Risultati di ricerca per: Wall of Dolls

Wall of Dolls, la moda contro il femminicidio in via De Amicis

Nonostante la sensibilizzazione che si fa sul tema, nonostante la costante nascita di strutture di supporto, i media – che si tratti di carta stampata, telegiornali o web – ci continuano a parlare diorribili violenze sulle donne. Non ultima la terribile tragedia di continua a leggere Wall of Dolls, la moda contro il femminicidio in via De Amicis

Il nuovo sindaco di Milano? Le primarie si votano con #sindacoperunminuto e il progetto Vivaio. Tutti a Palazzo Lombardia il 20 settembre 2015!

A Milano c’è un Vivaio storico. Quello di via Arena, davanti al n. 7. Posizionato esattamente alle spalle delle “Colonne” e del Wall of Dolls, immerso nel trambusto del traffico della circonvallazione interna, è sommerso di piante e fiori – quelle della Sig.ra Gina: un’istituzione.continua a leggere Il nuovo sindaco di Milano? Le primarie si votano con #sindacoperunminuto e il progetto Vivaio. Tutti a Palazzo Lombardia il 20 settembre 2015!

Dal 5 luglio saldi a La Rinascente contro la violenza sulle donne

La violenza sulle donne è diventato un argomento da copertina patinata. E’ un bene che se ne parli, ma, come spesso succede, il troppo stroppia e certe azioni che possono essere considerate positive poi possono ritorcersi alle stesse persone che pensavano di agire per il meglio.

Poniamo il caso del Wall of Doll dei Navigli: azione lodevole, ma pare essere più un soggetto da Instagram che un muro del pianto e del sollievo per chi passa da via De Amicis.

Poniamo il caso del Convivio: anche noi di Milanoin siamo stati presenti alla sera di gala ma, lo avrete notato, quest’anno non abbiamo calcato la mano sull’evento charity. Troppi VIP patinati. Meno ricordo sul fatto che fossimo tutti lì per un’iniziativa contro l’AIDS.

E La Rinascente? Fa lo stesso, ma speriamo che il risultato sia meno glamour.

Supporta Pangea Onlus il progetto “Il sorriso più bello” che sabato 5 luglio, in tutti i negozi la Rinascente, fa raddoppiare ogni euro donato dalla Clientela.

Si approfitta del prossimo sabato in quanto primo giorno di saldi.

Grazie al grande coinvolgimento dei dipendenti Rinascente e al continuo contributo dei clienti, il progetto nei suoi 15 mesi di vita ha prodotto risultati significativi, come dimostra il video realizzato nella casa rifugio di Caserta (http://rinascente.it/rinascente/it/event/event/29/).
Con il ricavato, devoluto al 100% dalla Rinascente a Fondazione Pangea, si è potuto sostenere il programma “Piccoli Ospiti”, che prevede che le mamme vittime di violenza e i loro figli vengano accolti in una casa rifugio e aiutati a ricostruire il loro rapporto con specifici programmi psico-riabilitativi
” ci spiegano da La Rinascente.

L’obiettivo, dunque, aiutare donne, madri, mamme a scappare dal nascondiglio dell’orco ed approdare ad un rifugio sicuro.

La casa rifugio, ad oggi, ha potuto ospitare 5 donne e 7 bambini. Il centro antiviolenza ha fornito gratuitamente consulenze legali a 26 donne, consulenze psicologiche a 30 donne e ha risposto a 69 richieste d’aiuto arrivate telefonicamente.

Dunque, ricapitoliamo: acquistando uno dei prodotti realizzati per il progetto “Il sorriso più bello”, il 100% del ricavato verrà devoluto da la Rinascente a Fondazione Pangea Onlus.

Uccidersi di shopping o cercare di fermare questo massacro quotidiano di donne, colpevoli solo di essersi innamorate di teste malate?

Sarebbe bene che finissero l’una e l’altra cosa, e che la vita tornasse ad essere radiosa. Anche nel momento leggero di una compera in città.