Foto di Dusseldorf: dettagli di un viaggio da Milano

Per chi mira a partire da Milano, ma senza andare troppo lontano: Tokyo in due ore si chiama Dusseldorf

Drogheria Milanese: il pranzo è shabby chic

Si chiama Drogheria Milanese, e non perché si trova in una delle ex aree più… “turbolente” di Milano. 😉

In via Conca del Naviglio 7, nascosta ma non troppo da un must della tradizione come il Bar Cucchi e la super star della contemporaneità, la quadrupla vetrina di Cioccolati Italiani, Drogheria Milanese si occupa esattamente di quello che un tempo era ad appannaggio di empori e drogherie: vendere prodotti bio e divertirsi a mettere le mani in pasta.

Solo che lo fa unendo l’estro meneghino, la cartellonistica di ieri al sapore di “VOV” e Conchita, i sapori cantabrici ed iberici.

E così, tra un uovo fatto come una volta ed un bottiglietta d’acqua 0.25 che neanche ricordavo più. Tra un hamburger servito alla maniera che Fonzie ed i Cunningham di Happy Days avrebbero fatto faville ed uno “jamon” galiziano, ecco la lista dei sapori per tapas ed appetitosi piattini che non sono proprio economici ma almeno danno un tocco in più all’atmosfera di Colonne e della vecchia Milano.

IMG_7440

 

Prezzo minimo 9 euro, 14 euro per lo più per un piatto completo.

A pranzo l’atmosfera è rilassata. La sera il posto, inaugurato l’autunno scorso, è diventano uno di quei “place to be” con signorine chiccose che alle ore 13, quando siamo andati noi, dormono ancora.

Noi di Milanoin proprio a pranzo siamo tornati, ieri, per un mega panino annaffiato di patatine e salsine colorate.

Niente di americano: la carne è galiziana.

Niente di poco saporito: il menù è quello dei campioni.

Ma se si pensa che tra piatto completo, acqua e caffé (il dolce proprio non ci stava) il prezzo è stato di poco più di 30 euro, non possiamo asserire con certezza lapalisssiana che la Drogheria Milanese sia uno di quei luoghi da non perdere per uno spuntino a pranzo.

E’ vero che offrono anche tisane e dopo cena, ma per far andare giù in conto così ci vuole altro.

Forse l’ambiente rilassato, la cortesia del servizio, il bel clima con tanto di aiuola verde fuori e design shabby chic candido dentro?

Okay ci avete convinto. Ma diciamo che per oggi staremo a stecchetto ;-).

DROGHERIA MILANESE
via Conca del Naviglio 7
www.drogheriamilanese.it

 

 

IMG_7430 IMG_7433 IMG_7434 IMG_7439 IMG_7441 IMG_7443 IMG_7444

Cartoline da Milano Design Week 2014: e se diventassimo “Isoladelbaincontemporanea”?

E’ vero, quest’anno al Fuorisalone di Milano noi di Milanoincontemporanea abbiamo letteralmente “marcato visita”. Niente contro via Tortona, via Savona, zona Brera, Ventura… ma nel tour de force generale, nel tram tram quotidiano, tra cose viste e cose no, ci siamo chiesti: ha davvero senso frullare nel frullatore della Milano Design Week come tanti mangia panini – cacciatori di porchette e birre gratis? E’ davvero questo il senso dei luoghi da non perdere fino a notte tarda?

Almeno Red Bull quest’anno ha avuto un’idea eco-creativa.

Red Bull via Tortona

Nokia via tortona

Bello il NowHotel, come sempre, con le sue installazioni in mezzo alle quali vivere l’esperienza di un hotel boutique che ha fatto scuola, poi, all’estero. Deliziose le sedute di Lauduree a forma di macaron. Una pausa di relax, l’esperienza della pianista nella super installazione cromatica di Peugeot, al buio e nel cuore di un Magna Pars fatto di un gioco tra presente-passato-futuro by Aziz Sariyer, Fabio Novembre, Tokujin Yoshioka.

Divertente una serata in mezzo a designer svedesi tra Absolut Vodka e sedute colorate a La Posteria di via Sacchi.

 

Absolut Elix serata svedese.jpg

Stupefacente l’incontro con l’artista Aldo Rota, che sotto un soffitto di spighe di grano ha inaugurato la sua personale temporanea da Delicatessen, viale Tunisia – insomma, mangi bene e ti rifai gli occhi con la sua pittura materica e scultorea.

Aldo Rota Delicatessen

Nell’ultima domenica di Fuorisalone in cui anche i temporary store chiuderanno i battenti – vi segnaliamo in extremis il Pop up shop In the Box con le lampade da terra, da tavolo, sospese ed i calzini in tema Hawaii.

 

Nell’attimo fuggente in cui anche le mitiche “Canottiere” sloggeranno dai Navigli per spiegarsi verso il futuro e festeggeranno l'”arrivederci” questa domenica, dalle 17.00 alle 21.00, con un aperitivo di saluti nella Corte dei Pittori, Via Alzaia Naviglio Grande 4, nel secondo cortile…

Beh noi ci chiediamo se non facciano meglio a prendere e partire per l’Isola d’Elba come loro, e, mai avremmo pensato di dirlo, se emularle.

“IsolaD’ELbaincontemporanea” non sarebbe un cattivo nome per il Blog… Va bene, rimaniamo. Anzi, vi mandiamo le cartoline dalla nostra, sia pur ridotta, Milano Design Week.

Buona domenica. E se…. nel caso vi foste persi qualcosa… sotto con le ultime pillole di design! 🙂

Credits Photo cover:  IVANKA, azienda ungherese di design leader nella produzione di cemento, presenta al Fuori Salone un’anteprima del progetto THE WATER OF LIFE. Un sistema rivoluzionario in cemento in grado di filtrare l’acqua piovana trasformarla in acqua potabile di altissima qualità. Una tecnologia che apre la strada a una nuova prospettiva globale nel campo dello sviluppo sostenibile. – @Spazio SuperStudioPiù Via Tortona 27, Milan 

Pillole di design nell’ultima domenica di Design Week

Se vi siete persi qualcosa… cartoline da Milanoin 🙂