Cortili, chiostri, giardini, birrifici aperti fino al 21 maggio a Milano e dintorni

Cortili aperti ma anche, castelli, mercatini dei fiori e del riuso: la selezione degli appuntamenti più belli fino domenica 21 maggio, a Milano ma non solo.continua a leggere Cortili, chiostri, giardini, birrifici aperti fino al 21 maggio a Milano e dintorni

Milano Bucolica: dal Chiostro in Fiera ai Cosplay tutto in un weekend

Finalmente è weekend e se a Milano splende il sole e c’è voglia di stare all’aria aperta, ecco gli appuntamenti che non dovreste as-so-lu-ta-men-te non perdere oggi.

Una delle delizie di artigianato femminile nella mostra-mercato al Chiostro del Museo Diocesano

Una delle delizie di artigianato femminile nella mostra-mercato al Chiostro del Museo Diocesano

Chiostro in Fiera. La mostra mercato di alto artigianato tutta al femminile (80 produttrici) racconta “il saper fare con le mani” attraverso l’esposizione di scarpe, gioielli, cravatte, borse, fiori, piante aromatiche,specialità gastronomiche del territorio, laboratori per apprendere i segreti del lavoro creativo.
Dalla colazione all’aperitivo con un Brunch di primavera per la domenica, è un buon indirizzo per scoprire tutte le curiosità e i segreti sull’arte delle due ruote.

VII edizione. Fino a domenica.

Atelier didattici, spettacoli e una caccia al tesoro nel Parco delle Basiliche per i più piccoli.

Ingresso € 5 (gratuito per i ragazzi fino ai 18 anni) inclusa la visita di 30 minuti alle mostre temporanee in corso e alle collezioni permanenti del Museo Diocesano, tra cui la nuova Collezione Antonio Sozzani. Ingresso famiglie (2 adulti e 1 bambino) € 8.  Tre giorni: € 8. Due giorni: € 6.

www.chiostroinfiera.it, www.museodiocesano.it.
hashtag #chiostroinfiera.
FB: MuseoDiocesano; Chiostro in Fiera; MUDIMilano

Avon Running. Dopo le tappe di Bari (16 marzo) e Firenze (13 aprile), gran finale a Milano per la 17° edizione promossa da Avon Cosmetics.

Punto di incontro: il Villaggio Avon Running in Piazza del Cannone aperto dalle ore 14.00 alle 19.00 di oggi e ancora domani dalle ore 8.30 alle 13.30.
Grazie al supporto dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Atletica Cinisello, le runner potranno scegliere tra i 5 km della non-competitiva a ritmo libero, i 5km con chip oppure la 10 km agonistica per le più esperte, sempre con chip per monitorare il tempo-gara.

La partenza della corsa 10 km competitiva è prevista alle 9.15, mentre quella della 5km sarà alle 10.30 sempre da Piazza del Cannone.

Parte del ricavato delle quote d’iscrizione della tappa di Milano sarà devoluto alla Fondazione IEO a sostegno del progetto “Varianti genetiche nei geni coinvolti nel metabolismo della vitamina D e rischio di tumore mammario in soggetti sottoposti a test genetico BRCA” e alla Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi che realizzerà all’interno delle scuole il progetto “Violenza domestica e il mondo giovanile, due spanne sopra!”.

Maggiori informazioni e ultime iscrizioni su: www.avonrunning.it.

Alla Fiera di Novegro, dalle ore 10 alle 19, 24-25 maggio

Alla Fiera di Novegro, dalle ore 10 alle 19, 24-25 maggio

Festival del Fumetto 2014. Cosplay, ludica, japan, una comix zone, contest sui costumi e favolosi altri mondi sono attesi a Novegro per tutto il fine settimana con la spring edition.
Orari: 10-19.
festivaldelfumetto.com

Bucolica. Il Vivere Country. Torna per il secondo anno la mostra mercato evento dedicata all’esposizione di arredi antichi e nuovi, abbigliamento, oggettistica, tessuti e arte nella magnifica cornice di Villa Castelbarco a Vaprio d’Adda.

Dal giardino alle scuderie, dalle grotte ai salotti della villa,  dalla limonaia ai percorsi sull’acqua, Bucolica presenta oltre 100 espositori in un appuntamento che durerà tutto il weekend, sempre su progetto di Luigi Michielon, presidente di Doge Srl.

Rispetto all’edizione 2014, Bucolica si arricchisce di nuove esperienze.

Saranno a cura del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) le visite guidate ogni ora al parco ed alle grotte della Villa, ora finalmente riaperte al pubblico.

La paesaggista Silvia Ghirelli sarà protagonista dell’allestimento da 10 installazioni sul tema del paesaggio femminile che elabora l’immagine del giardino come spazio di meditazione e cultura.

Di Silvia Manazza, artista votata al ready-made con materiali di scarto, reinterpreta vecchi materassi per evocare morbidezza e armonia in un’unica installazione.

E poi? E poi c’è la biciclettata di domani!

Per informazioni: www.bucolicacountry.com

Un weekend ricco, country, all’aria aperta, non c’è che dire. E c’è anche la Milano Food Week* e non avete ancora visto il programma di domani…

Stay tuned e buon relax!

 

*https://www.milanoincontemporanea.com/2014/05/16/al-via-la-vi-edizione-di-milano-food-week/

 

 

 

Pasquetta 2014, fiorita a Milano

La Fiera dell’Angelo, i fiori di Vincenzo Dascanio e Il Paradiso di Milano

Da che mondo è mondo tre sono le immagini che in genere associamo alla Pasqua: “uovini” deliziosi, colombe spiaggiate da chili di granella e rami di peschi in fiore. E se il pesco non c’è? Milano, che una ne pensa cento ne fa, punta sui fiori in generale.
Ordunque, due sono le buone nuove che vogliamo proporvi oggi proprio a questo tema: una attinge alla tradizione; l’altra guarda al futuro ed alla creatività.

Partendo dal passato, forse non tutti sanno che Milano ed il mercato dei fiori sono una cosa sola a Pasquetta.

Si chiama la Fiera dell’Angelo il mercato di piante, fiori, ma anche di bancarelle con un bric-à-brac di oggetti di ogni tipo – stand di leccornie, da quelle regionali allo zucchero filato, panini, salamelle, banchi di abbigliamento, gioiellini, stampe, libri, artigianato di vario tipo – che troviamo per tutta la giornata  distribuito tra via Appiani, via Parini e via Marcora, viale Monte Santo e una parte di piazza della Repubblica.

Accade per questa Pasquetta come – pare – dal 1511.

Racconta la tradizione meneghina che quello fu un anno sfortunatissimo per Milano. Carestie, malattie… di tutto di più.

A quell’età in Piazza Sant’Angelo (proprio dietro alla fermata della Metro Turati e più precisamente chiesa di sant'angelo milano

all’angolo tra via Moscova e Corso di Porta Nuova) insisteva, ed ancora c’é , il convento francesco dei frati di Sant’Angelo già celebrato in età medievale per eventi miracolosi e noto come “Il Paradiso di Milano“.

Popolato da devoti del poverello di Assisi, i frati di quel cenacolo furono molto attivi in quell’anno di disgrazie, così tanto che con le loro devozioni e preghiere, pare, provocarono l’apparizione di un angelo armato di spada mettendo in fuga un’orda di banditi che premevano alle porte del monastero.

Ma quei frati così attivi nella Regola dell’Ora et Labora non sapevano solo far scappare i malfattori: pare fossero abilissimi nel rendere rigogliosi i loro orti e nel fare crescere i cespugli di fiori.

Quei fiori, quei profumi, quegli aromi hanno raggiunto la piazza della città che oggi, come secula secolorum fa, tornano a vivere in città.

Eppure, una volta tornati a casa, come mantenerli o lasciarli così belli?

E qui, un nome su tutti: Vincenzo Dascanio.

Il mago del  design verde e della creatività profumata, noto per gli allestimenti da matrimoni, grandi eventi, oltre che per il magnifico negozio di Piazza Missori, ha fondato la prima Accademia per formare chi, “per professione, passione o desiderio, vuole intraprendere un viaggio alla scoperta del progetto organico, della decorazione, del design e della gestione del Fiore“.

Nasce così la Vincenzo Dascanio Academy e prende vita, al Four Season Hotel di Milano, il primo workshop dal titolo “DESIGN with NATURE”.

Accadrà il 16, 17, 18 maggio per trenta ore che svilupperà metodologia, linguaggio della natura, gestione e organizzazione, marketing e comunicazione così da imparare, alla base, il sistema allestitivo solo con fiori, verde, piante…

VincenzoDascanio copia

Tre dei migliori partecipanti avranno grandi possibilità di ingresso nel mondo del lavoro: il primo, potrà collaborare con Vincenzo Dascanio ad un progetto di allestimento; il secondo, sarà chiamato ads intraprendere un percorso di formazione all’interno dello studio Vincenzo Dascanio; il terzo, vedrà la sua creazione pubblicata sui canali aziendali e si aggiudicherà una Flower Bag, funzionale shopper che rinnova il concetto di “walking with nature” [per ricevere informazioni relative al workshop DESIGN with NATURE: academy@vincenzodascanio.it].

Wedding planner, florist, designer o amanti della primavera: sarà pure un giorno di festa, ma quando arrivano bisogna saper fare sbocciare le buone idee , no:-)!?!

Auguri a tutti e BUONA PASQUETTA CREATIVA!

 

ERRATA CORRIGE DEL 29 APRILE, ORE 16.52

Ci informano da Vincenzo Dascanio che l’Accademia del florist più famoso di Milano è rimandata al mese di Ottobre “viste le richieste e gli impegni di Vincenzo Dascanio per il mese di maggio”. Vi terremo aggiornati!

Uova e colombe di Pasqua a Milano: gli indirizzi contemporanei e quelli come da tradizione

Non c’è da dire: Milano è bella anche in primavera, con i suoi mercati dei fiori, le uova di cioccolato che fanno bella mostra di sé nelle migliori pasticcerie del centro, i deliziosi aromi di Colomba e canditi con la granella del Buondì che sfornano le operose, e talvolta storiche, panetterie della città.

Milano è bella, è vero, ma è anche molto solitaria in primavera.

Cominciano i bei weekend di sole; il mare o i monti ed i lago sono vicini: una gita fuori porta e l’abbandono della propria metropoli sono dietro l’angolo. Con un ponte come quello che si apre oggi, poi, non ne parliamo nemmeno!

Eppure, se Milano verrà lasciata sola Milano non lascerà soli i milanesi ed i visitatori che passeranno in città, anzi!

Come per Natale, esattamente come l’anno scorso, diverse saranno le proposte per una Pasqua a Milano alternativa quanto… di gusto.

Innanzitutto, se non vorrete puntare sul classico uovo ma vorrete concedervi una delizia “contemporanea” ed un po’ fashion, da Ladurée, via Spadari, sono arrivati i nuovi macaron al sapore di bergamotto e cioccolato – paz-zes-chi. E non è tutto…

 

 

 

All’Excelsior Milano(Galleria del Corso, 4) potremo trovare la celebrazione della Pasqua “minimal” e concentrata si chiamano campane di cioccolato by la Marquis.

All’interno, nascondo un coniglio pasquale di cui si intravedono solo i denti.

Al Park Hyatt (Via Tommaso Grossi, 1), il giovane Executive Chef del “Vun al Park Hyatt Milano”, lo chef Andrea Aprea, ha reinterpretato la tradizione creando la Pastiera Sferica: una pastiera napoletana dalla forma di uovo di Pasqua. Chiaro, no? E ancora…

park hyatt

Per una Colomba che faccia una “dolce primaver”, invece, non possiamo che citare Pasticceria Cova Milano (in via Montenapoleone, ma abbiamo trovate deliziose confezioni, anche di latta-come-quelle-di-una-volta-, nelle maggiori Esselunga), Sant Ambroeus (Corso Giacomo Matteotti, 7), Le Tre Marie (Via Domenico Trentacoste, 5), Pasticceria Marchesi oggi in Prada (Via Santa Maria alla Porta, 11).

124

Saranno pure classici, ma se non sono senza tempo loro…