Brian&Barry Building Sanbabila: il nuovo mall di Milano è contemporaneo

Giovedì scorso siamo stati ospiti della inaugurazione del nuovo mall del centro di Milano, il Brian&Barry Building Sanbabila.

Progetto degli studi STUDIO CP Milano e Studio Silvano Spagna sul preesistente edificio razionalista di Giovanni Muzio del 1950, il “B&B Building” si staglia contro il cielo di Piazza San Babila per 11 piani emersi (uno è seminterrato), con almeno 4 piani dedicati alla ristorazione, 4 all’abbigliamento.

Nel mezzo, al Piano 1, Sephora è special guest star per la sezione profumi. Al Piano 2 spazio alla gioielleria “democratica” – si va da Vertu a Dodo, da Tag Heuer e Audermas Piguet, giusto per far subito qualche nome. Il che, vi dice subito quanto poco democratico sia effettivamente lo store.

Ground Floor a tutto hi-tech (tanti gli accessori iWaboo)e la caffetteria Eataly; Home decor & Design al Piano -1 (area ECLISS Milano) con La Piadina romagnola del Fratelli Maioli per Eataly.

Total 1500 metriquadri di servizi per un “LaRinascente -bis“, metà Excelsior per la ricchezza di alcune proposte, molto “Colette-Parigi” per l’allestimento di altre di cui però ambisce senza ottenerne la stessa dose di ricercatezza.

Eppure il mall è contemporaneo.

Eataly, main sponsor dell’operazione nata nel 2012 con il supporto di Unicredi e Intesa Sanpaolo, è di certo il protagonista dell’enogastronomia meneghina in questo momento, dopo aver conquistato mezzo mondo. E più contemporaneo di così….

Ci sono anche Rossopomodoro, un’Hamburgeria… insomma, al Brian&Barry Building “se magna” più che si fa shopping. Di fatto, è questo ciò che sta trainando l’economia di una Milano sempre più chef-temporanea.

I brand di ricerca ci sono, o almeno, al Piano 4 – Woman Iconic Style, e all’ottavo – Man Street Style il vintage, denim, rockabilly o gipsy-chic style sono protagonisti. E l’idea non dispiace visto anche l’affaccio, via via, sui tetti del centro città.

Contemporanea è l’offerta del tè dell’ArtedelRicevere con un nuovo proprietario – un guru contemporaneo – , Pu-erh verdi e degustazioni in previsione (le Tea Collection ed i coffret sono un po’ esosi per quanto belli nei loro scintillanti stand).

Il non plus ultra, però, è lo “chef-tatuato” Matteo Torretta.

Trentatrenne, all'”Asola” – la cucina su misura che gli è stata affidata al decimo piano – è “l’occasione della vita“, ci ha raccontato. “Dopo aver riportato in alto il Savini, ecco una grande opportunità da una grande proprietà. Cosa non perdere? Venga a provarlo da noi“, ci invita.

Il che significa passare da risotteria a pesce sui 15-30 euro con vista sui tetti di San Babila in un dehor da vertigine oppure comodamente seduti sulle proposte di design Flexform, sgabelli Feel Good disegnati da Antonio Citterio e sedie da pranzo Isabel disegnate da Carlo Colombo.

Design, shopping, cibo.
Non tutto può piacere. Ci può essere un po’ di confusione nel “progetto finale” sognato ed ora realizzato dalla “lombardissima” proprietà, la famiglia Zaccardi da Monza, ma vale la pena regalarsi una “svetrinata”.

Il mall spalanca le sue porte alle ore 7 (caffetteria) ed è aperto 7 giorni su 7, dalle ore 10 alle 22, via Durini 28 angolo via Borgogna.

thebrianebarrybuilding.it

 

Brian&Barry Building Sanbabila 17

The Brian&Barry Building_terrazza Asola_piano 9

The Brian&Barry Building_Woman Iconic Style_piano 5

Brian&Barry Building Sanbabila 01.jpg

Brian&Barry Building Sanbabila 02

Brian&Barry Building Sanbabila 03

Brian&Barry Building Sanbabila 04

Brian&Barry Building Sanbabila 05

Brian&Barry Building Sanbabila 06

Brian&Barry Building Sanbabila 07

Brian&Barry Building Sanbabila 09

Brian&Barry Building Sanbabila 10

Brian&Barry Building Sanbabila 11

Brian&Barry Building Sanbabila 12

Brian&Barry Building Sanbabila 14

Brian&Barry Building Sanbabila 14.jpg

Brian&Barry Building Sanbabila 16

Brian&Barry Building Sanbabila 17

Le Fooding, il 4 e il 5 luglio la terza edizione

Torna per il terzo anno consecutivo l’evento gastronomico Le Fooding che il 4 e il 5 luglio invaderà Milano e anche in questa edizione parte del ricavato andrà in beneficenza all’Associazione CAF Onlus.continua a leggere Le Fooding, il 4 e il 5 luglio la terza edizione

Aperitivo in mostra da Orea Malià per Fake too Fake – the final cut con gli appetizier di Food Art

A Milano il contemporaneo passa dal parrucchiere e l’inaugurazione di una mostra diventa l’occasione per incontrare due artisti del ritratto i cui trucchi vengono portati sulla scena di un famoso salone di bellezza con tanto di leccornìe da chef.

Ricordate gli amici di Milanoincontemporanea gustosi di FoodArt? Bene, sono tornati con un appuntamento alla moda… e dal parrucchiere.

Segnatevi questa data:

8 aprile, dalle 19.30, offriranno un momento “appetitoso” per l’opening della mostra Fake too Fake – the final cut presso Orea Malià, via Marghera 18, a Milano.

Un’inaugurazione così fashion non l’avete mai vista: sarà accompagnata proprio dall’aperitivo by Food Art con quei capolavori delle creazioni da gourmand by chef Matteo Torretta e un po’ di musica del set.continua a leggere Aperitivo in mostra da Orea Malià per Fake too Fake – the final cut con gli appetizier di Food Art

Gli happy hour e i brunch della settimana milanese che sia da MiTo e da Milan Fashion Week

Una settimana speciale questa per Milano: tra i concerti del MiTo e gli appuntamenti incalzanti della Milan Fashion Week, si moltiplicano le occasioni per vivere la città della Madonnina e si riduce il tempo per farsi una sano pasto in completo relax.

Milanoincontemporanea ha quindi deciso di non perdere tempo e di segnalare ai fashionisti e ai più curiosi degli eventi in calendario una piccola ma esclusiva selezione di aperitivi che potrete trovare, a ingresso quasi libero, in centro a Milano.

Sì perché fra Taste of Milano, Givenchy Temporary Store, Spazio Forma e Teatro Grassi, il piatto si fa ricco!continua a leggere Gli happy hour e i brunch della settimana milanese che sia da MiTo e da Milan Fashion Week