Aids Running in Music, correre per sconfiggere l’HIV

Cari amici di Milanoin, sapete bene quanto ci piaccia il running – e non perché negli ultimi tempi correre è diventato un vero e proprio fenomeno di costume.

Qualche tempo fa vi avevamo raccontato delle gare di running che si terranno nel mese di settembre. Delle tre ne abbiamo volutamente esclusa una, a cui vogliamo dedicare questo post. continua a leggere Aids Running in Music, correre per sconfiggere l’HIV

Milano sempre di corsa. A Settembre 3 gare di running

A settembre Milano riparte… di corsa!

Diciamocelo, per molti ormai correre è diventata una questione di moda: indossare l’ultima scarpa di tendenza (senza pensare se si confà al nostro tipo di piede e di corsa), la tutina in coordinato… Ma correre, come diceva Gabriella Dorio, mitica medaglia d’ oro nei 1500 metri piani alle Olimpiadi di Los Angeles 1984, “per me ha significato crescere, aprirmi agli altri, maturare”. Per ognuno di noi correre hacontinua a leggere Milano sempre di corsa. A Settembre 3 gare di running

Milano Bucolica: dal Chiostro in Fiera ai Cosplay tutto in un weekend

Finalmente è weekend e se a Milano splende il sole e c’è voglia di stare all’aria aperta, ecco gli appuntamenti che non dovreste as-so-lu-ta-men-te non perdere oggi.

Una delle delizie di artigianato femminile nella mostra-mercato al Chiostro del Museo Diocesano

Una delle delizie di artigianato femminile nella mostra-mercato al Chiostro del Museo Diocesano

Chiostro in Fiera. La mostra mercato di alto artigianato tutta al femminile (80 produttrici) racconta “il saper fare con le mani” attraverso l’esposizione di scarpe, gioielli, cravatte, borse, fiori, piante aromatiche,specialità gastronomiche del territorio, laboratori per apprendere i segreti del lavoro creativo.
Dalla colazione all’aperitivo con un Brunch di primavera per la domenica, è un buon indirizzo per scoprire tutte le curiosità e i segreti sull’arte delle due ruote.

VII edizione. Fino a domenica.

Atelier didattici, spettacoli e una caccia al tesoro nel Parco delle Basiliche per i più piccoli.

Ingresso € 5 (gratuito per i ragazzi fino ai 18 anni) inclusa la visita di 30 minuti alle mostre temporanee in corso e alle collezioni permanenti del Museo Diocesano, tra cui la nuova Collezione Antonio Sozzani. Ingresso famiglie (2 adulti e 1 bambino) € 8.  Tre giorni: € 8. Due giorni: € 6.

www.chiostroinfiera.it, www.museodiocesano.it.
hashtag #chiostroinfiera.
FB: MuseoDiocesano; Chiostro in Fiera; MUDIMilano

Avon Running. Dopo le tappe di Bari (16 marzo) e Firenze (13 aprile), gran finale a Milano per la 17° edizione promossa da Avon Cosmetics.

Punto di incontro: il Villaggio Avon Running in Piazza del Cannone aperto dalle ore 14.00 alle 19.00 di oggi e ancora domani dalle ore 8.30 alle 13.30.
Grazie al supporto dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Atletica Cinisello, le runner potranno scegliere tra i 5 km della non-competitiva a ritmo libero, i 5km con chip oppure la 10 km agonistica per le più esperte, sempre con chip per monitorare il tempo-gara.

La partenza della corsa 10 km competitiva è prevista alle 9.15, mentre quella della 5km sarà alle 10.30 sempre da Piazza del Cannone.

Parte del ricavato delle quote d’iscrizione della tappa di Milano sarà devoluto alla Fondazione IEO a sostegno del progetto “Varianti genetiche nei geni coinvolti nel metabolismo della vitamina D e rischio di tumore mammario in soggetti sottoposti a test genetico BRCA” e alla Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi che realizzerà all’interno delle scuole il progetto “Violenza domestica e il mondo giovanile, due spanne sopra!”.

Maggiori informazioni e ultime iscrizioni su: www.avonrunning.it.

Alla Fiera di Novegro, dalle ore 10 alle 19, 24-25 maggio

Alla Fiera di Novegro, dalle ore 10 alle 19, 24-25 maggio

Festival del Fumetto 2014. Cosplay, ludica, japan, una comix zone, contest sui costumi e favolosi altri mondi sono attesi a Novegro per tutto il fine settimana con la spring edition.
Orari: 10-19.
festivaldelfumetto.com

Bucolica. Il Vivere Country. Torna per il secondo anno la mostra mercato evento dedicata all’esposizione di arredi antichi e nuovi, abbigliamento, oggettistica, tessuti e arte nella magnifica cornice di Villa Castelbarco a Vaprio d’Adda.

Dal giardino alle scuderie, dalle grotte ai salotti della villa,  dalla limonaia ai percorsi sull’acqua, Bucolica presenta oltre 100 espositori in un appuntamento che durerà tutto il weekend, sempre su progetto di Luigi Michielon, presidente di Doge Srl.

Rispetto all’edizione 2014, Bucolica si arricchisce di nuove esperienze.

Saranno a cura del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) le visite guidate ogni ora al parco ed alle grotte della Villa, ora finalmente riaperte al pubblico.

La paesaggista Silvia Ghirelli sarà protagonista dell’allestimento da 10 installazioni sul tema del paesaggio femminile che elabora l’immagine del giardino come spazio di meditazione e cultura.

Di Silvia Manazza, artista votata al ready-made con materiali di scarto, reinterpreta vecchi materassi per evocare morbidezza e armonia in un’unica installazione.

E poi? E poi c’è la biciclettata di domani!

Per informazioni: www.bucolicacountry.com

Un weekend ricco, country, all’aria aperta, non c’è che dire. E c’è anche la Milano Food Week* e non avete ancora visto il programma di domani…

Stay tuned e buon relax!

 

*https://www.milanoincontemporanea.com/2014/05/16/al-via-la-vi-edizione-di-milano-food-week/

 

 

 

Milano Design Week: VII Triennale Design Museum nel segno di “Autarchia, austerità e autoproduzione”

Tutti pronti ad affrontare la maratona della Milano Design Week? Qualcuno si sta facendo “le gambe” mettendosi in marcia verso la Milano City Marathon (domani, in 6 ore, da via Buonarroti a Rho, appena fuori dai cancelli della Fiera Milano, fino al centro di Milano, toccando l’Arco della Pace, l’Arena, il Castello Sforzesco, la Stazione Centrale, il Duomo, il Teatro alla Scala). Qualcun altro farà un bel ripasso passando della storia del “fatto ad arte” visitando la Triennale di Milano dove è di scena la settima edizione del Triennale Design Museum.

L’ istituzione “mobile” diretta da Silvana Annichiarico – ogni 12 mesi cambia pelle – e che quest’anno è curata da Beppe Finessi, rispolvera i progetti e gli oggetti “cult” della storia del design italiano analizzando tre periodi storici centrali della materia: gli anni Trenta, gli anni Settanta, gli anni Zero.

Puntando sulle tre parole chiave, “Autarchia, austerità e autoproduzione”, e guidando il visitatore in un ambiente dinamico che tocca ma si integra, senza sconvolgere, l’architettura del ’33 di Giovanni Muzio, la VII Triennale Design Museum dal titolo “Il design italiano oltre le crisi. Autarchia, austerità, autoproduzione” ci porta nel cuore della creatività attraverso più di 650 opere e autori del calibro di Fortunato Depero, Bice Lazzari, Fausto Melotti, Carlo Mollino, Franco Albini, Gio Ponti, Antonia Campi, Renata Bonfanti, Salvatore Ferragamo, Piero Fornasetti, Bruno Munari, Alessandro Mendini, Gaetano Pesce, Ettore Sottsass, Enzo Mari, Andrea Branzi, Ugo La Pietra fino a Martino Gamper, Formafantasma, Nucleo, Lorenzo Damiani, Paolo Ulian, Massimiliano Adami, per raccontare la creatività oltre la crisi.

Si dice che i momenti bui portino ai migliori risultati in fatto di creatività. Che la guerra sia il periodo migliore per ripartire – e a conti fatti, in guerra, ci siamo anche noi sotto molteplici aspetti… [Continua dopo il salto]

Ripercorrendo quei tre decenni, il Triennale Design Museum di Beppe Finessi racconta, mescola, dialoga con il visitatore contemporaneo e fa riflettere.

Non ci sono idee, soldi, spazi; manca la fiducia nei giovani? Anche i grandi creativi del passato hanno avuto i loro “freni tirati”, ciononostante siamo qui a ricordarli e a usarli come esempio.

Chissà che una Triennale come questa non sia utile a riprendere possesso della consapevolezza di noi stessi, e che questa visita – il Palazzo dell’Arte e le sue mostre sono aperte anche nel weekend – apra gli occhi e la mente prima di buttarci nel calderone di una sempre più affollata Milano Design Week.

VII Triennale Design Museum
Il design italiano oltre le crisi
Autarchia, austerità, autoproduzione
Fino al 22 febbraio 2015

Orari
8 – 13 Aprile: 10.30 – 22.00
Dal 15 Aprile: Martedi – Domenica 10.30 – 20.30;  Giovedi 10.30 – 23.00 Ingresso

Costo: 8,00/6,50/5,50 Euro

Direzione: Silvana Annicchiarico
Cura scientifica: Beppe Finessi
Progetto di allestimento: Philippe Nigro
Progetto grafico: Italo Lupi
Catalogo Corraini Edizioni

Acquista online: qui

Per ulteriori informazioni: Triennale.org