Santo Stefano a Milano? Ecco gli appuntamenti del 26 dicembre 2014 per stare insieme in allegria!

Passate le feste… c’è ancora da festeggiare! Quattro passi per smaltire il panettone ed i bagordi? Il Cenacolo Vinciano è aperto – ma dovrete aver già prenotato nottetempo (02 92800360). Tentar non nuoce, comunque. E’ Natale: i sogni si realizzano.

Per andare sul sicuro, ma ben sapendo di doversi mettere pazientemente in coda, a Palazzo Marino ci aspetta La Madonna Esterhàzy di Raffaello (dalle 9.30 alle 20). Orari speciali: 31 dicembre ore 9.30-18; 1 gennaio ore 9.30-22.30.

Per i bambini: il MUBA ha inaugurato una mostra per piccini dai 6 ai 12 anni dal titolo “Energia!”. Ingresso su turni: alle 10.00, 11.30, 14.00, 15.45 e 17.30.
Costo: 8 euro per bambino, 6 euro per adulto.
Per tutto dicembre sarà possibile acquistare il biglietto regalo per un adulto e un bambino a 14 euro presso la biglietteria e 15,40 euro online.

Amanti della tecnologia? Il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci resterà aperto dal 26 al 31 dicembre e dal 2 al 6 gennaio 2015 dalle 9.30 alle 18.30.

Per i romantici meneghini, la collezione permanente e la mostra dedicata a Bramante a Milano [leggi qui: https://www.milanoincontemporanea.com/?s=bramante+a+milano] della Pinacoteca di Brera riapriranno proprio il giorno di Santo Stefano (chiusa il il 1° e il 5 gennaio 2015).
Biglietto intero 10 euro, ridotto 7 euro.

E per chi volesse andare al mare…

Non sarà lo stesso, ma l’Acquario Civico sarà aperto (anche il 31 dicembre e 5, 6 gennaio 2015). Orari: 9.00-13.00 e 14.00-17.30. Biglietto intero 5 euro, ridotto 3 euro.

Acqua in bocca!? Mica tanto. Buon Santo Stefano a tutti!

Santo Stefano a Milano tra sacro e profano

Santo Stefano a piedi,  by Guillaume Hinfray

Va bene, il Natale è proprio dietro l’angolo e si fa festa, ma la moda, beh, quella non dimentica uno dei periodi più glamour dell’anno (insomma, Montenapo, sul fashion, “ci campa” 365 giorni da calendario). Ecco dunque la proposta di Milanoincontemporanea per l’inizio settimana, per l’inizio dieta, per chi vuole regalarsi due passi a Milano. Oggi proponiamo un giro in via della Cerva (zona Largo Augusot); qui, in occasione del Natale, la maison di scarpe di lusso Guillaume Hinfray ha messo a punto due vetrine tutte dedicate all’artista spagnolo Francisco de Zurbaràn.continua a leggere Santo Stefano a Milano tra sacro e profano