Cosa si fa domenica 21 febbraio 2016 a Milano? Si va alla Scala gratis, si mangia all’East Market e si va al cinema, ecco gli eventi del giorno!

A Milano non ci si annoia mai, lo sappiamo, ma gli appuntamenti previsti per domenica 21 febbraio 2016 sono pensati davvero per tutti: amanti dell’arte e del teatro, cinefili, ragazzi con disabilità per cui le barriere sono solo un’avventura da superare, questa è la giornata che fa al caso vostro!

Giornata della Guida Turistica

Anche in questo 2016 torna la Giornata Internazionale della Guida Turistica, giunta ormai alla sua XXVII edizione. Per domenica sono 2 le visite gratuite promosse dal Centro Guide Turistiche di Milano: si comincia con la Casa Museo Boschi Di Stefano (via Jan n° 15) con le opere del Novecento di Boccioni, De Chirico, Fontana e Sironi. Inizio visita ore 10:00, appuntamento alle 9.45. A seguire, una passeggiata per ammirare le architetture dell’Arengario e quelle del Palazzo della Borsa, i rilievi di Arturo Martini, le sculture di Leone Lodi e la provocatoria statua di Maurizio Cattelan. La visita termina presso la chiesa di Santa Maria della Porta con le testimonianze del passato riemerse dopo i restauri dell’area retrostante. Inizio visita ore 14:00, appuntamento alle 13.45 presso l’Arengario, via Marconi n° 1 (portici del Museo del’900). Le visite sono gratuite ma è necessaria la prenotazione inviando una email a visitearte@centroguidemilano.net o telefonando al 327.7024284 (lun/ven 16.00 – 17.30).

East Market in via Ventura

East Market Milano

La formula è sempre la stessa – cavallo che vince non si cambia, no?!, la location anche (via Privata Ventura 14-15), l’orario lo ricordiamo: dalle 10.00 alle 21.00. Swap party, buying&selling, food market, dj set… in 2 parole: East Market!

Concerto gratis Teatro alla Scala

Continuano gli appuntamento del teatro scaligero dedicati agli under 18 che, per l’occasione, potranno assistere a un concerto speciale a un prezzo simbolico: appena 1,00 euro. Il programma prevede l’esecuzione di brani di Gioachino Rossini (la Sinfonia da Il signor Bruschino), Luigi Boccherini (Musica notturna delle strade di Madrid versione per quintetto d’archi), Anibal Troilo e Astor Piazzolla (Contrabajeando), Béla Bartók (Danze popolari rumene) e Pedro Iturralde (Suite hellénique). I ragazzi potranno usufruire dello sconto esibendo il documento di identità; gli adulti di età superiore ai 18 anni potranno entrare al Teatro alla Scala come accompagnatori e il relativo biglietto costerà 5,00/10,00 euro per un posto in galleria o 15,00 euro per un posto in platea/palco. Non verranno rilasciati più di 2 biglietti a 1,00 euro per ogni adulto accompagnatore. L’appuntamento è alle ore 16.00.

ConTatto Verticale, rampicata per non vedenti

Domenica 21 sarà anche la prima giornata nazionale di arrampicata per non vedenti organizzata a Milano, titolo: ConTatto Verticale. Dalle 10.00 fino a tardo pomeriggio il Rock Spot di Pero (via Gramsci 29) ospiterà tutte le persone non vedenti che si metteranno alla prova con questa disciplina sportiva alla quale, forse, non avevano mai pensato di avvicinarsi. L’iniziativa, a ingresso libero, nasce da un’idea di tre scalatori, Pietro Dal Prà, Federico Stella e Carla Galletti, e da tre atleti della nazionale italiana Paraclimbing, Giulia Pggioli, Giulio Cevenini e Matteo Stefani). Per informazioni e prenotazioni: contatto21feb@gmail.com

Domenica al cinema con i titoli della settimana

Il premio Oscar come migliore attore per La Teoria del Tutto Eddie Redmayne torna al cinema diretto da Tom Hooper in The Danish Girl: con lui sul grande schermo Amber Heard, Alicia Vikander, Matthias Schoenaerts e Adrian Schiller. Risate assicurate con il supereroe della Marvel Deadpool (regia di  Tim Miller, con Ryan Reynolds, Morena Baccarin, Ed Skrein, T.J. Miller e Gina Carano). Ma questo fine settimana tutti gli occhi sono puntati su Il caso Spotlight di Thomas McCarthy (con Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams, Liev Schreiber e John Slattery) che ripercorre le vicende venute a galla dopo l’indagine del quotidiano The Boston Globe sull’arcivescovo Bernard Francis Law, accusato di aver coperto alcuni casi di pedofilia avvenuti in diverse parrocchie. Nel 2003 l’indagine valse il Premio Pulitzer di pubblico servizio al quotidiano.

Classe 1988, sono nata in un caldo giovedì di agosto in Brera, uno dei quartieri più belli della mia città. Dalla passione (divenuta laurea) per le lingue straniere all'attività di blogger e giornalista freelance, il passo per me è stato molto breve. Oggi mi occupo di comunicazione, ma scrivere di Milano è scrivere delle proprie origini.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea