Milano Natale 2014: dal 3 dicembre Raffaello in mostra gratuita a Palazzo Marino

A Milano non esiste Natale senza la grande esposizione di un capolavoro dell’arte in mostra gratuita a Palazzo Marino. Nella Sala Alessi del Comune menehgino, ad essere precisi.

Dopo la “Conversione di Saulo” di Caravaggio, il “San Giovanni Battista” di Leonardo, la “Donna allo Specchio” di Tiziano, “La Natività ” di Georges De la Tour e l’”Amore e Psiche“, Raffaello torna a Milano e lo fa con un grande evento, questa volta sponsorizzato da la Rinascente.

Ad essere protagonista di un rinnovato incontro speciale con la grazie e la bellezza è la “Madonna Esterházy” proveniente dal Museo delle Belle Arti di Budapest (Szépművészeti Múzeum).

Olio su tavola databile al 1508, alla fine del periodo trascorso da Raffaello a Firenze e prima di essere chiamato a Roma da Papa Giulio II, racconta la scena della Vergine, il Bambino e San Giovannino in modo luminoso e leonardesco, vista la precisione narrativa e la descrizione dei particolari classici sullo sfondo.

Curiosità: sul retro, un biglietto ricorda la donazione della tavola da Papa Clemente XI all’imperatrice Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbuttel. Tra il 1721 e 1812 il dipinto passò alla famiglia Esterhazy.

L’opera venne trafugata la notte del 5 novembre 1983, insieme ad altre opere di Raffaello, Giorgione, del Tintoretto e del Tiepolo: tutte le opere, compresa la Madonna Esterhazy, vennero recuperate dai Carabinieri italiani in un convento greco abbandonato, nella località di Eghjon.

La mostra gratuita. Dal 3 dicembre 2014 allʼ11 gennaio 2015. Le visite saranno guidate gratuite ed i visitatori saranno ammessi alla mostra in gruppi, accolti da storici dellʼarte di Civita, gestore museale delle Gallerie dʼItalia, che faranno da guida al percorso espositivo.

La mostra è promossa dal Comune di Milano, Intesa Sanpaolo, la Rinascente; l’iniziativa è realizzata da Palazzo Reale e dal Museo delle Belle Arti di Budapest in collaborazione con le Gallerie dʼItalia di Piazza Scala, curata da Stefano Zuffi e organizzata con la collaborazione di Arthemisia Group.

Catalogo Skira a corredo.

Ingresso gratuito.

La Madonna Esterhazy a Palazzo Marino, mostra gratuita
Sede Milano, Palazzo Marino
Piazza della Scala, 2
dal 3 dicembre 2014 allʼ11 gennaio 2015
www.comune.milano.it/raffaello
#raffaelloEsterházy
Info prenotazione scuole 800-16-76-19

Ingresso libero
Orari di apertura al pubblico
Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 20.00 (ultimo ingresso alle ore 19.30)
giovedì dalle ore 9.30 alle 22.30 (ultimo ingresso alle ore 22.00)
7 dicembre chiusura ore 12.00
24 e 31 dicembre chiusura ore 18.00

BRERART 2014: dal 22 al 25 Ottobre Milano diventa una galleria d’arte

… a cielo aperto! Cioè, non che noi di Milanoincontemporanea avessimo qualche dubbio considerato che della bellezza della nostra città abbiamo fatto la nostra ragione di blogging da… QUASI 5 ANNI TRA POCHI GIORNI! Beh, noi oggi siamo pronti ai blocchi di partenza. BrerArt, la Settimana dell’Arte Contemporanea, la mostra diffusa nel territorio che solo nel 2013 ha coinvolto 95 tra musei, istituzioni pubbliche e private, fondazioni e associazioni culturali, circa 100 gallerie, palazzi storici, showroom e luoghi di Brera e di Milano, oltre a 464 artisti italiani e internazionali, torna dal 22 al 25 Ottobre a Milano all’interno di uno dei quartieri “dell’arte” per eccellenza. Brera appunto.

La Contemporary Art Week meneghina ancora una volta sarà diffusa tra showroom di imprese, musei pubblici e privati, palazzi storici, locali pubblici e chi più ne ha più ne metta.

Ovviamente sarà interattiva (#BRERART è l’hashtag ufficiale). Ovviamente forte sarà il legame con il tema di Expo 2015, il cibo. Ovviamente sono previsti incontri speciali. Ovviamente ci si sentirà parte del progetto d’arte tra live paintings, preview, show cooking (si cucina d’arte, si mangia davvero).

Mercoledì 22 Ottobre una nostra cara conoscenza, Milano Città Nascosta, alle ore 13.00 presenta “Un panino con… SPECIALE BRERART”, una visita guidata e pranzo al sacco della durata di 1 ora e per 10 euro per scoprire i segreti della manifestazione. Tornerà sabato 25 Ottobre.

Cibartisti Brerart 2014

Cibartisti Brerart 2014

Itinerario alla scoperta dell’arte contemporanea, a cura di Manuela Alessandra Filippi – Milano Città Nascosta. Prenotazione obbligatoria, posti limitati, costo 10€, durata 60 minuti.

Il programma è ricco. Potete consultarlo qui.

Durante il weekend, poi, eccezionalmente palazzi e location private saranno eccezionalmente aperte.

Cosa contiene BrerArt? Arte visiva del XX e XXI secolo, compresi quadri, sculture, installazioni, video, multipli, stampe e performance dal vivo.

Quanto costa BrerArt? Nulla. L’evento è gratuito! Con la tessera Top Card, poi, si può accedere a un ricco pacchetto di iniziative esclusive nell’ambito di BRERART, nonchè di godere di vantaggi riservati. I visitatori interessati possono richiedere la Top Card compilando il modulo presente nell’apposita pagina del sito.

Chi partecipa a BrerArt? Il valore dei partecipanti e degli artisti coinvolti, poi, è di taratura internazionale.

Non sarà Art Basel o non avrà il mare come Miami, ma Milano l’è bela ed è a un tiro di schioppo.

Appuntamenti. Già oggi, per esempio, dalle ore 18 Pao (“quello” dei pinguini) e Mr. Wany inaugurano allo Spazio San Giorgio Arte Contemporanea.

Per informazioni: www.brerart.com ; #BRERART, Facebook, Flickr.

Eva Green per il Calendario Campari 2015: cocktail e preview

Donne da calendario e da Milano. Se ce ne sono così a Milano

Torniamo a parlare di Campari e del suo lunario: una chiccheria per gli amanti dell’arte fotografica.

A interpretarlo per il 2015, dopo illustre colleghe come Salma Hayek, Eva Mendes, Jessica Alba, Milla Jovovich, Penelope Cruz e Uma Thurman, ecco Eva Green (Sin City tra i suoi film di maggiore successo). Verde di nome Eva, rossa per Campari, però.

La protagonista del calendariointitolato “Mythology Mixology” e tutto dedicato alla celebrazione della storia di Campari e delle vicende legate a dodici dei cocktail classici più amati di sempre, sarà immortalata dalla fotografa Julia Fullerton-Batten. E sarà la prima volta che dietro ai dodici mesi Campari ci sarà l’obiettivo di una donna fotografa.

Un’artista acclamata in tutto il mondo sin da “Teenage Stories” del 2005, una narrazione evocativa che raffigura il passaggio di una ragazza adolescente all’età adulta. Da allora ha esposto le sue opere in tutto il mondo, soprattutto in luoghi non convenzionali, con ambientazioni altamente creative, con persone comuni scelte come modelli e la luce cinematografica.

Con lo stesso stile, ogni mese sarà incentrato su un cocktail classico, raffigurando con esso gli aneddoti, le curiosità e i racconti pressoché sconosciuti che si celano dietro a ciascuna ricetta.

Spiega Bob Kunze-Concewitz, amministratore delegato del Gruppo Campari: “Emergono nuovi interessanti trend di reinterpretazione in chiave moderna dei cocktail classici, creati dai barman allo scopo di rilanciare le ricette storiche nel mondo contemporaneo. Il Calendario Campari di quest’anno è stato concepito proprio per celebrare questi cocktail senza tempo e la loro anima classica. Alcune sono leggende note, mentre altre sono miti pressoché sconosciuti: tutto il Calendario risulta quindi un racconto affascinante, illustrato magistralmente dal nostro team e dalla bellissima Eva. Non vediamo l’ora di svelare tutti i dettagli di questo interessante progetto”.

Volete una piccola anticipazione?!

Campari Calendar 2015_BTS_July 10_by Francesco Pizzo (2)

Campari Calendar 2015_BTS_July 10_by Francesco Pizzo (6)

Campari Calendar 2015_BTS_July 10_by Francesco Pizzo (7)

Campari Calendar 2015_BTS_July 10_by Francesco Pizzo (9) 2

Campari Calendar 2015_BTS_July 10_by Francesco Pizzo (10)

Campari Calendar 2015_BTS_July 10_EVA and JULIA_Selfie

Aperitango al (R)Estate in Fabbrica. Domenica latina!

Sarà perché fa caldo, sarà perché è la Fabbrica del Vapore. Sarà che ai Mondiali gli Azzurri hanno fatto flop, ma la voglia latina rimane. Ecco una bella serata caliente proposta dalla location tanto contemporanea in quel di Maciachini.

Stasera, la notte del “(R)Estate in Fabbrica” sarà dedicata interamente ai balli argentini.

Ecco il programma.

Dalle 19 alle 22 l’associazione Spazio Oasi inviterà gli ospiti di (R)Estate in Fabbrica a scendere sulla pista da ballo per uno stage gratuito di Chacarera: una danza di corteggiamento, allegra e festosa, i cui movimenti alludono a un rituale che prevede l’incontro, l’inseguimento e l’abbraccio finale.

A seguire Milonga gratuita: aperitango. Per una serata all’insegna del tango argentino, un ballo sensuale e avvolgente che segue codici ben definiti, dove la musica è regina assoluta.

freezer-166x166All’ora dell’aperitivo: Red Bull artistic freezer 2. Un evento organizzato da Brandstorming, via Corsico 3, che trasferisce a (R)Estate in fabbrica la terza edizione: di nuovo al lavoro gli studenti di Naba e Brera con un’avvincente sfida in quattro round che permetterà al pubblico di assistere in diretta al lavoro creativo dei partecipanti che personalizzeranno 4 frigoriferini Redbull. Scendono in campo Aldo Lurgo e Luciano Pastori, entrambi studenti NABA (Nuova Accademia di Belle Arti Milano).

Dalle 20 alle 21 anche il concerto di Fabio Mèrcuri.

PROGRAMMA COMPLETO: www.restateinfabbrica.it