Ferragosto da brivido: scoprite una Milano nascosta

Cortili lasciati al giorno in cui vennero creati, palazzi silenti, stradine che profumano di Milano. Milano sarà pure una città contemporanea, ma se oggi, 15 di agosto, vi troverete a passarlo in città, non perdete l’occasione di conoscerla nel suo stato più segreto, ed anche un po’ misterioso.continua a leggere Ferragosto da brivido: scoprite una Milano nascosta

Milano cambia musica: nuovi nomi in metrò ed un concerto a Palazzo Marino

Visto che è domenica, giorno di festa, cerchiamo di dare subito “un tono” alla giornata segnalando due buone nuove arrivate direttamente dal Comune di Milano.

Ricordate il progetto di sponsorizzazione delle fermate della metropolitana? L’altra novità sul trasporto pubblico sotterraneo riguarda la ridenominazione di alcune fermate delle Linee M1, M2 e M5 ed in particolare, Bignami diventerà Bignami-Parco Nord, San Siro Harar-Dessié sarà San Siro-Stadio, San Siro Trotter sarà modificata in San Siro-Ippodromo e Abbiategrasso cambierà in Piazza Abbiategrasso.

Questo, per rendere “parlanti” le stazioni e dunque permettere a cittadini e turisti in visita di capire nell’immediato dove si trovano e quali sono i luoghi da non perdere in città e quelli di maggiore interesse – soprattutto in vista di Expo 2015.

Ecco dunque che sulla Linea Lilla, Ponale sarà Ponale-Hangar Bicocca, Cà Granda (Cà Granda-Pratocentenaro), Bicocca (Bicocca-Università), Gerusalemme (Gerusalemme-Ospedale Buzzi), Portello (Portello-ex Alfa Romeo), Domodossola FNM (Domodossola FN).

Sulla Rossa, invece, Lima ricorderà che lì vicino si trova il Teatro Elfo Puccini, a Cordusio, la Pinacoteca Ambrosiana.

Bisognerà ancora e semplicemente scendere in Duomo o Montenapoleone, invece, per passare da Palazzo Marino.

Oggi, domenica 2 febbraio, infatti, torna l’appuntamento con i concerti dentro al Comune: tre appuntamenti con la musica classica – Domenica 2 febbraio, 2 marzo e 6 aprile, sempre alle ore 11.00 in Sala Alessi a Palazzo Marino – sotto la direzione artistica di Ettore Napoli e Davide Santi ed all’interno di una produzione curata da Rachel O’Brien.

Obiettivo: raccontare attraverso suoni, parole e brevi introduzioni, la storia di tre importanti famiglie che hanno segnato profondamente lo sviluppo della musica milanese e internazionale.

Il calendario:

  • domenica 2 febbraio: La famiglia Bach. Con oltre cinquanta membri attivi per oltre due secoli, ha tramandato il “mestiere” del musicista, portando avanti un linguaggio certamente adatto alle mode del momento ma provvisto anche di una radice comune.
  • domenica 2 marzo: La Famiglia Ricordi e ad alcuni dei numerosi compositori, in particolare operisti, che grazie all’intraprendenza della casa editrice milanese hanno pubblicato pagine tra le più importanti della storia della musica.
  • domenica 6 aprile: La Famiglia degli archi dai tempi di Bach, passando per Haydn fino alle sonorità più astratte di Webern.

Per informazioni aggiuntive: www.palazzomarinoinmusica.it

Felice domenica contemporanea a tutti!

Scoperto e restaurato il Foro romano di Costantino e Teodosio, che da oggi riapre al pubblico

Esiste una Milano nascosta, una città che splende alla luce del sole ma che nessuno conosce. Meraviglie architettoniche e statue che raccontano la storia della nostra Milano a cui nessuno presta attenzione: eppure basta guardarsi attorno, a volte con il naso all’insù.

E poi ci sono meraviglie che finalmente tornano a splendere, quelle della Milano nascosta sotto i nostri piedi. Lo sapevate checontinua a leggere Scoperto e restaurato il Foro romano di Costantino e Teodosio, che da oggi riapre al pubblico

Una nuova Guida per la Pinacoteca Ambrosiana

Una nuova guida iconografica e soprattutto iconologica per conoscere ed approfondire l’universo di storie – o più semplicemente i dipinti ed i capolavori artistici – della Pinacoteca Ambrosiana. Il grande debutto avverrà domani, ora aperitivo, cioè giovedì 7 novembre alle ore 18.00 alla Fondazione Ambrosianeum di via delle Ore 3 (MM Duomo), con la lectio magistralis di don Alberto Rocca, dottore della veneranda Biblioteca Ambrosiana e direttore della classe di Studi Borromaici, e del direttore della Pinacoteca, monsignor Marco Navoni. Saranno introdotti dalla storica dell’arte Sissa Caccia Dominioni, ma… c’era proprio bisogno di un nuovo libro su Milano?

Sì perché, per quanto possa essere affascinante trovarsi di fronte ai cartoni degli affreschi delle Stanze Vaticane di Raffaello...

Cartoni Stanze Vaticane

Per quanto possa essere strano ed anche un po’ incredibile vedere un super ranocchio rovesciato a pancia in su davanti all’icona di Sant’Ambrogio (dando prova anche di un’incredibile bravura nella tecnica della prospettiva del suo “architettonico” autore, il Bramantino)…

2.-Madonna-in-Trono

Per quanto faccia sorridere gli studenti in visita quel getto di latte che schizza fuori dal seno della Vergine di Botticelli – sì, a Milano c’è pure lui – una visita alla Pinacoteca Ambrosiana NON è così semplice come sembra.

Madonna Botticelli Pinacoteca Ambrosiana

L’obiettivo di questo nuovo appuntamento d’arte, allora, che si aggiunge al periodo di rinnovamento che stanno attraversando le istituzioni della nostra città? Ce lo spiega in una nota Don Alberto Rocca:

Gli autori si sono astenuti dai cosiddetti problemi di attribuzione, specialmente di fronte a casi ancora discussi dalla storiografia e a problemi controversi per quanto riguarda la datazione e la provenienza. Hanno semplicemente voluto aiutare i visitatori a contemplare la bellezza dei dipinti e dei vari reperti d’arte, mettendo in grado gli ospiti e i lettori interessati di comprendere il linguaggio, spesso simbolico, dell’iconografia cristiana. Infatti la maggior parte dei soggetti raffigurati nei dipinti esposti in Pinacoteca sono di carattere religioso e, di conseguenza, è indispensabile il richiamo esplicito a scene e personaggi della Bibbia. Una preoccupazione analoga ha guidato gli autori nell’illustrare i cosiddetti soggetti ‘profani’ o naturalistici, ricordando che secondo il cardinale Federico Borromeo (1564-1631), fondatore della Biblioteca e della Pinacoteca Ambrosiana, anche la natura richiama necessariamente alla fonte di tutte le cose e al principio di ogni verità: Dio creatore e redentore dell’universo creato”.

Ritratto Cardinale Federico Borromeo

La lectio, dal titolo “Federico Borromeo e l’arte: la Pinacoteca Ambrosiana”, è organizzata nell’ambito del fortunato ciclo di incontri alla scoperta delle bellezze artistico-culturali di Milano “CamminareMilano”, ideata e organizzata dalla Fondazione Culturale Ambrosianeum.

Un ringraziamento alla collaborazione della Prof.ssa Sissa Caccia Dominioni.
In copertina: un dettaglio della Madonna con il libro di Botticelli