Nuovo look per Piazza Cadorna grazie a Luxottica

Anno nuovo, nuovo look per Piazza Cadorna. Sono già iniziati i lavori di riqualificazione dell’area verde compresa tra Foro Buonaparte, via San Nicolao e via Carducci, ripensata per combattere il degrado che da tempo affliggeva l’area tra rifiuti abbandonati, topi e sporcizia.

A finanziare il restyling è ancora una volta un privato: oggi tocca a Luxottica, la cui sede affaccia proprio su quell’angolo della piazza, di fronte alla scultura “Ago, filo e nodo”. I lavori prevedono l’eliminazione dei camminamenti che attraversavano l’aiuola e lo spiazzo, mentre le panchine dell’attuale giardinetto saranno posizionate in prossimità dell’uscita della metropolitana, evitando così la creazione di zone di bivacco.

«La riqualificazione interviene su un lato della piazza che non ha mai funzionato — conferma l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran — e gli sponsor che si prendono in carico le aree verdi del centro ci permettono di destinare più fondi agli interventi nelle periferie».

Il termine dei lavori è previsto tra circa un mese.

Pignone, il borgo ligure che nasconde un angolo di Milano

C’era una volta la storia di un borgo ligure conquistato dai milanesi e c’è ancora. Vi racconto la storia della deliziosa Pignone.continua a leggere Pignone, il borgo ligure che nasconde un angolo di Milano

Falò di Sant’Antonio a Milano: dove, quando e perché si festeggia?

Il Falò di Sant’Antonio: si avvicina la data in cui i cieli del milanese torneranno a brillare sotto i fuochi dedicati alla ricorrenza di Sant’Antonio Abate.

FALO’ SANT’ANTONIO: LA TRADIZIONE

La festa di S. Antonio, monaco egiziano vissuto nel IV secolo e protettore degli animali domestici, del porcello, dei macellai salumai e dei coltivatori, ricorre ogni 17 gennaio.

In quella occasione, sin dalla notte dei tempi ma più probabilmente dall’età dei celti, vengono bruciate le sterpaglie nei campi.
Fiamme propizie a creare terreno fecondo per il prossimo anno.
Fuoco di purificazione e propizio per il nuovo raccolto.
Braci sotto le quali soffocare – simbolicamente – i dolori dell’anno passato.

In moltissime zone, poi, i falò, come da tradizione, saranno preceduti dalla benedizione degli animali.

FALO’ SANT’ANTONIO: SAGGEZZA POPOLARE

Nel mondo agricolo, il giorno di Sant’Antonio coincide con il risveglio della natura. Per questo motivo è in uso il detto popolare: “A Sant’Antonio un’ora buona”. Pare infatti che da quella data si cominci a guadagnare un’ora di luce in più.

Altro detto legato al culto di Sant’Antonio è quello del ‘Fuoco’. Pare infatti che il santo fosse in grado di curare la gravosa malattia cutanea che, giustappunto, veniva curata con il grasso di maiale.

FALO’ SANT’ANTONIO: LE FESTE

Una storia che si ripete ogni anno e che torna anche in questo secondo weekend di gennaio ad esempio a Cascina Nosedo, a questo link tutte le info.

Perché la nebbia di Milano si chiama schighera e da dove arriva il nome?

Perché la nebbia di Milano si chiama schighera e da dove arriva questo nome? Origini, coincidenze e buffe rievocazioni fanno luce sul “nebiùn” made in Milan.continua a leggere Perché la nebbia di Milano si chiama schighera e da dove arriva il nome?