Angoli di Fuorisalone 2018: i luoghi più belli e nascosti da scoprire

Angoli di Fuorisalone 2018: ovvero, sfruttare gli indizi sulle migliori feste, installazioni e proposte di design per scovare punti bellissimi (e poco noti) di Milanocontinua a leggere Angoli di Fuorisalone 2018: i luoghi più belli e nascosti da scoprire

Wallpaper Raphsody. Un Fuorisalone di installazioni da Jannelli&Volpi

Wallpaper Raphsody. Dal 4 al 9 aprile, per il Fuorisalone 2017,  lo showroom milanese di Jannelli&Volpi (via Melzo, 7 – Milano) accoglie “Wallpaper Rhapsody”: un allestimento scenografico costituito da un percorso di installazioni a cura dello studio Martinelli Venezia. Le nuove collezioni Jannelli&Volpi, sono presentate come opere, ed esposte in una caleidoscopica pinacoteca.

Quando si pensa alla carta da parati, tendenzialmente la intendiamo come un rivestimento realizzato in vari colori, decorazioni e materiali da applicare alle superfici verticali per impreziosire uno spazio della casa.

L’obiettivo del progetto Wallpaper Rhapsody è di cambiare questo punto di vista. Si va oltre il tradizionale concetto di wallcovering, ponendo la carta da parati in primo piano. In Wallpaper Rhapsody ne diviene protagonista come una figura al centro della scena.

Wallpaper Rhapsody – La Pinacoteca di Jannelli&Volpi

Wallpaper Raphsody. Un Fuorisalone di installazioni da Jannelli&VolpiCoinvolgendo l’intera palazzina Jannelli&Volpi, l’inedito allestimento Wallpaper Rhapsody, è connotato da un insieme di episodi narrativi diversi tra loro per forma, colori, decori. Ci si trova in uno spazio in cui gli allestimenti sono proposti in un equilibrio armonico. Il tutto è unito dallo stesso obiettivo: riflettere e sintetizzare il virtuosismo e l’articolato mondo di Jannelli&Volpi.

Con Wallpaper Rhapsody, la carta da parati diviene il soggetto di una serie di installazioni che si alternano e assume un aspetto tridimensionale. I temi si intrecciano, si incontrano e dialogano sui piani dello showroom. Ogni sezione racconta una collezione con focus ai processi produttivi.

Wallpaper Rhapsody. Jannelli&Volpi – Piano terra

Wallpaper Rhapsody. Si parte dal piano terra, cuore del mondo fantastico delle carte da parati. Qui lo showroom Jannelli&Volpi accoglie le nuove proposte in tema di rivestimenti murali e tessuti d’arredo. All’ingresso e nella hall veniamo accolti da Carousel: una giostra di forme e colori che giocano alla “gibigiana”. L’allestimento, progettato dallo studio Martinelli Venezia, è realizzato da GISTO (Alessandro Mason, Gabriele Lucchitta), racconta la varietà cromatica di decori proposti. Un complesso produttivo che ricorda la fabbrica in movimento continuo.

Wallpaper Rhapsody. Jannelli&Volpi – Primo piano

Wallpaper Raphsody. Un Fuorisalone di installazioni da Jannelli&VolpiWallpaper Rhapsody. JVstore al Primo piano presenta le nuove proposte in tema di accessori design e complementi di arredo. Si parte nella parte antistante con Zoo: un’esposizione di sculture animali/maschere, prodotte con i rivestimenti murali Jannelli&Volpi. Il progetto è realizzato in collaborazione con gli studenti dell’Accademia Naba di Milano (Prof. Claudio Larcher). Le sculture possono essere indossate dai visitatori.

Nella sala a sinistra invece c’è Labyrint: un percorso espositivo che conduce alla scoperta di nuove atmosfere: un vero e proprio labirinto ricreato utilizzando le proposte raffinate ed exclusive di licenza Jannelli&Volpi.

Wallpaper Rhapsody. Jannelli&Volpi – Secondo piano

Wallpaper Rhapsody. Al Secondo piano troviamo Gallery: una pinacoteca di tele in cui tutte le nuove collezioni di carte da parati Jannelli &Volpi diventano opere d’arte. L’allestimento vede un alternarsi si grandi pannelli dalle molteplici forme. Sui cavalletti con contrappesi di antichi cilindri di stampa sono collocati espositori a forma di stella, pentagono, triangolo, croce, cerchio che evidenziano e valorizzano le collezioni.

Wallpaper Raphsody. Un Fuorisalone di installazioni da Jannelli&VolpiNello spazio antistante Toy Library. Qui Giovanni Motta utilizza il suo linguaggio d’artista interpretato dall’utilizzo della carta da parati, che avvolge in una simmetria speculare le due pareti curve. Nella sala a destra la sezione Posters (della quale ammetto di esser rimasta molto affascinata) presenta l’inedita collezione Wallcoverings01 MissoniHome.

Le carte da parati sono riprodotte in pile di formato manifesto posizionate su grandi pallet. Nei giorni del Fuorisalone 2017, in occasione di una performance, vengono personalizzati e regalati ai visitatori. Potete inoltre osservare la nuova collezione sulle pareti.

Wallpaper Rhapsody. Lo studio Martinelli Venezia.

Martinelli Venezia è uno studio di progettazione con sede a Milano e Palermo. Nasce nel 2015 dalla collaborazione tra Carolina Martinelli e Vittorio Venezia. Si occupano di design del prodotto, architettura e interni, allestimento, indagando tematiche come il rapporto tra la tradizione e il sapere locale, le proprietà dei materiali e le possibilità tecniche delle lavorazioni. I progetti  dello studio Martinelli Venezia sono stati esposti in gallerie e musei come il Louvre di Parigi, il MAXXI di Roma e la Triennale Design Museum di Milano. Inoltre, collaborano con numerose aziende italiane e internazionali come Alcantara, Colé Italian Design Label, InternoItaliano, Jannelli&Volpi, Luce5, Falper, Meritalia, Mingardo, Martinelli Luce, Moleskine e Premax.

Fuorisalone 2017 best of: 5 luoghi scelti da noi – part I

Fuorisalone 2017 best of: 5 installazioni di design che non dovreste perdere dal 4 al 9 aprile 2017 a Milano – GUARDA LA GALLERYcontinua a leggere Fuorisalone 2017 best of: 5 luoghi scelti da noi – part I

Simon Costin – La grande illusione. Zara Home per il Fuorisalone 2017

Simon Costin “La grande illusione”. Quest’anno, in occasione del Salone del Mobile e del Fuorisalone 2017, Zara Home ha invitato l’artista britannico a curare una collaborazione creativa dedicata alla collezione Primavera/Estate 2017.

Il progetto si intitola “La grande illusione”,  e utilizza lo store monomarca di Milano come piattaforma in cui un concept surreale si traduce in display tra manichini oversize e scenografie giocose.

Simon Costin è art director e scenografo di fama internazionale. Famoso per la natura ambiziosa della sua direzione artistica su sfilate e redazionali. Simon Costin riesce con la sua capacità artistica inconsueta a far diventare realtà l’impossibile. L’artista applica questa sua visione alla nuova collezione Primavera/Estate 2017, attingendo ad un universo molto personale e privato.

Simon Costin – La grande illusione. Il progetto

Simon Costin - La grande illusione. Zara Home per il Fuorisalone 2017Simon Costin ha trovato l’ispirazione in luoghi inaspettati. Come le incisioni del XVIII° secolo raffiguranti Arti e Mestieri attraverso personaggi vestiti in abiti da lavoro. Da qui è nata l’idea di far indossare ai manichini i prodotti Zara Home come se fossero capi d’abbigliamento.

La collezione Zara Home prende vita all’interno dell’universo magico di Simon Costin, come in un mondo fiabesco. L’artista con questo progetto porta all’estremo l’idea di animare gli oggetti attraverso l’interazione con i modelli.

Per rafforzare la visione artistica di questa collaborazione, il fotografo Tim Walker ha immortalato il progetto sviluppando sei scatti esclusivi. Le fotografie mostrano la collezione estiva di Zara Home in cui protagonista è la modella Irina Liss. Costing si è avvalso inoltre della collaborazione di Thierry Boutemy, uno dei più stimati fioristi parigini che lavora per il mondo dell’arte, della moda e del cinema.

Zara Home è un marchio nato nel 2003, dedicato alla produzione di tessuti e arredi per la casa. Specializzato nel design d’interni di ultima generazione, si è fatto strada dalla sua creazione a oggi, rinnovando costantemente la sua proposta nell’arco dell’anno.