Che cosa ci fa un bus vintage inglese in via Cairoli? Ogni venerdì sera parte per un Mistery Tour alla scoperta di Milano nascosta con Zani Viaggi

Scoprire la Milano segreta di notte in uno spettacolo itinerante attraverso gli enigmi e i misteri di Milano. Perché…. “Milano è uno scrigno di cui vediamo solo il coperchio”, Zani Viaggi. 

I misteri di Milano. La Milano nera.

Ne abbiamo parlato con le visite guidate a piedi (ad esempio di Città Nascosta).

In tram (con le cene di ATMosfera, per esempio).  Milano Misteriosa - Zani Viaggi

Attraverso i libri e le leggende di Milano sui fantasmi & Co..

Da venerdì 12 febbraio 2016, anche in pullman.

O per meglio dire: a bordo di un double decker rosso fiammante degli anni ’60, originale inglese, parcheggiato in via Cairoli angolo Piazza Castello, davanti alla sede di Zani Viaggi. Che per il 2016 ha pensato ad un programma di viaggio per stupire i milanesi, e non più solo, gli ospiti stranieri.

5 cose che troverete al Milano Nascosta Mistery Tour 2016

  1. Partenza puntuale: ore 19, per il primo turno; ore 21 per il secondo.
  2. Tempo di percorrenza: 90 minuti esatti – a meno che qualcuno non si perda tra le tappe…
  3. Ad accogliervi: ci sono Massimo e Carlotta, ovvero il narratore-un po’ monatto e la Carolina-Carlina-Dama Velata attori-interpreti di un ricco racconto delle leggende misteriche e misteriose sui fantasmi di Milano.
  4. Ma poi ci sono pure zombie e maschere mostruose (a bordo). Insomma, occhio a chi date la mano nello scendere gli scalini. Potrebbe prendervi un colpo, come accaduto alla sottoscritta, e ritrovarvi con in mano le mani di uno scheletro.
  5. Le tappe

5 cose segrete di Milano che scoprirete con il Mistery Tour

  1. Perchè il biscione è il simbolo di Milano?
    Al Castello Sforzesco si incentra  la storia del Biscione di Milano. Allora saprete che la bissa si pappò il figlio di Ottone Visconti (famiglia che per prima fece erigere il maniero meneghino), ma che la biscia è anche il bastone di Mosè. In una storia di mostri di lago e letture dell’Antico Testamento, si intreccia il destino di conquista dei sovrani di Milano.
  2. Sant’Ambrogio, il diavolo e i Templari.
    Dopo questa sosta guarderete questa tappa con occhio nuovi e non potrete più non soffermarvi sui due fori nella Colonna del diavolo dal puzzo di zolfo, porta maledetta per gli inferi; luogo davanti al quale passa un cocchio funebre nelle nottate più buie; luogo dell’incoronazione dei Re del Sacro Romano Impero. Ma anche segno del passaggio dei templari, grazie ai mosaici a forma di scacchiera presenti sulla facciata della basilica intitolata al patrono di Milano (2 all’esterno) e nella campata a sinistra (2 all’interno).
  3. Perché Piazza Vetra si chiama così?
    E le sue streghe. Con un sacchettino di sale in mano, non potrete non lasciarvi suggestionare dalla storia di Carolina e del suo processo sotto l’Inquisitore. Candele accese, libro dell’inchiesta in mano e, alle spalle, la chiesa di San Lorenzo sono il contorno di quello che, un tempo, era la zona dei “vetraschi“, ovvero i conciatori di Milano. Il prato oggi sede di baci d’amore e qualche cannetta in passato era un luogo “puteolente”, ovvero un acquitrino con rivoli rosso sangue – quello delle bestie e delle pelli -, quello delle colorazioni, tutto, misto ai fumi della conciatura.
  4. Chi si muove tra le guglie del Duomo di Milano di notte?
    I fantasmi, i demoni e misteri assortiti tra le guglie del Duomo, come quello della sposina Carlina che portava in grembo il figlio di una passione, e non del suo Renzo, e per questo, appena arrivata a Milano dal bergamasco, si lasciò prendere dalla paura e si buttò tra le guglie. Da allora il suo corpo non è mai stato ritrovato, ma lei appare ancora oggi nelle fotografie dei novelli sposi nel sagrato e in cima alla Cattedrale.
  5. Piazza dei Mercanti nasconde i celti
    L’ex palazzo civico meneghino (di età medievale) riporta ancora una formella di marmo con l’iconografia della scrofa semilanuta, ovvero con la lanugine sulla metà del corpo, ricorda la leggenda celtica che avrebbe portato all’origine del nome Milano (non medio lanum come “terra di mezzo” ma “mezza lanugine”. Probabilmente, qui tutto avrebbe origine ben prima dell’arrivo dei romani.

Sì, perché Milano ha avuto origini celtiche (ne avevamo parlato qui).

E il Fantasma di Parco Sempione? C’è pure la dama di velata.

Abbiamo già parlato anche di lei, ma per una maggiore immedesimazione vi lasciamo allo spettacolo itinerante attraverso gli enigmi e i misteri di Milano:

Milano Misteriosa – Mistery tour

Che cos’è? Un tour spettacolo
Quando? Ogni venerdì dal 12/02/2016 al 25/03/2016
Orari: ore 19 e ore 21
Costo: 29 euro adulti; 14,50 euro bambini
Biglietti su prenotazione: http://www.zaniviaggi.it/tour/fuori_porta/FUO/Milano_Mistery_Tour.html
Facebook: https://www.facebook.com/milanomisterytour/

QUALCHE IMMAGINE? ECCOLA… MA NON ABBIATE PAURA…

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.