Libri Disney per insegnare i sentimenti in famiglia: nascono gli “Emozionari”

Un Abc dei sentimenti per piccoli e grandi da condividere in famiglia, dedicata allo sviluppo emotivo e delle abilità sociali nei bambini.

Libri Disney per insegnare i sentimenti in famiglia: nascono gli “Emozionari“, una collana di fiabe inedite con protagonisti e narratori i personaggi più amati dal mondo Disney, dedicate all’insegnamento delle emozioni, con & in famiglia.

In un’epoca in cui si è persa la regola della “favola della buona notte” e in cui magazine e fanzine si sentono in dovere di analizzare fenomeni come quello del “Consumismo Relazionale” con le conseguenze che esso provoca (su Eticamente.net), Disney e Giunti Editore producono un progetto editoriale speciale: “Emozionari“, la prima collana Disney, pubblicata in Italia da Giunti, nata con l’intento di favorire lo sviluppo emotivo e delle abilità sociali nei bambini, attraverso l’esempio e i messaggi veicolati dalle storie illustrate.

Un po’ “Inside Out”, che dell’analisi dei sentimenti e la loro educazione ha fatto una case nel mondo dell’entertainment.

Un po’ “C’erano una volta le buone azioni insegnate in famiglia”.

Il progetto editoriale, originale per scrittura e visti i tempi che corrono, è nato nel nostro paese sull’onda di un tema editoriale ormai consolidato sul mercato, ma che proprio nella storia del film Disney-Pixar Inside Out ha la sua pietra miliare precorritrice.

Il racconto dei personaggi Disney incoraggia l’educazione ai sentimenti dei giovani lettori, aiutandoli a comprendere i propri stati d’animo e a dare un nome ai sentimenti, quelli che si acquisiscono per cultura proprio attraverso le storie, i miti, la poesia…

Accanto alla storia inedita presente in ciascun volume, sono inserite alcune pagine, identificate da un’icona, a cura dell’Allenatore Emozionale, che hanno l’obiettivo di fornire un momento d’interazione, un’occasione di confronto genitore/bambino su una situazione emozionale.

Infine, ogni libro ospita tre pagine dirette ai genitori; l’Abc dei sentimenti, con la decodifica delle varie situazioni emotive proposte dal volume, e i consigli per la famiglia sempre a cura dell’Allenatore Emozionale.

Libri Disney: “Emozionari”, i 4 titoli della Collana e i loro protagonisti

LE PICCOLE COSE CHE MI FANNO FELICE, con Belle da La Bella e la Bestia

Belle è in viaggio verso la Biblioteca Nazionale di Parigi per fare ciò che la rende più felice: sfogliare i suoi amati libri. Non sa che, sul percorso, l’aspettano nuove scoperte. Scoprirà così che la vita è piena di cose meravigliose e che la felicità è fatta anche di piccole cose.

VORREI UNA COCCOLA, con Dory da Nemo

Dory vive nella barriera corallina con i suoi amici, tra cui Nemo. E qualche volta si mettono nei guai. Ma la pesciolina scoprirà presto che nelle situazioni di difficoltà, è importante sentirsi capiti e avere accanto qualcuno che si preoccupa per noi.

FAI SENTIRE UNICO, con Olaf da Frozen

Il pupazzo di neve Olaf non vede l’ora di rivedere i suoi fratellini, ma quando arriva al Palazzo di Ghiaccio, i piccoli non gli danno retta, non fanno le cose che piacciono a lui. Siamo tutti diversi e sono le nostre differenze che fanno di noi le persone che siamo: uniche e speciali.

GRRR…CHE RABBIA, con Rabbia da Inside Out

Tra compiti, faccende domestiche e un piccolo capriccioso a cui badare, Riley deve tenere a bada molte emozioni. In lei, spesso è la RABBIA ad avere il sopravvento ed è difficile imparare a gestirla. È importante esprimerla, accettarla e superarla.

Libri Disney: Target

da 4 anni a quelli che ha ciascuno di noi.
In libreria dal 3 aprile 2019 al costo di 9,90 euro.

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Milanoincontemporanea
Riguardo a Paola Perfetti

Sono nata al Fatebenefratelli, zona Brera, una delle zone più bohemienne di Milano, che non poteva che portarmi alla laurea in Storia dell'Arte. Nel 2009 ho fondato Milanoincontemporanea per non metterla da parte.