ComeHome!, l’app per imbucarsi con stile alle feste private di Milano

comehome! app

A Milano arriva l’app per partecipare alle feste private più cool: si chiama ComeHome, letteralmente ‘Vieni a casa’, ed è l’idea avventurosa di un gruppo di startuppari…

L’idea è geniale: chi non si è mai imbucato a una festa, magari senza nemmeno conoscere il festeggiato e/o il padrone di casa? A tutti, almeno una volta nella vita, e non cercate di negarlo!.
A Milano, città dei cervelli sempre in azione e delle start-up che spuntano come funghi, è addirittura nata una piattaforma digitale pensata per partecipare a eventi tra sconosciuti che consente la conoscenza di persone sempre nuove, a seconda dei gusti che si hanno in fatto di serate. La geniale idea (che, seppure alla lontana, a noi ricorda le serate di Ma’ Hidden Kitchen Supper Club) si chiama ComeHome! e ha un po’ dell’Airbnb e un po’ dello Spotlime: l’utente iscritto sceglie infatti dal calendario gli eventi in programma tra feste, cene, aperitivi, musica dal vivo, etc. ed è così pronto per “imbucarsi” senza sentirsi fuori dal gruppo. Ma su ComeHome! gli utenti possono anche creare il proprio evento tra sconosciuti, ideando il format, descrivendo il tipo di appuntamento segnalando il numero di posti disponibili.

Al momento la community conta 3.500 iscritti, con l’obiettivo di raggiungere i 30.000 entro la fine dell’anno, per poi espandersi nelle altre grandi città d’Italia, magari con l’aiuto di investitori…

Tutto gratis? No, ma il contributo è davvero irrisorio, come spiega in questa intervista a Startup Italia Daniele Chierchia, uno dei quattro fondatori: «La piattaforma prende un piccolo contributo (circa 2 euro) per ogni partecipante agli eventi, ma per invogliare i nostri utenti ad organizzarne sempre di più adesso stiamo collaborando con altre startup per inserire diversi servizi accessori che semplifichino la vita degli host».

Insomma, se non sapete cosa fare questo weekend, scoprite gli eventi previsti per stasera, accreditatevi e attendete di conoscere l’indirizzo in cui recarvi. Buon divertimento!

Classe 1988, sono nata in un caldo giovedì di agosto in Brera, uno dei quartieri più belli della mia città. Dalla passione (divenuta laurea) per le lingue straniere all'attività di blogger e giornalista freelance, il passo per me è stato molto breve. Oggi mi occupo di comunicazione, ma scrivere di Milano è scrivere delle proprie origini.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea