Weekend di Halloween 2015 take away? Un sabato 31 ottobre ed un 1° novembre 2015 su due ruote? Arancini siciliani in Stazione centrale e Castle Street Food Festival fuori Milano

Non di sole zucche e look arancioni sarà fatto questo Halloween 2015 a Milano. Per chi arriva o per chi parte, dentro e fuori la metropoli con Expo Milano 2015 in chiusura, la notte delle streghe diventa un weekend di gusto e sapori su due ruote. E’ il fenomeno food truck!

Food Truck: ovvero cibo su strada. Ma quello della tradizione. Quello gourmand.#FoodTruckAdvisor
Il mordi e fuggi non è mai stato più appetitoso.
Milano, come sempre accade, assorbe, digerisce, ripropone “italianizzate” le tendenze staniere captate in giro per il mondo. Qella dei furgoncini nelle piazze internazionali, quelle che solcano le strade di Stati Uniti, Europa, Oriente, non sono state da meno e, a giudicare dal proliferare di apette e truck di ogni genere, oggi non sono che l’ultimo fenomeno in atto.

Consapevole del valore gastronimico di questa esperienza “on the road”,attento alle potenzialità turistiche che il fenomeno delle api-che-cucinano possono avere, Gianluca Capedri ci ha costruito su un format, Merenda Italiana, in questi giorni di nuovo di scena per la terza edizione del Castle Street Food Festival a Fontanellato, Parma, all’interno – ancora una volta – di uno dei Castelli del Ducato del Parmense, per natura ricchi di sapori e tradizioni.

Arte, cultura, convivialità, regole, tradizioni; di questo e di molto altro sarà fatto il fine settimana da #CSF2015ve ne abbiamo già parlato. A condire il tutto, anche la nascita di un nuovo progetto editoriale che, nel tempo, permetterà di avere un po’ più vicini i food truckers d’Italia: Food Truck Advisor.

E qui, veniamo a LùBar, il truck carico carico … di arancini, cannoli, iris e tutte le delizie del catanese e dintorni che da un chiringuito sul mare dell’Oasi di Vendicari di Noto (Siracusa), nel 2013, è diventato una vera e propria attività imprenditoriale. [continua dopo la gallery] 

Tre fratelli – Ludovico, Lucilla e Lucrezia Bonaccorsi. Tre dipendenti. Tre ape cross. Ed il numero “3”, nella numerologia carico di significati, in questa storia non poteva essere più esemplificativo.

Dopo il successo durante le Design Week ed i numerosi eventi privati in giro per l’Italia in cui il LùBar viene coinvolto, sempre e solo in location eleganti, come l’Orto Botanico di Brera, suggestive, come i giardini in transito di Baiamonti, influenti come la Stazione Leopolda a Firenze, centrali come la chiesa di San Marco, mistici come la Luminaria di Pisa, e così a Torino, Genova, Bologna, Roma... gli arancini – classici al Ragù, alla Norma (con la ricotta), speck e carciofi, pistacchio di Bronte e gamberetti, prosciutto e formaggio, e l’ultima invenzione, con riso integrale e spinaci (tutti sui 4-5 euro) – , le birre artigianali ed i vini esclusivamente siciliani sono arrivati a Milano in Stazione Centrale, quasi abbracciati dalla rinnovata galleria centrale (l’Ex biglietteria di epoca fascista). 

Li abbiamo incontrati in una serata degustazione in cui la postazione, sotto le arcate di marmo ed i suoni jazz di Four On Six e gli AppleJacks, sembrava una lounge calda di sapori di Mediterraneo, creatività (Lucrezia viene dal cinema e dalla scenografia; sua sorella Lucilla si occupa di moda, insomma, buon sangue non mente), amore per la propria terra. Che, a Maggio 2015, sono riusciti a tradurre persino a Copenhagen.

Il papà faceva l’olio ed il suo sogno era quello di venderlo con la sua ape Piaggio. Noi abbiamo dato concretezza a quell’idea portandola alla richiesta dei giovani di oggi. Abbiamo chiesto ad un artigiano di costruire l’ape come lo volevamo noi, e da lì ne sono nati altri due“, ci dice Lucrezia.

Sarà pronta ad accogliere golosi e ospiti in partenza/in arrivo, affamati o solo curiosi, fino a a febbraio 2016. Giusto in tempo per soddisfare quella voglia di granita che, come ogni buona casa siciliana, non manca mai, in ogni stagione dell’anno.

 

www.lubarslowstreetfood.com
https://www.facebook.com/CastleStreetFood

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.