Temporary moto custom: una settimana in via Sant’Andrea

Che ci capiate qualcosa oppure no, che siate appassionati di cose belle o espertissimi di motori, partite belli rombanti questa settimana. Noi di Milanoin abbiamo deciso di dare una “sgasata” (si dice così??) all’arrivo dell’autunno ed abbiamo fatto un salto allo Spazio Temporary Sant’Andrea (via Sant’Andrea, proprio davanti Palazzo Morando) dove Roberto Totti, incredibile personaggio dal sigaro Toscano sempre acceso e una passione per i motori da autentico emiliano, ha allestito Totti Motori Temporary Exhibition, il primo evento motociclistico “temporaneo” nel Quadrilatero della Moda Milanese.

Davanti a noi, una selezionatissima carrellata di moto custom apparentemente d’epoca, in realtà realizzate in quarant’anni di felsinea attività della Totti Motori di Bologna. Quelli bravi ci spiegano che Roberto Totti è un drago sin dal 1973 nella preparazione di moto da due o quattro tempi, e che dal 1996 è pure autore di moto esclusive intere o di singoli particolari, nonché storico restauratore professionale di moto inglesi come Triumph, BSA, Harley Davidson.

Per l’occasione, fino al 5 ottobre, lo spazio Temporary accoglie le sue creazioni. Ma la sua non è solo una storia di “mani all’opera” in un suggestivo casolare sui colli bolognesi (che fa molto Luna Pop). Questa è anche la storia di una cultura fina.

Sua, l’idea di fondare nel 2006 la BSE “Baou School of Engines” in cui fornire corsi sulla meccanica delle motociclette per far comprendere tutta l’artigianalità del migliore Made in Italy. Suo, l’ingresso pressoché #incontemporanea alla MDA (Motorcycle Design Association), l’associazione di designer internazionali che progettano l’estetica delle moto più belle presenti sul mercato, mentre la società americana IMBBA (International Master Bike Builders Associations), che certifica il lavoro dei migliori customizer del mondo, gli attribuisce il massimo riconoscimento possibile conferendogli il titolo di Master Bike Builder 2.

Cosa non perdere: la Gran Ferro (una special estrema, senza compromessi, dotata di soluzioni tecniche che la rendono più simile ad un’opera d’arte), la Kent1 (una Bord Traker che ha vinto tutti i bike show a cui è stata esposta), la 1508 (aggressiva Bobber Hot Rod con motore Bonneville Triumph), la Giano 168 (Concept Cafe-Racer innovativa).

Perché? Perché #incontemporanea la Galleria Barbara Frigerio Contemporary Art espone tre opere a tema “motociclistico” del noto artista contemporaneo Giovanni Sesia, noto nell’ambiente su due ruote anche per la sua personale alla Fondazione Ducati nel 2006, nella quale ha reinterpretato la storia della famosa casa motociclistica.

Pronti a partire… “impennando!?

L’esposizione rimarrà aperta fino a sabato 5 ottobre 2013 con i seguenti orari:
dalle 10 alle 13.00; dalle 14.00 alle 19.00.

Milano design borse e sconti

 

Se i saldi estivi non vi hanno convinti e se siete alla ricerca di momenti d’autore in un caldo tardo pomeriggio di mezza estate a Milano, allora ci vediamo in via Durini. Cari amanti della contemporaneità, delle borse, del fashion e del Giappone, dalle 19.30 in poi potreste incontrare Makio Hasuike.continua a leggere Milano design borse e sconti

Somewhere City è a Milano. Grazie Goran Lelas

Goran Lelas

Un tardo pomeriggio nel cuore di Castello Sforzesco. Un momento intimo, in compagnia di amici. Mentre il can can della Settimana della Moda di Milano già comincia ad essere un ricordo lontano, emozionante e stupefacente come solo una bolla di sapone sa essere volando via, ecco che noi di Milanoin veniamo accolti da un grande invito: Goran Lelas è a Milano per cominciare un viaggio, l’ennesimo, verso Somewhere City.

Che cos’è Somewhere City? E’… una città che non c’è. E’ la città dove vanno a finire le anime candide. A meno che non si voglia partire con lui e le aziende eccellenti del miglior industrial design Made in Italy, le eccellenze dei complementi d’arredo italiano che hanno lavorato con lui a questo progetto insieme alla Camera Nazionale della Moda Italiana. Partiamo!continua a leggere Somewhere City è a Milano. Grazie Goran Lelas

Macef+, design a Milano versione “real”

Macef+ 2013 Milanoin

A Milano, in quella più contemporanea, ci sentiamo tutti un po’ designer.

Prendi casa, l’arredi come puoi.  Basta fare un salto all’IKEA per sentirsi architetti provetti. Poi, quando arriva MACEF con tutte le tendenze in fatto di arredi, tendaggi, materiali, luci, complementi, oggetti e persino bijoux… non ne parliamo. Allora diventiamo Paola Marella in men che non si dica – ma senza ciuffo bianco.

Insomma, la grande attesa è finalmente finita: inaugura domani a FieraMilano (Rho) il Salone della casa e dell’arredo più gettonato dal pubblico meneghino. E per le signore ed i  signori che di Feste non ne hanno mai abbastanza, ecco una chicca in più già fruibile oggi. Ma andiamo con ordine. 😉continua a leggere Macef+, design a Milano versione “real”