Ferragosto da brivido: scoprite una Milano nascosta

Cortili lasciati al giorno in cui vennero creati, palazzi silenti, stradine che profumano di Milano. Milano sarà pure una città contemporanea, ma se oggi, 15 di agosto, vi troverete a passarlo in città, non perdete l’occasione di conoscerla nel suo stato più segreto, ed anche un po’ misterioso.continua a leggere Ferragosto da brivido: scoprite una Milano nascosta

Una nuova Guida per la Pinacoteca Ambrosiana

Una nuova guida iconografica e soprattutto iconologica per conoscere ed approfondire l’universo di storie – o più semplicemente i dipinti ed i capolavori artistici – della Pinacoteca Ambrosiana. Il grande debutto avverrà domani, ora aperitivo, cioè giovedì 7 novembre alle ore 18.00 alla Fondazione Ambrosianeum di via delle Ore 3 (MM Duomo), con la lectio magistralis di don Alberto Rocca, dottore della veneranda Biblioteca Ambrosiana e direttore della classe di Studi Borromaici, e del direttore della Pinacoteca, monsignor Marco Navoni. Saranno introdotti dalla storica dell’arte Sissa Caccia Dominioni, ma… c’era proprio bisogno di un nuovo libro su Milano?

Sì perché, per quanto possa essere affascinante trovarsi di fronte ai cartoni degli affreschi delle Stanze Vaticane di Raffaello...

Cartoni Stanze Vaticane

Per quanto possa essere strano ed anche un po’ incredibile vedere un super ranocchio rovesciato a pancia in su davanti all’icona di Sant’Ambrogio (dando prova anche di un’incredibile bravura nella tecnica della prospettiva del suo “architettonico” autore, il Bramantino)…

2.-Madonna-in-Trono

Per quanto faccia sorridere gli studenti in visita quel getto di latte che schizza fuori dal seno della Vergine di Botticelli – sì, a Milano c’è pure lui – una visita alla Pinacoteca Ambrosiana NON è così semplice come sembra.

Madonna Botticelli Pinacoteca Ambrosiana

L’obiettivo di questo nuovo appuntamento d’arte, allora, che si aggiunge al periodo di rinnovamento che stanno attraversando le istituzioni della nostra città? Ce lo spiega in una nota Don Alberto Rocca:

Gli autori si sono astenuti dai cosiddetti problemi di attribuzione, specialmente di fronte a casi ancora discussi dalla storiografia e a problemi controversi per quanto riguarda la datazione e la provenienza. Hanno semplicemente voluto aiutare i visitatori a contemplare la bellezza dei dipinti e dei vari reperti d’arte, mettendo in grado gli ospiti e i lettori interessati di comprendere il linguaggio, spesso simbolico, dell’iconografia cristiana. Infatti la maggior parte dei soggetti raffigurati nei dipinti esposti in Pinacoteca sono di carattere religioso e, di conseguenza, è indispensabile il richiamo esplicito a scene e personaggi della Bibbia. Una preoccupazione analoga ha guidato gli autori nell’illustrare i cosiddetti soggetti ‘profani’ o naturalistici, ricordando che secondo il cardinale Federico Borromeo (1564-1631), fondatore della Biblioteca e della Pinacoteca Ambrosiana, anche la natura richiama necessariamente alla fonte di tutte le cose e al principio di ogni verità: Dio creatore e redentore dell’universo creato”.

Ritratto Cardinale Federico Borromeo

La lectio, dal titolo “Federico Borromeo e l’arte: la Pinacoteca Ambrosiana”, è organizzata nell’ambito del fortunato ciclo di incontri alla scoperta delle bellezze artistico-culturali di Milano “CamminareMilano”, ideata e organizzata dalla Fondazione Culturale Ambrosianeum.

Un ringraziamento alla collaborazione della Prof.ssa Sissa Caccia Dominioni.
In copertina: un dettaglio della Madonna con il libro di Botticelli