Steve McCurry a Milano in doppia mostra: ecco indirizzi, orari e biglietti!

Tutti amano Steve McCurry. O per lo meno: è assai improbabile che qualcuno si perda l’occasione di vedere una sua mostra.

Inaugura il 16 dicembre “Animals”, la grande personale del celebre fotografo statunitense composta da 70 scatti tra opere conosciutissimi e scatti ancora da scoprire.
E’ stata realizzata appositamente per un’occasione speciale, per la città di Milano.

Al Ahmadi, Kuwait, 1991, KUWAIT-10001.
Camel and Oil Fields
Sandwiched between blackened sand and sky, camels search for untainted shrubs and water in the burning oil fields of southern Kuwait. Their desperate foraging reflects the environmental plight of a region ravaged by the gulf war. Canby, Thomas Y. (August 1991)

“Animals” di Steve McCurry è infatti il punto di inizio del nuovo spazio MUDEC PHOTO, una area dentro la quale il Museo di Via Tortona 56 ospiterà mostre fotografiche temporanee.

Il titolo concentra il valore del tema: l’interazione uomo-animale nelle culture del mondo. Ecco perché la mostra è stata scelta per un museo come il MUDEC-Museo delle Culture.

La mostra sarà aperta con i seguenti orari: lunedì dalle 14.30 alle 19.30; martedì mercoledì venerdì e domenica dalle 09.30 alle 19.30; giovedì e sabato dalle 09.30 alle 22.30.Per informazioni: 0254917 (lun-ven 10.00-17.00) – (Mudec.it/ita/steve-mccurry/).

Ma questa non è che la prima di una doppia occasione che Milano dedica al grande autore a partire dal mese di dicembre.

Martedì 04 dicembre dicembre la galleria privata Whitelight Art Gallery di Via Copernico 38 presenta ICONS.5.7 Master photographers.
Con ingresso gratuito dal 5 dicembre previo appuntamento e fino al 28 febbraio 2019 espone una grande antologia che inanella, una dietro l’altra, straordinarie opere di quattro grandi maestri della fotografia: Steve McCurry appunto, ma anche Cristian Cravo, Gian Paolo Barbieri, Eolo Perfido.

Un incontro tra tra tecniche e visioni: “non un confronto ma un vero e proprio percorso tra i più grandi scatti del nostro tempo, un dialogo equilibrato e potente allo stesso tempo attraverso gli sguardi dei loro autori, grandi firme della fotografia contemporanea”.
All’interno, anche il Progetto Art Box: Solo 5 opere fotografiche, selezionate tra le più famose icone di ogni artista, verranno presentate in formato inedito ed esclusivo, racchiuse all’interno di una custodia interamente realizzata a mano, in legno, rivestita di pelle, con una grafica personalizzata per ogni autore e firmata da Anders Weinar, in numero limitato. Ogni Art Box ha una tiratura limitata di 7 pezzi (Whitelightart.it).

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.