su tavola trasportata su tela nell’ottocento, la Pala Portinari è un magnifico esempio di arte tardogotica che non ha niente da invidiare alle opere d’arte fiorentine o a quelle dei maggiori musei al mondo.

Ritrae Pigello Portinari, committente della Cappella e le cui vestigia riposano dal 1468 nel pavimento della cappella, inginocchiato ai piedi di San Pietro Martire, le cui reliquie pure si trovano qui conservate.

Una pala devozionale e di commissione: in quel momento della sua storia, infatti, l’allora direttore della filiale milanese del Banco dei Medici nella Milano degli Sforza avrebbe avuto l’ordine di erigere una cappella in onore del Santo. [continua dopo il salto]

Pala Pigello Portinari - Cappella Portinari - restauro - Milano

Pala Pigello Portinari – Cappella Portinari – restauro – Milano – Ph. Santeustorgio.it

Il restauro, opera di Anna Lucchini e del suo studio a fronte di un finanziamento della Fondazione Atlante, ente non profit creato dai fornitori di servizi turistici Amadeus Italia e Uvet, ha consentito il recupero di alcuni dettagli della capigliatura dei soggetti e la conservazione dello sfondo in foglia d’oro posto sulla tela nel trasporto ottocentesco. Proprio quella foglia d’oro che dava un fondo abbacinante e, come nella migliore tradizione bizantina-medievale, consentiva di creare un’aura di santità e atemporalità ai soggetti ritratti.

Soggetti che rievocano una Milano illustre, regale e sforzesca, collegata alla potente famiglia fiorentina dei Medici per ragioni politiche, propagandistiche e devozionali.

Un asse Milano-Firenze-Milano che riporta la nostra metropoli nel cuore dei percorsi d’arte che nulla hanno da invidiare al pur “turisticissima” e sempre gettonata Firenze, caposaldo, insieme a Venezia e Roma, di un certo turismo di cultura.

Una Milano che svela la sua storia ‘400esca in prosieguo con le iniziative in città e di cui avevamo già avuto un saggio nelle prime sere d’estate grazie alle proiezioni della storia sforzesca della nostra città, sulla facciata di Palazzo Reale.

Un’estate dunque regale e reale alla corte di Milano, che prosegue con la benedizione di Sant’Eustorgio, i Magi e… mettiamoci pure San Pietro Martire!

Cappella Portinari Affreschi - Ph. http-:www.lombardiabeniculturali.it:

Cappella Portinari Affreschi – Ph. http-:www.lombardiabeniculturali.it:

Per visitare la Cappella Portinari e la Basilica di Sant’Eustorgio (proprio accanto a California Bakery): orari – guide – costi.

Da non perdere per: l’arca dei Magi; la necropoli paleocristiana (dal III-IV secolo); il vasto ciclo di affreschi diretto dal bresciano Vincenzo Foppa (XV secolo), dedicato ai fatti della vita di san Pietro martire e a episodi mariani.

Per ulteriori informazioni e per la storia della Cappella: www.santeustorgio.it.

 

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.