Campari tiene Botta in Galleria

E lo racconta pure in una tavola rotonda.

Per i pochi che ancora non lo sapessero o che si fossero chiesti “come mai” Camparino è tornato in Galleria (Vittorio Emanuele), l’espansione dell’aperitivo tipicamente meneghino è cosa sempre più apprezzata dai mercati internazionali. Merito delle materie prime. Merito delle collaborazioni di qualità. Merito della solidità di un’azienda a tutta arte e creatività, di quell’amore per “il bello ed il buono” che va avanti sin dai tempi della fondazione, a Sesto San Giovanni, nel 1860. Da Fortunato Depero a Mario Botta, da Federico Fellini a Matteo Ragni: “Architettura, oggetto e immaginario: tre dimensioni della forma” sono gli elementi base del successo di Campari. Se ne parla nel ciclo “Conversazioni con….”continua a leggere Campari tiene Botta in Galleria

Camparino in Galleria?

Addio Zucca: ora La Rissa in Galleria è un’esperienza al rabarbaro che piace ai (Bam)Boccioni di Milano.

L’appuntamento per l’aperitivo più meneghino è tornato a vivere all’angolo fra Piazza Duomo e Corso Vittorio Emanuele, non per un evento in stile Milanoincontemporanea, ma per la riapertura del mitico bar-ristorante di un secolo fa al quale hanno preso parte l’artista Ugo Nespolo, il presidente della Camera di Commercio Carlo Sangalli e l’assessore comunale al Commercio Franco D’Alfonso, oltre che la famiglia Milani, storico gestore del cafè.continua a leggere Camparino in Galleria?