Scoprire 17 capolavori nascosti della Pinacoteca di Brera con visite esclusive? Con il progetto di Aboca “ArteHorto” si può fino alla fine di Expo Milano 2015

La Pinacoteca di Brera e il suo Orto Botanico sono un mondo nel mondo. Sono infiniti i percorsi che si possono percorrere in questa che una delle tappe imperdibili alla scoperta di Milano, soprattutto nell’anno di Expo. Ci sono le collezioni medievali; il percorso delle opere dedicato a Leonardo da Vinci; le grandi tele della Controriforma o le pietà con protagonista indiscusso il Cristo Morto del Mantegna. Ma, nell’anno di Expo, non può mancare un percorso a tema “nutrizione” e “pianeta”.
Aboca, Pinacoteca e Orto Botanico di Brera hanno strutturato un altro percorso ancora, disponibile via app. E’ linizio di un progetto più ampio che continuerà nei prossimi mesi, ma che già da ora permette di conoscere le opere d’arte classiche, moderne, per arrivare fino ai pascoli del Segantini di pieno Ottocento scoprendo significati e misteri attraverso fiori, frutti, piante…continua a leggere Scoprire 17 capolavori nascosti della Pinacoteca di Brera con visite esclusive? Con il progetto di Aboca “ArteHorto” si può fino alla fine di Expo Milano 2015

Brera works in progress: Napoleone smontato e tutti a vedere i lavori (le foto)

Chi fosse passato da Brera per una passeggiata romantica nel quartiere più bohemienne di Milano. Chi avesse partecipato alle Notti Bianche della Pinacoteca o semplicemente si fosse fermato a guardare i lavori tipo “vecchietto ai miei tempi si facevano meglio”, si sarà accorto che il Napoleone del Canova al centro del chiostro non c’è più. L’hanno rubato come le due sculture di Pomodoro di ieri? Macché – e per fortuna no. Questa volta la grande statua (sono 3.180 Kg) è stata smontata dal piedistallo per entrare nella seconda fase di ristrutturazione.

Oggi giace sdraiata nel laboratorio trasparente ideato da Mario Bellini con grafica di Italo Lupi.

NAPOLEONE_movimentazione_01_1

Il pubblico potrà osservarla “sotto ai ferri” e seguire lo svolgersi delle attività di restauro all’interno del laboratorio trasparente, il cui progetto di recupero è stata studiato dalla Soprintendenza per i beni Storici Artistici e Etnoantropologici di Milano e dall’Associazione Amici di Brera e dei Musei Milanesi e sostenuto da Bank of America Merrill Lynch 2013 Art Conservation Project.

NAPOLEONE_laboratorioBELLINI_02_1
Questa iniziativa, istituita nel 2010, ha dato vita a 57 progetti di conservazione in 25 paesi nei quattro continenti e ha aiutato a sensibilizzare l’opinione pubblica verso un settore spesso trascurato. Il Napoleone di Canova è una delle 24 opere d’arte internazionali che sono state selezionate per l’assegnazione di fondi nel 2013. Il restauro è progettato e diretto da Daniele Pescarmona per la Soprintendenza per i beni storici artistici e etnoantropologici di Milano” ci comunicato da Brera.

Napoleone sdraiato. L’arte si riposa, si rifà il ritocchino e torna a nuova vita. Che belle le pause “a vedere i lavori” di Milano.

Una Notte alla Pinacoteca di Brera, aperta fino alle 23 sabato 25 gennaio

Una Notte al Museo? Perché no? Dopo il grande successo “Incontemporanea” raccontato e partecipato anche da noi di Milanoincontemporanea subito dopo Natale, la Pinacoteca di Brera bissa il successo della sua Notte al Museo con i Musei Aperti e gratuiti permettendo anche la visita alla mostra dedicata al grande Seicento Lombardo.

Appuntamento – il primo del 2014 – previsto per sabato 25 gennaio.

Non troverete informazioni sul sito: purtroppo e per fortuna è stata una decisione dell’ultimo minuto e quindi ci fidiamo delle informazioni reperite a voce direttamente dall’Istituzione Museale.

Apertura no-stop diurna e pure notturna del museo in via Brera con chiusura dei battenti alle ore 23, mentre la biglietteria chiuderà alle ore 22.40.

Apertura gratuita, con nuovi allestimenti abbastanza discutibili (tra tutti, l'”ingorgo” al momento della fruizione im-per-di-bi-le del Cristo Morto del Mantegna, correttissima dal punto di vista della percezione, un po’ meno per quello che riguardo la “viabilità”).

Voglia di arte, dunque, nel weekend? Questo evento ve lo consigliamo vivamente: dovrete solo portare un po’ di pazienza. Nelle sale, l’affollamento sarà assicurato.