Giornate della Memoria 2018: gli appuntamenti della settimana a Milano

MEMORIALE DELLA SHOAH DI MILANO. Letteratura, musica e teatro: tutti gli appuntamenti che celebrano la Memoria dal 26 gennaio e per tutto febbraio.

Il 19 gennaio scorso Liliana Segre, una delle pochissime milanesi tornate dai campi di sterminio nazisti e dagli abomini della Seconda Guerra Mondiale, è stata nominata senatrice a vita. Un riconoscimento importantissimo e dovuto nei confronti di una milanese doc che ha vissuto tutta la sua vita nel nome della Memoria: dei suoi cari, di quello che accadde oltre 70 anni fa in tutto il mondo, affinché le nuove generazioni sapessero.

E’ anche grazie a lei se il Binario 21, quello da cui tra il 1943 e il 1945 partirono i convogli carichi di ebrei, zingari, omosessuali, dissidenti politici verso Auschwitz-Birkenau, Bergen Belsen e ai campi italiani di raccolta, come Fossoli e Bolzano, oggi è divenuto un luogo musealizzato, vivo nella Memoria dei milanesi e non solo.

Oggi quel Binario 21 è divenuto Memoriale della Shoah di Milano.

Per aumentarne la conoscenza, dall’ultimo fine settimana di gennaio e per tutto il mese di febbraio sarà aperto alla cittadinanza, con un fitto programma di incontri culturali e filmati d’epoca.

Ecco il programma

Venerdì 26 (dalle ore 10.00 alle 17.30, visite libere o guidate ogni 30′ -per orari e prenotazioni: Ticketone.it/memoriale-della-shoah) e domenica 28 gennaio (dalle ore 10.00 alle 18.00 visite guidate e/o libere, ogni 30 minuti -per orari e prenotazioni: Ticketone.it/memoriale-della-shoah) si terranno Open Day con visite libere e guidate.

Allora, il Memoriale della Shoah di Milano aprirà le sue porte a tutti i cittadini interessati a scoprire questo luogo unico in Europa, in quanto il solo teatro delle deportazioni ad essere rimasto intatto.

Presso il Memoriale sarà possibile assistere alla proiezione di filmati d’epoca, molti dei quali inediti, su gentile concessione dell’archivio dell’Istituto Luce.

Come consuetudine, inoltre, anche quest’anno, nell’ambito delle celebrazioni previste per il Giorno della Memoria, si terrà sabato 27 gennaio alle ore 20.00, presso la Sala Verdi del Conservatorio G. Verdi di Milano, il concerto di commemorazione del XVIII Giorno della Memoria con la regia di Rosario Tedesco e musiche di Wolfgang Amadeus Mozart, Paul Hindemith e Ilse Weber. Il concerto è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza.

Per ciascuna tipologia di visita, è obbligatoria la prenotazione sul sito Ticketone.it/memoriale-della-shoahh dove sarà possibile selezionare la fascia oraria desiderata. Nei giorni dell’evento sarà possibile accedere alle visite in loco solo nel caso di disponibilità residua nelle fasce orarie, compatibilmente con la capienza e con le prenotazioni già pervenute. La visita è gratuita, fatto salvo il costo di gestione della prevendita TicketOne, pari a 1,50 €.

Programmi ricchi di incontri e approfondimenti che proseguiranno fino al primo weekend di febbraio nel nome della Memoria.

Inoltre, il Memoriale resterà aperto alla cittadinanza tutte le domeniche del mese di febbraio dalle ore 10.00 alle 18.00.

Giovedì 1 febbraio alle ore 18.00 si terrà presso il Memoriale della Shoah la presentazione del libro di Sergio Luzzatto “I bambini di Moshe. Gli orfani della Shoah e la nascita di Israele” edito Einaudi. Il libro racconta le vicende di circa settecento bambini sopravvissuti alla Shoah e rifugiatisi nell’Italia della Liberazione. Luzzatto ripercorre la storia di Moshe Zairi, ebreo galiziano che, ponendosi alla guida dei bambini salvati, consentirà loro di rinascere cittadini della nuova Israele. A parlarne con l’autore, Marco Cavallarin e Gad Lerner; modererà l’incontro Marco Vigevani.

Domenica 4 febbraio alle ore 18 il Memoriale ospiterà il concerto “Echi ebraici nella musica europea” con musiche di Musorgskij, Rimskij-Korsakov, Ravel, Rodrigo, Šostakovič. Interpreti del concerto il soprano Maria Klimenko, il mezzosoprano Vittoria Vimercati, il tenore Alessandro Tamiozzo e il pianista Sergio Lattes. Per assistere al concerto è obbligatoria la prenotazione sul sito http://www.ticketone.it/memoriale-della-shoah. diti, su gentile concessione dall’archivio dell’Istituto Luce (prenotazione obbligatoria sul sito Ticketone.it/memoriale-della-shoah).

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.