Quegli aperitivi dai sapori semplici che tanto vanno di moda a Milano

Nel bel mezzo della tensione al progresso e al voler essere sempre alla Moda, negli ultimi anni Milano ha rivelato,  una s(tr)ana propensione verso il passato, come a dire che, non solo il vintage, ma proprio tutti i sapori semplici, quelli di una volta,  hanno un retrogusto di bellezza in più imperdibile, all’ora dell’aperitivo, come a cena, come per il dopocena…
In questa onda di autenticità e retrò si collocano due appuntamenti di Milano davvero sorprendenti: le serate sotto le stelle di Cascina Guzzafame e gli happy hour di cuore del Bicerin.

Prendi la tangenziale ovest, armati di pazienza, perditi tra i campi dopo l’uscita Gaggiano, supera una roggia ed entra nel mondo di Cascina Guzzafame.
Ergo: fatti un regalo, perché la grande casa colonica di Ada e Augusto, i capostipiti di una famiglia di agricoltori con un colorato orto biologico aperto anche per attività didattiche e con le scuole, allevatori e oggi pure ristoratori, è un abbraccio di salute e sapori di una volta.

Tutto qui parla di storia, di milanesità, di terra, di ritorno allo spirito autentico delle cose.

Sarà per le distese di orti e campi, ancora più suggestivi all’ora del tramonto.
Per le mucche e la casa dei vitellini – ci sono quelli baby e i teenager altrettanto simpatici.

cascina milano
Per il nuovo ristorante-casa da appena 30 coperti intitolato proprio ai bisnonni, ‘Ada e Augusto’ che con i suoi due menù degustazione (Ada, al prezzo di 45 euro, e Augusto, al prezzo di 58 euro) e quei Ravioli di ricotta di mandorle, basilico e pomodoro appena introdotti nel menu sta facendo impazzire i milanesi che lo scoprano nel circuito delle cascine, come gli chef stellati di una certa Milano ‘in’ – da Davide Oldani a Andrea Berton. In cucina c’è l’executive chef giapponese Takeshi Iwai, allievo di molti grandi chef italian (Ada e Augusto è aperto solo la sera, dal mercoledì al sabato compreso).

Per tutti gli altri, ecco il ristorante agrituristico, aperto da cinque anni nella grande sala colonica dal martedì al venerdì solo a pranzo mentre il sabato e la domenica il menu diventa più ricco.

Sarà perché di porticati così a Milano ce ne sono pochi, ….

…. e trovarcisi seduti sotto, in una cena-evento sotto le stelle mentre suona un complesso folk un che di felliniana memoria, fatto sta che Cascina Guzzafame – omen nomen – aguzza la fame di cose belle, semplici, con radici ben piantate a terra ma che per la loro autentica bellezza ti sanno far sognare.

Ravioli-di-ricotta-di-mandorle,-basilico-e-pomodoro-

Un souvenir da questa esperienza? L’acquisto di uno dei prodotti raccolti “in tempo reale” o i dolci realizzati dalla pastry chef Maria Giulia Magario, nella bottega aperta dalle 10 alle 19 (orario continuato il sabato e la domenica, mentre mercoledì, giovedì e venerdì c’è la pausa pranzo), oppure esperienziale cogliendo l’occasione delle lezioni in fattoria o dello yoga nei campi o delle mille altre attività organizzate qui e che rendono questo luogo un affaire per giovani amanti di Milano, anche se a qualche minuto fuori dalla città.

CASCINA GUZZAFAME
Località Guzzafame
20083 Gaggiano (MI)
Tel. 02 9086659
info@cascinaguzzafame.it
www.cascinaguzzafame.it
(Credits: Luigi Pozzi – Weekendidea)

Ma non è tutto. Per chi non se la sentisse di fare i chilometri e l’idea della convivialità sana fosse la spinta per un’uscita infrasettimanale, la giustificazione per una tirata tardi la propone il primo anniversario dell’enoteca e wine room Bicerìn Milano di Via Panfilo Castaldi.

“Per l’occasione è stata organizzata una serata speciale in programma per mercoledì 6 luglio durante la quale verranno venduti calici di vino di piccole cantine italiane. Il ricavato sarà devoluto alla fondazione americana Wine to Water, impegnata da anni nella realizzazione di pozzi di acqua potabile nei Paesi del Terzo Mondo” mi spiegano gli organizzatori. 

Questa, un’occasione, ma il party di beneficenza non è che la conclusione per celebrare un anno di soddisfazioni e risultati lusinghieri per Silvia, Alberto e Lorenzo, i proprietari, ‘amici’ ancora prima che soci – lo dicono loro stessi.

La loro comune passione per il vino li ha portati ad aprire un locale che ha rivoluzionato il concetto tradizionale di enoteca per diventare un posto del cuore, aperto 7 giorni su 7 fino alla mezzanotte, in cui sentirsi come a casa e vivere al meglio l’esperienza del buon bere al passo con i tempi e con proposte originali, dal “wine sharing” al ciclo di incontri delle “domeniche al Bìc”.

€ 10,00 al calice, con finger food in accompagnamento
Per informazioni e prenotazioni:
BICERÌN MILANO
Via Panfilo Castaldi 24, Milano
www.bicerinmilano.com
info@bicerinmilano.com – TEL 02/84258410

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.