La Porta Magica di Malpensa: ologrammi e 3D per scoprire i tesori nascosti di Milano, ecco come!

teatro olografico Sogli Magica_CheekToCheek

Tutti chiamano l’aeroporto di Milano Malpensa “la Porta di Milano“. Da aprile 2016 c’è una motivazione non solo “empatica” ma anche tecnologica.

Avete mai sentito parlare del Teatro Olografico della Soglia Magica, progetto scelto da SEA Aeroporti di Milano nel 2009 per rappresentare artisticamente la Porta di Milano”?

Si tratta di un palinsesto largo 8 metri e profondo 4 che trasmette dalle 8:00 alle 22:00, 7 giorni su 7, 7 clip differenti, di circa 30 minuti in totale, in streaming, da remoto, sia in inglese che in italiano.

Ad attrarre lo stupore dei visitatori di questa scatola magica è la proiezione di alcune opere conservate a Milano e riprodotte in versione ologramma sfruttando la tecnica scenica, di grande impatto in età vittoriana, denominata Pepper’s Ghost.

Il Pepper’s Ghost è una delle tecniche illusorie utilizzate nei teatri inglesi di pieno Ottocento per visualizzare i fantasmi durante gli spettacoli e che oggi impiegata in alcune applicazioni per produrre ologrammi in grado di generare nell’utente finale il cosiddetto “effetto wow”, ma senza l’uso di occhialini 3D.

L’ effetto finale dunque deve  lasciare sbalorditi non appena varcata la cosiddetta “Soglia Magica“: si tratta di una particolare struttura architettonica di 900 mq elaborata dagli architetti Nicolin, Marinoni, Calzoni e Di Gregorio, la vera “porta di Milano” dunque, che si apre come un sipario virtuale costituito da una lama di luce realizzata producendo folate di nebbia (tecnologia EyeLiner System di Studio Tangram, partner di MDH Hologram ltd).

Che cosa mostra? Ad esempio l’opera di Fausto Melotti ‘I sette Savi’; l’ologramma di Philippe Daverio che descrive il Duomo di Milano con tanto di riproduzione – sempre in 3D – di un modello originale in legno di tiglio e noce, attualmente conservato nel Museo del Duomo della Veneranda Fabbrica. Ma ci sono anche i concerti dei ragazzi dell’Istituto Musicale Pareggiato Giacomo Puccini di Milano, con in sottofondo il brano Cheek to Cheek e le musiche di Vivaldi.

L’effetto è quello 3D autostereoscopico messo in atto dal complesso sistema di tecnologie impiegate, tra i quali il proiettore professionale Panasonic PT-DZ21K da 20.000 ANSI Lumen.

Il progetto ha visto coinvolti SEA Aeroporti di Milano e Studio Tangram – partner italiano del fornitore leader mondiale nell’ambito della proiezione olografica MDH Hologram – ed ha raggiunto la approvazione di tutti:”Siamo fieri di aver avviato questo progetto con l’obiettivo preciso di intrattenere i viaggiatori immergendoli in un’esperienza al contempo culturale e tecnologica. ” ha detto Serafino Perego, Direttore Real Estate and Corporate Projects di SEA. “Abbiamo raggiunto l’obiettivo di catturare l’attenzione attraverso contenuti artistici e culturali che promuovono le bellezze del nostro Paese. Il sistema altamente tecnologico cui si è giunti, grazie a Studio confermato altamente affidabile. Siamo pronti per integrare e rendere ancora più interessante e variopinto il palinsesto di contenuti nel corso del 2016″.

Per approfondire la gamma completa di prodotti Visual System Solution visita: http://business.panasonic.it/sistemi-visuali/

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.