Eccellenze di Milano viste dai social: ecco tutti i numeri 1

Eccellenze di Milano viste dai social: ecco tutti i numeri 1 secondo la classifica di Blogmeter. I settori coinvolti sono cinque.

Le nuove eccellenze di Milano? Sono tante e sono pure molto social.

Sono finiti i tempi in cui panetun, cassoeula e polpétte rendevano riconoscibile e noto al mondo il classico “stile polentone milanese”.

Ora che la vita reale si vive anche (e soprattutto) nel mondo digitale, le eccellenze di Milano, “quelle realtà che rappresentano la storia e la cultura di Milano”, si misurano anche a colpi di followers e reach.

A misurarle è stata una classifica presentata in anteprima assoluta all’evento Open Night – A tu per tu con la ricerca (Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, 28 settembre) che ha mostrato le performance di tutte le pagine ufficiali Facebook, Twitter e YouTube delle principali aziende, soggetti ed enti che rappresentano la cultura e la storia milanese su un totale di 69 realtà e divise in 5 settori di riferimento: Cultura, Editoria, Industria, Istruzione, Sport.

Chi ha vinto?

Ecco la classifica dei numeri 1!

Eccellenze di Milano viste dai social

# settore company – Esselunga con 128 mila e oltre 106 mila new fans, sui suoi canali Facebook e YouTube
# settore sport – Inter (8,7 milioni di utenti “colpiti” a botte di #InterIsHere e #ForzaInter)
# settore cultura – Duomo di Milano (15 mila interazioni totali)
# settore editoria – Corriere della Sera, (6,4 milioni di interazioni, più della la Gazzetta dello sport – 3,1 milioni di interazioni)
# settore istruzione – Politecnico di Milano (46 mila interazioni e oltre 580 contenuti social postati nel trimestre di riferimento)

Fonte: Blogmeter.it

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.